sabato 31 gennaio 2015

Perché il Dolore? Va affrontato o bandito?




Sebirblu, 31 gennaio 2015

Non cercate risposte al perché del dolore presso medici, scienziati o sacerdoti! Non ve le potranno dare... a meno che non ne siano stati colpiti essi stessi ed abbiano cominciato a cercare nelle profondità dell'Essere.

"Infatti la Scienza non ha capito che la sofferenza ha una funzione fondamentale di equilibrio nell'economia della vita e che come tale non si può eliminare [...] perché risponde ad un vasto ordine di causalità in cui bisogna rintracciare le spinte prime e lontane.

E queste sono nella sostanza degli atti umani, nella natura individuale, e quindi fintanto che l'uomo non saprà compiere lo sforzo di superare sé stesso, il dolore sarà parte integrante della sua vita con funzioni evolutive fondamentali." (Tratto da «La Grande Sintesi» di Pietro Ubaldi).

In questa nostra società rimasta ancora primitiva nei suoi valori sostanziali, il dolore è quella presenza che bisogna estirpare a tutti i costi.

La Legge di Causa e d'Effetto, chiamata in oriente «Karma», è quasi completamente sconosciuta e, più grave ancora, non viene per nulla considerata dalle Chiese cristiane.

La Croce portata dal Cristo, emblema del dolore, sembra non abbia più nulla da insegnare al mondo, tutto preso dagli egoismi ed interessi personali, noncurante ed incosciente, scaltro e profittatore.




Proprio quella Croce, invece, dovrebbe far riflettere che nessuna esistenza è priva di patimenti e di affanni, e tutto questo per il raggiungimento di qualcosa a cui non si pensa: l'Evoluzione. (Per approfondire QUI).

La stessa Scienza materialista è tutta proiettata alla sua eliminazione, senza curarsi di studiarne le cause, se non in chiave esclusivamente fisica. Tutto questo razionalismo non vede purtroppo le connessioni più semplici e spontanee.

Il tramando annuncia che "Chi semina vento raccoglie tempesta" (Osea 8,7). L'essere umano, rimasto agli istinti primordiali del furto e della guerra, provoca con il suo comportamento una reazione proporzionata alla causa che innesta, e l'effetto ricadrà inesorabilmente su di lui.

Gesù nel Vangelo più volte dice: "Va e non peccare più affinché non ti accada di peggio", mettendo chiaramente in evidenza il rapporto tra il movente e la conseguenza relativa.


"Va, e non peccare più affinché non ti accada di peggio" Gv. 5,14 

Mentre l'Ubaldi (per conoscerlo meglio QUI) ancora scrive:

"[...] Le verità vengono elargite, ma lo sfruttamento degli ideali è vecchio quanto l'uomo e la società è abituata a considerarli come menzogne.

[...] Di fronte alle tante esposizioni di cose elevate vi è la propria miseria morale e materiale, cosicché esse sono retorica, e questa nostra è la realtà che accetta come vero quello in cui tutti credono: la festa del proprio ventre e la vittoria con qualunque mezzo.

La parola resterà al dolore, unico eterno martellatore di destini e forgiatore di anime [...].

Per avviarsi alla soluzione del problema è basilare il perfezionamento morale, il compimento della maturazione biologica dell'uomo; è necessario salire con Cristo sulla Croce e rifare sulle basi dell'Amore la vita individuale e collettiva.

È indispensabile saper ritrovare nella sofferenza una forza amica di cui si comprendono cause e finalità, utilizzandola per la propria Ascensione.

Il dolore è l'imprescindibile fatica per evolversi, l'essenza e la ragione della vita; contiene il germe della sempre più alta felicità che l'uomo deve guadagnarsi. Questi equilibri sono insopprimibili e necessari al respiro dell'Universo".

A questo punto la società replica: "Fin qui tutto è logico! Ma come imputare ad un bambino che soffre di tumore o di violenze, un qualsiasi comportamento scorretto o colpevole?" Nessuna madre può essere consolata dicendole: "Abbi fede! Anche il Cristo ha sofferto sulla Croce!"

Già! Ma con quale criterio soprannaturale viene scelto a «caso» un bambino piuttosto che un altro? La tanto decantata Giustizia Divina dove sarebbe? Non è più coerente ammettere, indagando a fondo, che quell'Anima abbia provocato la reazione in una vita vissuta male in precedenza?

Nel Vangelo abbiamo vari fatti che riportano a questa Verità, eppure non la vogliamo vedere!


Jacques  Joseph  Tissot,  detto James  1836-1902

"Ma Io vi dico: Elia è venuto e non l'hanno riconosciuto [...]. Allora i discepoli compresero che aveva parlato loro di Giovanni Battista." Mt. 17, 12-13.

Lo stesso Matteo riporta un'altra precisazione di Gesù sul medesimo soggetto: 

"Poiché tutti i profeti e la Legge hanno profetato fino a Giovanni. E se lo volete intendere, egli è quell'Elia che doveva venire. Chi ha orecchi oda!" Mt. 11, 13-14.

E ancora in Gv. 9, 1-41 troviamo: - E (Gesù) passando vide un uomo cieco sin dalla nascita ed i Suoi discepoli Gli domandarono: "Rabbi chi ha peccato, lui o i suoi genitori perché lui nascesse cieco?"

Come si vede, tale domanda conferma la credenza nel concetto reincarnativo, ossia un'azione disarmonica dal conseguente effetto «boomerang» ricadente sullo stesso individuo. E più avanti, nell'identico brano, al versetto 34, c'è scritto: "[...] Sei nato interamente nel peccato e vuoi insegnare a noi?"


Gesù e il cieco nato di Simon Dewey

Lo stesso S. Agostino nelle sue "Confessioni" esclama:

"Dimmi, Signore Misericordioso, se mai la mia infanzia sia succeduta a qualche altra esistenza ormai morta; forse quella che vissi nel grembo della madre mia? E prima di codesto periodo, oh mio Dio e mia dolcezza, fui in qualche luogo, fui qualcuno?" Libro I, cap.VI.

Ritornando dunque al tema centrale dell'argomento «dolore», possiamo constatare che non può essere disgiunto, per una questione di logica, dalla reincarnazione.

Rimarrebbero altrimenti insoluti molti quesiti e bisognerebbe rifugiarsi, come fa la Chiesa, nel mistero più profondo, senza poter dare spiegazioni credibili a nessuno.

Infatti essa l'ha negata con un decreto definitivo nel 553 d.C. sotto l'imperatore Giustiniano (II Concilio di Nicea e V in generale), quando fu dato l'ostracismo ad Origene  per  eresia.

Egli fu il più grande Padre della Chiesa, conosciuto in Alessandria e in tutta l'area mediterranea per la sua erudizione, profonda ed illuminata Conoscenza spirituale e somma sensibilità.

Il testo della sentenza che avrebbe per sempre oscurato la Luce della Verità fu questo: "Se qualcuno difende la fantomatica preesistenza delle Anime e la mostruosa  restaurazione  che  ne  segue,  su  di  lui  sia  anatema".

Per l'esattezza, la controversia iniziò nel 325 d.C. (sotto l’imperatore Costantino, epoca del I Concilio di Nicea) basata sugli scritti di Origene che era trapassato soltanto  nel  254  d.C.


Costantino - 1° Concilio di Nicea - 325  d.C.

Concludendo, è l'Anima che nel momento in cui decide di ritornare ad avere un corpo fisico, per esigenze evolutive, sceglie per sintonia vibrazionale l'ambiente, i genitori e le prove da superare più o meno dolorose, tutte però proporzionate al suo grado di sopportazione.

Richiesta che viene effettuata in rapporto a "debiti" o "errori" passati che la porteranno a livelli successivi di espansione spirituale, a più ampi orizzonti di pensiero, sino al definitivo "Ritorno a Casa".

Ecco dunque, in sintesi, la funzione del dolore ed il suo percorso:

Errore–Dolore–Espiazione–Evoluzione–Ascesa–Catarsi (o purificazione totale), e definitivo  rientro  al  Punto  d'Origine  dopo  la  Caduta  iniziale.

Finalmente l'Anima, dopo tanto ed affannoso peregrinare, termina così la sua estenuante fatica e raggiunge di nuovo l'Armonia del Tutto, dalla quale era partita da tempi immemorabili.


giovedì 29 gennaio 2015

La Cabala dietro le stragi di P. Fontana e Bologna




Sebirblu, 29 gennaio 2015

Gentili Lettori, ho deciso di tradurre questo articolo, in quanto penso che molti giovani non avendo vissuto e quindi nemmeno approfondito la conoscenza sui travagliati "anni di piombo" che hanno devastato l'Italia il secolo scorso, debbano doverosamente averne un quadro d'insieme.

Certo, il testo è molto sintetico, ma è sufficiente per far comprendere la continuità tragica che tuttora persiste e incombe sull'intera Umanità, purtroppo ancora restia a rendersi conto dell'incubo infernale in cui è immersa.


L'Attacco Terrorista Francese - Immagine parziale a rispetto dei lettori - di Deesillustration.com

La gran parte degli atti terroristici 
sono perpetrati dallo Stato

Henry Makow, 18 gennaio 2015

Gli attacchi sotto falsa bandiera come quello di Charlie Hebdo devono essere posti nel contesto di una serie di azioni terroristiche omicide in Europa occidentale nel corso degli anni 1950-1990.

Queste ondate di terrore furono provocate dalle agenzie di intelligence dei paesi NATO, che sono tutte al servizio degli Illuminati.

Il programma chiamato: "Operazione Gladio", creò l'illusione di una minaccia comunista, esattamente come i "Terroristi Islamici" sponsorizzati dalla CIA e dal Mossad, ai giorni nostri.

Gli attacchi criminali sotto falsa bandiera servono da pretesto alla creazione di uno stato poliziesco mondiale (giudeo-massonico) della Cabala.

I retroscena dell'Operazione Gladio cominciarono ad emergere in Italia nel '90, dopo più di 40 anni di azioni clandestine.




Alcuni membri del progetto rivelarono che programmi simili esistevano nella maggior parte dei paesi, se non tutti, dell'Europa Occidentale. Queste reti oscure erano implicate in attività anticomuniste incluse delle agitazioni antidemocratiche ed atti terroristici sotto falsa bandiera.

[Avevano la qualifica di "stay behind" (QUI) perché avrebbero dovuto condurre una guerriglia nel caso di invasione comunista.]

Nella sua opera uscita nel 2004, "Le Forze Armate Segrete della NATO", con tutta probabilità il libro più ostentatamente ignorato dai media, Daniele Ganzer dimostra che il terrorismo diretto contro il popolo dagli eserciti segreti finanziati e gestiti dalla NATO rende conto soltanto ai livelli più alti di tale Organismo, come a quelli del MI6 e della CIA, piuttosto che ai rispettivi governi.

Per di più, queste ricerche hanno avuto la convalida dalle inchieste giudiziarie in Italia, in Svizzera e in Belgio e sono state anche oggetto di dibattito (e di condanna) al Parlamento europeo.

Lo scandalo è nato in Italia nel 1984, quando un giudice italiano, Felice Casson, riaprì il dossier dell'auto-bomba di Peteano, nel 1972, e scoprì una serie di anomalie nell'indagine iniziale.

L'atrocità che era stata attribuita originariamente alle Brigate Rosse, era in effetti stata opera di un'organizzazione di estrema destra chiamata Ordine Nuovo.

Inoltre, in base alla scoperta nel 1972 vicino a Trieste di un deposito occulto d'armi contenente esplosivi di tipo C4, identici a quelli che erano stati utilizzati nell'attentato suddetto, l'inchiesta di Casson rivelò che l'attacco in questione era stato perpetrato dai servizi segreti militari, il SID (Servizio Informazioni Difesa), in collaborazione con Ordine Nuovo.




L'obbiettivo era di addossare la responsabilità dell'azione criminosa all'estrema sinistra militante delle Brigate Rosse. Il terrorista di estrema destra, Vincenzo Vinciguerra, fu arrestato e condannato, poi confessò di avere posizionato la bomba.

L'investigazione del giudice Casson rivelò pure che l'attentato di Peteano era la prosecuzione di una serie di crimini efferati che presero il via nel Natale 1969, il più conosciuto dei quali fu quello di Piazza Fontana a Milano, che uccise 16 persone e ne ferì 80.

Questa campagna di terrore culminò il 2 agosto 1980 con l'esplosione di un'enorme bomba nella sala d'attesa della stazione di Bologna che causò 85 morti e 200 feriti. Fu uno dei più grandi attacchi terroristici dei tempi moderni nell'Europa continentale.


La strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980

La Strategia della Tensione

Nel corso del suo processo, Vincenzo Vinciguerra rivelò che, oltre al fatto di screditare i gruppi politici di estrema sinistra, esisteva uno scopo più oscuro dietro gli attentati, ossia provocare un clima di paura tra le masse.

Tutto ciò era definito con il termine «Strategia della Tensione», perché aveva l'obbiettivo di generare un'atmosfera di terrore che avrebbe spinto la gente a fare appello al governo per proteggersi.

Vincenzo Vinciguerra durante il processo dichiarò: "Bisognava attaccare dei civili, la popolazione, donne e bambini, degli innocenti, degli sconosciuti lontani da ogni preoccupazione politica.

La ragione era molto semplice, perché mirava a fare in modo che le persone e tutto il popolo italiano si rivolgessero allo Stato per garantire la propria sicurezza."

In un documentario della BBC vengono descritti gli obbiettivi nella maniera seguente: «Destabilizzare al fine di stabilizzare... » «Provocare tensione nei paesi per promuovere delle tendenze politiche e sociali reazionarie, conservatrici... »

Nel 1990, il giudice Casson ricevette l'autorizzazione del Presidente del Consiglio, Giulio Andreotti, di proseguire le sue ricerche negli archivi dei servizi segreti militari italiani, il SISMI (Servizio Informazioni Sicurezza Militare), dove scoprì la prova dell'esistenza della rete Gladio e i suoi legami con la NATO e gli Stati Uniti.


Sede della NATO

Come rivelato da Andreotti, l'esercito segreto Gladio era molto ben armato. L'equipaggiamento fornito dalla CIA era celato in 139 nascondigli attraverso tutti i paesi, nelle foreste, nei campi, e persino sotto le chiese e i cimiteri.

Secondo le spiegazioni dello stesso, i depositi di Gladio includevano: «Armi da pugno, munizioni, esplosivi, granate, coltelli e daghe, mortai da 60 mm, parecchi fucili, emittenti radio, binocoli ed altri attrezzi vari... »

Lo Scandalo si propaga

Nell'ottobre del 1990, il Primo Ministro greco, Andreas Papandreou, confermò l'esistenza di una rete Gladio in Grecia. In Germania, un programma televisivo rivelò come vecchi membri delle Forze Speciali SS di Hitler avessero fatto parte di una rete tedesca dell'Ombra.

Il Parlamento belga formò un comitato speciale per un'indagine sulla veridicità – confermata dal Ministro della Difesa – di una rete Gladio belga.

In Turchia, l'anziano Primo Ministro Bulent Ecevit andò ancora più lontano, ammettendo che un esercito segreto era stato implicato in atti di tortura, massacri, assassini e colpi di stato ed inducendo il Ministro della Difesa dell'epoca a dichiarare: «Ecevit avrebbe fatto meglio a tenere la bocca chiusa!»

In tutto, dodici paesi dell'Unione Europea ne furono coinvolti e il 22 novembre 1990 il Parlamento relativo iniziò un dibattito sul problema.

L'avvio fu dato dal parlamentare greco Ephremidis:

"Signor Presidente, il sistema Gladio ha condotto le sue operazioni durante quattro decenni sotto nomi diversi.

Ha agito clandestinamente, e noi possiamo attribuirgli tutti i tentativi di destabilizzazione, gli atti provocatori e le continue azioni terroristiche che hanno avuto luogo nei nostri paesi nel corso di tutto questo tempo."


Parigi - 11 gennaio 2015.  La marcia dei capi di stato e di governo (sic!) contro il terrorismo.

Ephremidis criticò aspramente l'intera rete occulta: "Il fatto è che fu introdotta dalla CIA e dalla NATO, le quali con la pretesa di difendere la democrazia non facevano altro, in realtà, che minarla e utilizzarla per i loro propri scopi malefici... "



lunedì 26 gennaio 2015

A Te... che soffri di Solitudine e di Depressione




Anima cara,

..... sì, proprio Tu, che soffri di solitudine e di depressione costanti, ascolta quello che ti giunge quale soccorso all'arsura che ti brucia il cuore.

Tu sei un Essere speciale perché Scintilla Divina che vibra nell'Universo. Non sei inutile! Anche se il tuo sé personale suggerisce subdolamente che tu sia un fallimento.

Ogni creatura vivente è indispensabile a tutto il complesso che la circonda e senza di lei, piccola vite in un immenso ingranaggio, l'insieme sarebbe compromesso.

Coraggio! La cosa più urgente per te ora, è di conoscere meglio te stessa.

"Dio è presente e dimora sostanzialmente in qualsiasi Anima, anche in quella del più grande peccatore di questo mondo" - scrive San Giovanni della Croce nell'opera: "Salita al Carmelo".




Mentre Amadeus Voldben nel suo libro "La Presenza Divina in noi" a pag. 105 dice:

"In verità l'esistenza umana è come un andare nell'oscurità della notte fra i sentieri tortuosi che abbondano nelle vie degli uomini. È arduo trovare la via giusta a causa del nostro scarso discernimento e della nostra ignoranza che è la vera tenebra.

Inoltre, spesso si smarrisce la via quando le passioni imperversano. Senza una luce che orienti, è impossibile procedere con sicurezza, poiché il cammino non solo è poco agevole, ma più spesso è pieno di ostacoli, di triboli e di spine.

Le piccole luci che guidano sono spesso soltanto delle lucciole che si accendono e si spengono, ma non danno una vera Luce. Per questo si brancola senza scopo, ignorando la Meta.

L'inganno delle false luci può condurre a precipizi. Le fate morgane dell'io della personalità, che fanno balenare immagini di traguardi ambiziosi, fatti solo di egoismi, conducono verso direzioni sbagliate con enormi danni e dolorosi ricominciamenti su cammini impervi.

La sola Luce che porta alla destinazione giusta è quella che emana dalla parte più elevata di noi stessi, quella dell'Io spirituale che è la Presenza Divina in noi.

Soltanto Essa va seguita senza incertezza. L'altra, quella della personalità, va scartata o attentamente vagliata."



Il Loto si fa strada, attraverso l'acqua, dal limo alla luce del sole...
Per questo è il simbolo emblematico del Risveglio Interiore.

Dunque, anche se tu non lo sai, Dio, l'Altissimo, vive in te e con te condivide ogni cosa. Ma se tu non Gli chiedi nulla, aspetta pazientemente che ti rivolga a Lui in piena fiducia. "Pulsate et aperietur vobis" (Bussate e vi sarà aperto).

Il Signore sa quello che è necessario per te, come per tutti noi, quindi non ti aspettare che esaudisca i tuoi desideri se questi non sono in linea con i Suoi disegni, per una tua maggiore evoluzione e per il tuo bene che, per ora, non puoi capire.

A questo punto qual è allora la domanda principale da porGli?

"Signore, fatti scoprire da me, aiutami a trovarTi!" D'altra parte, rispettivamente in Mt 11, 28 e in Gv. 15, 5 Lui ci dice: "Venite a Me, voi che siete affaticati e stanchi ed Io vi consolerò" e "...senza di Me voi non potete far nulla".




Due punti basilari che, senza indugi, ci sospingono ad agire. Se noi stiamo male andiamo da Lui! Anche perché senza di Lui non possiamo risolvere niente.

Sappi cara Anima... che se ti lasci prendere dalla disperazione e dallo sconforto, la tua situazione peggiorerà sempre più, perché c'è una legge che attrae a sé, per sintonia, vibrazioni analoghe.

Quindi come una calamita, tu attirerai inevitabilmente pensieri sempre più negativi che alla fine potrebbero annientarti. (Vedi QUI).

Dio, come sappiamo, ha tre Virtù chiamate Teologali: Fede, Speranza e Carità (che è l'Amore) e se tu, come è vero, sei una Sua piccola particella, vuol dire che in te ci sono anche la fede, la speranza e la carità, seppur in maniera relativa e non assoluta.

Ridesta dunque, con volontà ferrea, chiedendo a Lui l'aiuto, quella Scintilla che vive in te, in modo che lo Spirito, unico Sovrano, possa prendere in mano la situazione e farti uscire dal gorgo nel quale ti trovi.

Vittorio Alfieri pronunciò un giorno quella fatidica frase che diceva: "Volli, sempre volli, fortissimamente volli!" Nulla è impossibile ad un'Anima determinata in se stessa!

Abbi fede! Ora, può darsi che tutto ti appaia difficilissimo, ma devi sapere che Dio è Bontà Infinita e l'ha dimostrato duemila anni fa sacrificandosi ed immolandosi sulla Croce anche per te!

Lui è l'Amore per antonomasia ed anche questo scritto che stai leggendo (ti sembrerà strano) te lo manda Lui, perché ogni cosa nel Cielo e sulla Terra è retta dalla Sapienza Assoluta e nulla, ma proprio nulla è dovuto al caso.




Nessuno di noi è solo! Purtroppo però spesso si è convinti di esserlo e così ci precludiamo una nuova vita fatta di serenità e di opportunità diverse, perché come si dice: "Il sereno viene dopo la tempesta".

Auguro dunque a te, Anima cara, una ripresa completa delle tue facoltà intellettive e spirituali che ti porteranno indubbiamente alla vittoria sulle basse forze disgreganti e distruttive del tuo io inferiore.

Che lo Spirito si risvegli finalmente e riprenda la Sua Signoria legittima, perché noi non siamo stati creati per la Terra ma per gli infiniti ed eterni spazi del Cielo come giustamente scrisse il nostro sommo Poeta:

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e conoscenza". (da La Divina Commedia - Inferno, canto XXVI).

Che Dio ti benedica e ti protegga!

                                                                                                                        Sebirblu


domenica 18 gennaio 2015

Tramite Ned Dougherty: Un Avvertimento dal Cielo!


Dale Terbush

Gentili Lettori, 

vi trasmetto un recentissimo messaggio, ricevuto da una persona di cui ho già ampiamente parlato perché protagonista di una straordinaria esperienza di premorte che gli ha totalmente cambiato la vita.

Mi riferisco a Ned Dougherty, ex proprietario di un night-club, che dopo la sua NDE ha dedicato tutto se stesso all'Opera spirituale e al risveglio delle coscienze. Troverete questa affascinante storia QUI.

Da allora, continua ad essere strumento di comunicazioni celesti che collimano perfettamente con il quadro generale planetario di altri gettiti profondamente mistici, e dunque da accogliersi con la dovuta considerazione.

L'avviso che vi propongo giunge dall'Arcangelo Michele ed è diretto all'Umanità intera. Esso è sorprendentemente simile nei contenuti a quanto pubblicato qualche giorno fa nel post "Angeli in Astronave: Messaggio dalla Donna Sublime".




S. Michele Arcangelo tramite Ned Dougherty, 2 gennaio 2015

"Ecco un avvertimento per i popoli del mondo! Siete ora pienamente entrati nell'Era della Fine dei Tempi. Niente di ciò che esisteva in passato sopravviverà ai cambiamenti e ai cataclismi che si produrranno sul vostro pianeta.

Gli errori dell'Umanità sono ormai arrivati sulla bilancia della Giustizia eterna e il loro peso ha ridefinito il piano che Dio ha da sempre previsto per l'Umanità… Siete stati avvertiti attraverso profezie attuali ed antiche.

In questo nuovo anno vedrete in che modo emergeranno gli eventi finali e tutti dovranno riconoscere che l'avvenire del genere umano cambierà irrevocabilmente come l'Eterno ha deciso, e il Male sarà finalmente epurato dalla faccia della Terra…

Sarete testimoni e assisterete alla distruzione dell'economia mondiale, alla caduta del dollaro e al ritorno ad un'esistenza dedita all'agricoltura.

Tutto ciò è la conseguenza dell'arbitrio umano, ma soprattutto dell'avidità e della avarizia dei servitori di Satana che hanno minato la prosperità e la libertà individuali già da lunghissima data.

Ora è il momento per il Padre celeste di "staccare la spina" ai servi del maligno che hanno manipolato e controllato i popoli. È necessario eliminare il potere che hanno creato su di voi, per consentire al Nuovo Cielo e alla Nuova Terra di diventare il futuro dell'Umanità.


Josephine Wall

Nel frattempo, come effetto, ci saranno molta sofferenza ed angoscia tra voi. All'inizio parecchi reagiranno con rabbia agli accadimenti che avranno luogo, anche contro l'Altissimo.

Tuttavia il Cristo, il Figlio del Padre, si manifesterà in modo da darvi l'ispirazione per sopravvivere a questi ultimi scenari e con il vostro discernimento osserverete la Sua volontà in azione.

Vedrete come le tenebre saranno dissolte dalla Luce di Dio Padre per mezzo del Figlio Suo, il Redentore del mondo. Spetta a voi, potenti guerrieri oranti e credenti nella Divinità Redentrice, portare avanti i messaggi del Padre e del Figlio…

L'oppressione che l'Umanità ha subito sulla Terra non esisterà più. I Satanisti saranno trattati (come meritano) dal vostro Signore e Salvatore. I loro crimini verranno soppesati dalla Giustizia Eterna...

È necessario che vi prepariate a tempi difficili. Durante questo nuovo anno, i segni di enormi trasformazioni diventeranno talmente significativi da avere un forte impatto nelle vostre vite e nelle vostre economie.

Bisogna che siate pronti per tali eventi, seguendo con la voce dello Spirito la visione che ciascuno di voi riceverà dai Regni celesti per consentire anche ai vostri familiari ed amici di superare le difficili lotte economiche che vi stanno davanti.

Nel prossimo futuro ci saranno grandi e significativi sconvolgimenti terreni sul vostro pianeta ma, ancora una volta, tutti coloro che operano per la Luce saranno guidati sul modo di comportarsi in questi tempi definitivi.


Gilbert Williams

I seguaci di Satana, i leader mondiali che vi hanno oppresso, possiedono i loro piani personali per affrontare l'avvenire. Ne sono a conoscenza, e intendono apportare ulteriori restrizioni e schiavitù al popolo di Dio.

Essi però non sanno che saranno sconfitti, perché le genti preparate saranno sostenute e poste nella condizione di non condividere i disegni del Cielo con i nemici di tutto ciò che è buono.

Vi viene soltanto chiesto di essere vigili e di perseverare nel riflettere sempre l'Amore Divino che è in voi.

Il Padre per mezzo del Cristo userà la Forza dello Spirito Santo per comunicare interiormente con ognuno dei Suoi Segnati… Alla fine i figli di Dio saranno vittoriosi sul Male del mondo, e il Nuovo Cielo e la Nuova Terra si riveleranno! Grazie a Dio!"