mercoledì 5 dicembre 2018

Il SEGRETO di MARIA SVELATO a JNSR come a VALTORTA


Bartolomé Esteban Murillo  (1617-1682)

Sebirblu, 3 dicembre 2018

Ecco una grandiosa Rivelazione dal Cristo, insperata per l'Umanità che non sa più come gestire la sua disfatta in tema di Fede, arrivata a JNSR (QUI tutti i suoi post), proprio la vigilia dell'Annunciatore per antonomasia, ossia Giovanni Battista, il 23 giugno 2003.

Tale svelamento viene a confermare ancora una volta, dopo i Vangeli Apocrifi (cfr. QUI) e la mistica Maria Valtorta (QUI, QUI e QUI gli articoli al completo) quanto ancora oggi non si conosca sulla soprannaturalità di Sua Madre né tanto meno di Lui Stesso.

Non c'è da meravigliarsi, visto che la Chiesa in più di due millenni non è riuscita a scrollarsi di dosso la materialità più grossolana e la connivenza con il mondo, tanto da cadere, come ora, in un abisso di ignoranza e di apostasia devastante.

Ma ecco il messaggio, che in occasione della ricorrenza dell'Immacolata Concezione, darà modo a tanti di riflettere e di incamminarsi (si spera!), seppur faticosamente, verso quella nuova e splendida Realtà che SOLA può proiettarci davvero nei piani alti dello Spirito, rendendoci liberi dalle pastoie che ci rinserrano, come descritto QUI e QUIma soprattutto QUI.


"Sant'Anna con la Vergine" di Gianfranco De Meo

IL SEGRETO DI MARIA

JNSR: "Mio Dio, sia fatta la Tua Volontà e non la mia".

GESÙ: "Scrivi quello che ti dono oggi dalle profondità del Mio Cuore che palpita nella Santissima Trinità d'Amore.

Venne il tempo in cui l'Eterno desiderò ardentemente vivere sulla Terra insieme agli uomini peccatori per insegnar loro la vera Vita che li avrebbe ricondotti alla Patria Celeste dalla quale provenivano. Essi non ne erano degni, come, d'altronde, non lo siete voi oggi.

Ma Dio, che è Amore e Perdono, voleva trasmettere ad essi la Sua Pace nella Verità che è Vita e Via nell'esistenza eterna del Suo Regno a loro inaccessibile a causa della Caduta Originaria. (Cfr. QUI, QUI e QUI).

Figlia mia, continua a scrivere:

Io, Figlio di Dio e Dio medesimo, sono sceso dal Cielo per farMi Uomo tra gli uomini al fine che essi, un giorno, potessero (prendendo coscienza della loro Essenza divina, ved. QUI; ndt) ricevere il nome di Figli del Padre e fratelli di Gesù nella Santità dello Spirito che li unisce tutti al Verbo divino.

Per i Suoi disegni, Mio Padre, la cui Bontà è Infinita, aveva scelto una famiglia terrena pronta ad accogliere una bimba Santa e Pura, per mezzo di una Concezione Immacolata, affinché Io potessi prendere fattezze umane tramite Lei, diventando uomo, il Figlio dell'Uomo, pur mantenendo la Mia Divinità come Figlio di Dio.

Questa bimba Santa che Mi avrebbe ricevuto nacque da una donna fino ad allora sterile, Anna. Al fine che sua figlia nascesse da un concepimento immacolato, questo non poteva provenire da un uomo. Gioacchino fu suo padre come Giuseppe fu il Mio.


"San Giuseppe col Bambino Gesù" di Guido Reni (1575-1642)

Quando ti inviai in Bretagna, a Sant'Anna d'Auray, è proprio verso di lei che ti condussi. È Dio stesso che l'ha glorificata in quel luogo benedetto; ed è la mamma di Maria che ha cominciato ad istruirti, delicatamente, per ricevere oggi il messaggio che ti dono.

Anna, sposata a Gioacchino ebbe un vero matrimonio; si amavano come marito e moglie e la loro unione fu consumata secondo natura su questa Terra.

Se Io ti svelo ora questo Mistero, conservato preziosamente nell'intimo della Mia Santissima Madre, è per mettere in luce, nella Chiesa, il vero stato di Maria nel Cuore di Dio.

Non è più possibile nascondere ancora per lungo tempo questa Verità, perché occupa il primo posto nel Piano di Dio: Nuovi Cieli e Nuova Terra.

In Verità, Lei è l'Immacolata Concezione. Ed affinché Sua mamma potesse portare in sé la Santa Creatura, Dio stesso purificò Anna dalla Colpa iniziale. Così Maria fu concepita "sine macula" senza macchia alcuna, ossia Immacolata, senza l'intervento umano di Gioacchino.

Ella rimase sterile fino a quel momento, mentre veniva "preparata" per ricevere la "Tutta Pura" concepita dal Santo Spirito che è Dio.

A differenza della Mia Concezione Divina (cfr. QUI; ndt), per la quale Io sono nato da una Vergine, quella di Maria non fu così perché Sua madre non lo era.

A Dio nulla è impossibile, Io Sono il Dio dell'impossibile. Se ti rivelo oggi il Segreto di Maria, è perché i vostri cuori si aprano al grande Miracolo d'Amore che si opererà in Lei, attraverso di Lei e con Lei.

Ella è la vostra Corredentrice, la vostra Avvocata (Cfr. QUI; ndt). È la Riconciliatrice fra Dio e l'Umanità malata per la sua mancanza d'Amore.

LEI SOLA, come Figlia, Sposa, e Madre di Dio, può partorire con l'Aiuto dello Spirito Santo l'Umanità straziata ma fedele  (come descritto  in Ap. 12  con la "Donna vestita di Sole" e nello straordinario Segno apparso in Cielo nel settembre 2017 "QUI", indicante il nato figlio maschio, il "piccolo Resto" che verrà rapito in Cielo prima della grande Tribolazione).


"Presentazione della Vergine al Tempio" di Bartolomé Esteban Murillo  (1617-1682)

Maria è nata così come avrebbero dovuto nascere tutti gli uomini senza la Caduta originaria.  Nella  Sua Concezione Immacolata e nella  Sua inviolata Maternità,  Ella è la Prima-Nata della Terra.

Io Sono il Primo-Nato, Figlio dell'Uomo e Figlio di Dio, ad essere penetrato nei Cieli con il Mio Corpo glorificato e l'Anima divina.

(Ed ha aperto la Porta infinita, che era stata chiusa all'Umanità ribelle, riscattandola con il Suo Sacrificio, e strappandola al Nemico infernale, dandole perciò la possibilità di tornare alla Casa del Padre, se avesse voluto seguire il Suo Esempio ed ascendere. Ndt).

Nella Mia Risurrezione ho preceduto Maria, la Mia Madre Santa.

L'Immacolata Concezione è venuta al Cielo al Mio seguito, con il Suo Corpo senza macchia e la Sua Anima glorificata dallo Spirito Santo. Lei è stata la seconda ad entrare nel Regno di Dio, Suo Padre, accolta dalla Santissima Trinità dove da sempre ha avuto il Suo posto.

Così, Io vi posso ridire: "Ecco la Mia Madre Santissima, fate tutto ciò che vi dirà".

La vostra Mamma Santa vi condurrà sul Cammino unico, quello della Santità, per vivere la Vera Vita in Dio, fin da quaggiù.

La vostra Trasformazione sta per iniziare, ed è la vostra divinizzazione ad immagine del Suo Divin Figlio, Gesù Cristo."


"Nozze di Cana" di Bartolomé E. Murillo. "Fate tutto quello che vi dirà", disse Maria ai servi. 

Supplica per la Mia Chiesa 
(1° settembre 2003)

GESÙ: "Figlia Mia, quella che ti detterò è una supplica. Ti domando di andare a portare al Santo Padre (Giovanni Paolo II; ndt), vostro Papa, ciò che ti ho già dato il 23 giugno, accompagnato da quest'ultimo scritto.

È urgente far conoscere alla Mia Chiesa la Divinità della Madre Mia Santa, affinché si compia l'ultima fase del Piano di Dio. La Salvezza del mondo si troverà nelle mani della Chiesa. Essa deve riconoscere la Sua Nascita divina.

Quando la Beata Vergine Maria annuncia a Bernardette: «Io sono l'Immacolata Concezione», lo è anche da tutta l'eternità. Io ve l'ho detto: il mondo non troverà la Pace fintanto che la Chiesa non riconoscerà pienamente in Maria la Sua Santissima Divina Concezione.

Oggi, il tempo è tra le mani della Mia Chiesa* per ristabilire la Verità di Dio: essa ha la responsabilità del Mio popolo. Non intralciate il Piano Divino.

* (Il Cristo parlava così nel 2003, quando ancora c'era Papa Giovanni Paolo II, ma se adesso dovessimo aspettarci il ristabilimento del Vero nella Chiesa, a meno che Dio non intervenga come promesso QUI, ne rimarremmo molto delusi! Ndt).

MARIA è la Porta del Cielo! MARIA è la Madre della Chiesa!

Nella Sua Bontà Infinita, Nostro Padre ha scelto MARIA per far passare l'Unigenito nel mondo degli uomini.

Adesso, Nostro Padre ha scelto MARIA per far passare tutta questa Umanità provata nella Terra Nuova con Cieli Nuovi, mediante MARIA, che è Figlia, Sposa e Madre del Dio, Unico e Vero.

MARIA è sì la Porta del Cielo, ma ha anche la CHIAVE di questa Porta.

La Chiave è in Lei: Ella è stata concepita dallo Spirito Santo che ha posto in Lei la Sua Dimora. Se Dio, l'Eterno, ha scelto MARIA affinché i Suoi figli rinascessero nel loro stato originario, così com'erano prima di intraprendere il duro pellegrinaggio della Terra, è perché Ella li può ricondurre a Lui fino all'ultima Sua "pecorella" mediante la Purezza, l'Obbedienza e l'Umiltà.

Il Regno di Dio è molto vicino, ma Mio Padre vuole che questa Umanità ritrovi tutti i talenti che ha ricevuto dal Cielo. Una sola Creatura non li ha mai perduti e li ha fatti fruttificare, così numerosi come le stelle del firmamento: il Suo nome è MARIA!




Affinché si compia il Piano di Dio, la prima che deve rinascere per mezzo della Mia Santa Madre è la Chiesa (quella di Giovanni e non di Pietro, ved. QUI; ndt). Per questo, essa deve riconoscere integralmente la Sua Immacolata Concezione in quanto Divina.

I membri della Mia Chiesa attendono la Purificazione finale che si compirà il giorno stesso in cui essa riconoscerà il Dogma seguente:

MARIA è l'Immacolata Concezione, concepita dallo Spirito Santo.

Gli uomini e la Terra sono in attesa della conferma di tale Dogma integrale da parte della Santa Chiesa di Gesù Cristo, per rinascere insieme alla Nuova Vita del Pianeta e dei Cieli.

Costoro devono unirsi in preghiera ardente affinché arrivi presto il Regno di Dio a ristabilire l'Ordine per la cessazione di tutte le calamità e gli sconvolgimenti che affliggono il vostro globo e il genere umano. [...]

"Questa supplica è un effetto della Mia Bontà per il mondo intero che è già in decomposizione;  tale decadenza si nota a tutti i livelli,  che sia una semplice riunione o un grande assembramento.

L'uomo ha rigettato Dio ed ogni cosa si sgretola poco a poco. Un unico fattore può ripristinare la Forza perduta per vincere il Male e ridarvi Cieli e Terra Nuovi, ed è l'Umiltà.

L'Umiltà (MARIA) distruggerà l'Orgoglio e il suo Principe maledetto, Satana."

Conclusione

La supplica di Gesù è stata trasmessa in Vaticano l'11 ottobre 2003 per mezzo di un alto dignitario della Chiesa di nome Giovanni, accompagnatore di JNSR.

Quest'ultima non ha potuto incontrare il Santo Padre a causa della precarietà del suo stato di salute che si era aggravato improvvisamente. Il messaggio, tuttavia, è stato regolarmente consegnato alle autorità preposte, ma a distanza di 15 anni ora, e non più 8 come ha detto JNSR nel 2011, non è mai pervenuto alcun riscontro.

Non è la prima volta, come si constata, che il Vaticano fa orecchie da mercante e non risponde, né accoglie la Volontà del Cielo tramite Maria Santissima o addirittura, come in questo caso, del Cristo stesso, e non mi si venga a dire che è così perché i messaggi della mistica JNSR non sono ancora stati riconosciuti dalla Chiesa, perché allora, il terzo Segreto di Fatima dove lo mettiamo? (Cfr. QUI, QUI e QUI, ma anche QUI, QUI e QUI).

Traduzione, adattamento e cura di Sebirblu.blogspot.it


Nessun commento:

Posta un commento