venerdì 31 luglio 2020

DAVOS 2021: il SISTEMA MUORE e RISORGE come CRISTO




Sebirblu, 30 luglio 2020

Nel gennaio 1988, il famosissimo settimanale "Economist" usciva con una copertina raffigurante un'araba fenice per indicare la nascita di «Phoenix», in cui il vecchio sistema economico sarebbe stato raso al suolo per far posto ad un nuovo modello e ad un'unica moneta.

È esattamente ciò che abbiamo sentito il mese scorso con l'annuncio dato dal Word Economic Forum di Davos per la "Grande Reinizializzazione" che avverrà a 33 anni precisi da quella data, ossia all'inizio del 2021.

Come ho evidenziato più volte QUI (post che consiglio di rileggere perché collegato), anche in questo caso vediamo lo stesso arco di tempo fra il 1988 e il 2021.

L'età del Cristo è indicativa per la Sua Morte e Risurrezione (33 anni), analogamente all'intero sistema anticristico finanziario che, scimmiottandolo, sembrerà morire per rinascere al nuovo paradigma.

Tuttavia, l'obiettivo dell'Élite non è solo quello di ripristinare l'economia planetaria, bensì di stravolgere la civiltà del passato sulla quale è strutturata quella d'oggi, per riedificarne un'altra da dominare interamente.

Lo  scopo vero  del  Nuovo Ordine,  infatti,  dato  che è proprio il sionismo-massonico a manovrare i fili dietro le quinte (ved. QUI) è quello di raggiungere la governance totale sul mondo da parte del popolo eletto "Israele", secondo l'Oligarchia occulta.

Le fazioni sioniste si dividono però in due diversi  modi di pensare: ci sono coloro che attendono un intervento divino per proclamare il "messia" ebraico (ved. QUI), e quelli che li contrastano affermando che sarà solo la spinta della volontà umana a realizzarlo.

Noi assistiamo ora alle manovre di questi ultimi, ossia al metodo anglo-sassone, che ha l'ambizione di creare il Nuovo Ordine Mondiale dal "caos" (Ordo ab Chao).




L'unica opposizione religiosa a questi cabalisti è il Cristo, il Figlio del Dio Vivente... ed ecco perché è necessario, secondo loro, distruggere la Chiesa Cattolica in Vaticano o sottometterla... (Ved. QUI e QUI). Così si spiegano i continui assalti e vandalismi di chiese, cattedrali, statue e luoghi sacri, oltre alle persecuzioni che aumentano in modo esponenziale, ovunque.

Questo è anche il motivo dell'elezione contraffatta di Bergoglio! Pare che dopo sette anni sia riuscito quasi completamente ad annientare la Cristianità autentica! Cfr. QUIQUI e QUI.

Quale modo migliore per l'Élite di rimpiazzare l'attuale civiltà se non per mezzo di sommosse, disordini, malcontenti, che formeranno la nuova Religione Umanitaria, quella dell'Anticristo, come dice Benson QUI?

È l'ordinamento dei valori rovesciati, opposti a quelli cristici, perché è questo il nervo scoperto della guerra condotta da Satana per la distruzione del genere umano.

Ed è per tal motivo che egli ha indotto alcuni suoi "affiliati" a diffondere il virus allo scopo di decimare, recludere e dividere i popoli per poi asservirli come tante pecore obbedienti e remissive, spaventate dalla morte. (Cfr. QUI, QUI e QUI).

Questa pandemia scatenata volontariamente ha reso possibili immensi vantaggi alla Oligarchia dominante, come dimostra l'immagine in questo sito, che non necessita certo di parole per essere eloquente.

Interessi  economici e finanziari  di ogni genere  si nascondono dietro rivendicazioni di carattere etico: uguaglianza, inclusione, ridistribuzione, ambiente, progressismo teologico... che vengono utilizzati per far saltare quel che ancora resta dell'autorità morale della Chiesa di Roma, ormai satanicamente sopraffatta al suo stesso vertice.

Manca davvero poco per trasformarla in una perfetta chiesa globale ecologista che accoglie la variegata galassia delle diversità cultuali umane, dove il Cristo però, Salvatore delle stesse, non esiste più (cfr. QUI) e dove al Suo posto ci si inchina davanti a "Madre Terra" – alla Pachamama...

Tutto deve essere pronto, dunque, per la Grande Reinizializzazione del gennaio 2021. È annunciato, è chiaro. L'Élite non nasconde più il suo disegno.




Si  riunisce ancora una volta  in pompa magna,  forse per l'ultimo dei suoi trucchi... nel perverso giubilo dei "potenti" della Terra per "resettare" il vecchio sistema ed instaurare un governo ed una religione a senso unico.

Per noi, nel vero mondo, l'inverno che ci attende si chiama "Great Reset", il "Grande Ripristino". Esso ci renderà, ahimè, sempre più schiavi...

Tutto esattamente come da copione... tanto la prova dell'obbedienza sulle restrizioni da coronavirus le ha già ottenute l'astuto Signore delle Tenebre, illudendosi ancora di vincere... ma ha fatto male i suoi conti, perché "Dio ha altri piani"... come ha scritto Katerina Emmerick e da me riportato nel post indicato sopra.

Questa pandemia è la scintilla che l'Élite si aspettava, al fine di attuare l'opportunità sperata per lo svolgimento finale del piano giudeo-massonico.

I paesi del mondo si sono indebitati ancor di più, come i "goyim", o "popoli" non ebrei, che si vogliono asservire, e l'economia è precaria, fragile, destabilizzata.

La globalizzazione, che ha favorito una catena di produzione unica come la Cina, è stata improvvisamente arrestata all'interno del paese comunista, mostrando così la fragilità di quella compagine a tutti.

La Cabala sionista è pronta per il messia "Israele". I rabbini assoldati lo richiedono. Il "popolo-sacerdote" è impaziente di vedersi affidata l'umanità per "salvarla".

L'espiazione di tutti i loro "peccati" si compie... perché è così che vedono le proprie angosce dalla distruzione del Tempio nel 70 d.C. per mezzo dei romani di Tito.

Alla maniera di Gesù, che rigettano, ne imitano il percorso ma con valori inversi. È questo il segno di Satana: il loro Dio.

E mentre i cristiani cattolici si collegano perché sanno che la sola Via è il Cristo attraverso Sua Madre la Vergine Maria, questo sistema di valori capovolti ha invaso l'umanità...

Ancora, qualche settimana fa, statue e chiese sono state bruciate e vandalizzate in America, senza contare la Cattedrale di Nantes di cui ho parlato QUI, come attentato alla Cristianità.




È il caos al servizio dell'Élite, perché i due gruppi citati sopra, infiltrati anche da massoni, non sono che le due facce della stessa medaglia: entrambe fanno parte della religione umanista che prende piede.

Il godimento dei beni materiali e del corpo non è mai stato così forte come adesso. Lo scopo della vita, il Regno dei Cieli, è stato dimenticato.

Allora? Si tratta di un "complotto" o no? È la domanda che brucia tutte le labbra perché questo è il carburante che giustifica ogni distruzione insieme ai rigurgiti di odio e di minacce tramite i social network, strumento ideale dell'Oligarchia al potere.

Il complotto esiste attraverso il compimento del piano sionista-massonico concepito da generazioni (cfr. QUIQUIe QUI), che ha messo radici con la rivoluzione francese del 1789. D'altra parte, l'Élite vuol far credere di tutto con i suoi pensatori, per mezzo delle reti di comunicazione in suo possesso.

È amaro constatare quanto il concetto sacro dei diritti dell'uomo concernente la religione, ossia il diritto alla Verità, è stato limitato, se non soppresso.

E in questo tempo di profondo vuoto, mai esistito prima, la Santa Sede è del tutto vacante... perché, essendosi alleata con il Mondo, contribuisce letteralmente alla devastazione, non solo esterna, ma a quella ancor peggiore delle Anime! Lo Spirito Santo non dimora più nella "barca di Pietro".

Ci troviamo dunque in un periodo molto difficile per i cristiani, i cui giorni devono essere abbreviati dall'Altissimo affinché non si perda almeno "il piccolo Resto".

Soprattutto non dimentichiamo che l'Élite, governata da Satana, chiama il mondo alla "Grande Reinizializzazione"  del gennaio 2021 e che in  ottobre  Bergoglio  incontrerà i capi delle religioni, degli organismi internazionali e delle diverse istituzioni del mondo accademico, economico, politico e culturale per il suo "Patto Educativo" volto ad un "Nuovo Umanesimo" solidale (ved. QUI); incontro che era stato rimandato dallo scorso maggio a causa del lockdown.

Con questi due eventi, dunque, vediamo all'opera le due Babilonie o, se vogliamo, le due Bestie apocalittiche. (Chi non dovesse visualizzare il video sullo smartphone clicchi QUI).




La caduta di Babilonia la Grande è per i cattolici fonte di speranza perché nella Apocalisse ella cade... prima del Giudizio, prima del Ritorno di Nostro Signore Gesù Cristo. Poiché cadendo e provando a rinascere, imitando così la Sacra Pasqua di Risurrezione, Satana vuole emettere il suo grido di vittoria... ed è lì che arriverà la sua fine!

Ecco perciò l'Oligarchia far cadere il vecchio Sistema-Mondo intenzionalmente per poter ricostruire sulle sue ceneri, come la Fenice, un potere centralizzato, una cripto moneta unica e una sola religione.

Non ci riusciranno perché, anche se avvenisse, sarebbe un colosso dai piedi d'argilla e non durerebbe a lungo.

Il motivo è che nel lunedì nero del 19 ottobre 1987 (ossia ancora una volta la cifra cristica di 33 anni ad oggi) si ebbe un disastroso crac borsistico mondiale. Per l'Élite questa data è molto importante perché, come al solito imitando il Cristo, il complesso planetario è pronto per la propria morte e risurrezione.


"Ecco la Bestia con i suoi sudditi...
Si innalzerà con orgoglio nell'aria per andare fino al Cielo...
sarà però soffocata dal soffio di San Michele Arcangelo!" 

La Madonna a La Salette (1846).

Concludendo, non avremmo mai pensato soltanto una decina d'anni fa, che le due Babilonie – Mondo e Chiesa – o per meglio dire le due Bestie apocalittiche, come detto poc'anzi, avessero una comunione di intenti così precisa e univoca tanto da portare l'umanità intera ad essere "cotta al punto giusto" per la venuta dell'Anticristo, ma le Scritture devono fare il loro corso... ineluttabilmente.

Traduzione libera e relazione di Sebirblu.blogspot.it

Fonte di alcuni spunti e brani tratti da: cyberquebec.ca

domenica 26 luglio 2020

URGE DISCERNERE al di là delle Apparenze!




Sebirblu, 25 luglio 2020

Ciò che da sempre ha contraddistinto gli Esseri spirituali che nelle varie ere si sono succeduti su questo nostro pianeta è la testimonianza, durante la loro vita, di un grande distacco da ogni aspetto materiale riducendo al minimo e all'indispensabile l'attenzione dovutagli per sostentare e mantenere sano lo strumento della loro manifestazione, cioè il corpo fisico. (Cfr. QUI).

Se si prende coscienza della nostra Origine divina, se ci si "sveglia" alla Realtà delle cose, e questa rimane la più grandiosa conquista per l'umanità, allora si dovrebbe cominciare a ripulire noi stessi da tutte le pesantezze, da ogni bruttura che ha reso deforme l'anima in tutto il suo percorso evolutivo. (Ved. QUI e QUI).

Il termine "Anima" deriva dal greco psykhḗ, il cui significato è "psiche", e si chiama così perché con i suoi "corpi sottili" caratterizza l'individuo nella sua completezza fintanto che si evolve.

Infatti l'involucro più grossolano costituito da energia-materia densa è il corpo fisico, poi, a frequenze energetiche sempre più rapide abbiamo il corpo eterico, il corpo astrale, il corpo mentale inferiore e superiore, il corpo causale e infine lo Spirito, la Scintilla divina, la Monade che si è incapsulata nella densità. (Ved. QUIQUI e QUI).  

Quando davvero si fa questa esperienza profonda nulla è più come prima.

Domina in noi solamente la necessità di ritornare ad essere degni di tale Origine, e comprendiamo subito che necessita purificarci da tutte le "scorie" che ci hanno tenuti prigionieri e schiavi fino a quel momento.

Inizia  l'Opera  vera  di  catarsi  personale,  di  riallineamento  con  la  Volontà  Divina e con l'armonia del Tutto. (cfr. QUI e QUI). L'Oriente dice che quando il discepolo è pronto, solo allora il Maestro compare, ed è realmente così.

Il "caso" ci porterà ad un libro, ad un incontro, ad una strana coincidenza ma, senza saperlo coscientemente, è proprio il nostro SÉ superiore che ci guiderà affinché noi lo "scopriamo" dopo innumerevoli peregrinazioni esistenziali.

Siamo dunque delle individualità (Spiriti) immerse nelle personalità umane (Anime) o meglio nelle maschere umane visto che il nome viene dal latino "persona" che vuol dire appunto "maschera".


Maschere tragica e comica (Mosaico Romano del 1° secolo a.C. ‒ Roma, Musei Capitolini)

Per essere più esatti veniva chiamato così il personaggio che interpretava una parte teatrale la cui maschera, la "per-sona", consentiva al suono verbale di diffondersi tra gli spettatori.

È lo Spirito che tenterà di signoreggiare la personalità ripristinando il suo legittimo dominio sulla materia. In questo consiste l'evoluzione: ritornare a riassumerci la padronanza di noi stessi riconnettendoci alla Potenza, alla Sapienza e all'Amore che sono le prerogative divine.

Per noi, quest'ultima, è la più "semplice" da raggiungere nell'immediato. L'Amore senza condizioni è la Grande Meta! Le virgolette stanno a significare che se non rinunciamo al nostro individualismo prorompente e al nostro egoismo devastante difficilmente potremo raggiungerla.

I tempi ormai sono brevissimi  e necessita assolutamente,  pena  rimanere  nella terza dimensione se così desideriamo, aumentare la frequenza vibratoria dell'Amore dimenticandoci di noi stessi (cfr. QUI). L'Amore stesso, il Cristo, ci ha insegnato così: "Chi ama la propria vita la perderà", e ancora, "È dando che si riceve!"




Perciò, l'Opera primaria va fatta su noi stessi prima di poterla rivolgere al prossimo, altrimenti, "l'Acqua" che daremo risulterà inquinata dalle nostre passioni non domate e sarà completamente inefficace perché mancherà di sostanza, di quel "sale-sapienza" di cui ancora menzionò il Cristo.

Ogni ricercatore o "assetato" ha il diritto di assimilare il nostro esempio nel saper vivere e di conseguenza dobbiamo, per primi, mettere in pratica quello che stiamo diffondendo perché, se così non fosse, ogni operatore di Luce arrecherebbe un danno enorme al risveglio della Coscienza unitaria della Terra.

È per questo motivo che ORA più che mai è necessario conoscere noi stessi, "Nosce Te Ipsum" ribadiva Socrate, poiché proprio adesso siamo inondati da "messaggi" di ogni genere.

D'altra parte è il tempo dei falsi profeti (in particolare di uno: Jorge Mario Bergoglio, ved. QUI, e più ampiamente cliccando alle etichette il suo nome) ma è sufficiente riflettere alla Luce dello Spirito per scoprire l'eventuale inganno.

Dobbiamo essere consapevoli che più le "canalizzazioni" indulgono in argomenti e dettagli riguardanti il vivere di materia, come modello umano per intenderci, più dovremmo essere cauti e guardinghi.

Nei piani elevati dello Spirito tutto diventa impalpabile, lieve, armonioso e tutto è volto alla Gloria dell'Altissimo nel servire la Creazione e gli Esseri che la compongono in un Unico Eterno Amore continuamente rigenerantesi.


David Miller

Ovviamente, qui non si mette in dubbio la vita intermedia sui vari pianeti o sistemi stellari che compongono il Cosmo (cfr. QUI) ma non dobbiamo dimenticare la nostra provenienza e puntare sempre più in alto, senza lasciarci distrarre da giardini che in paragone alla nostra Terra possono sembrarci dei paradisi.

Dal frutto si scopre l'albero, e quando in una assemblea riunita per ricevere dei "messaggi" si formulano delle domande che sono troppo vicine ai nostri interessi ed abitudini umane, invece di chiedere come fare a renderci migliori per avere l'onore di servire o come si vive sostanzialmente la vita dello Spirito sui vari mondi, beh... allora c'è qualcosa che non quadra!

Anche i nostri corpi sottili lentamente spariranno, facendo riemergere in tutta la sua potenzialità divina lo Spirito ed è a questo che noi dobbiamo anelare! Ecco perché stiamo per abbandonare la dualità!

L'Amore ci deve guidare non la Ratio! La Ragione se non è illuminata dallo Spirito (corpo mentale superiore) ha dei confini molto ristretti che non gli permettono di assaporare l'aria rarefatta delle Vette!

È sempre l'Amore che ci condurrà a ricercare la nostra parte mancante, l'anima gemella, il nostro polo complementare, prima di unificarci definitivamente ad essa per ritornare "uno" (cfr. QUI), e sarà allora che decideremo insieme di dare possibilità ad un altro Spirito di "manifestarsi" a noi come genitori (visto che sarà per partenogenesi o parto di pensiero), per essere sorretto ed aiutato nel suo percorso evolutivo.




Ci sono infiniti modi di esistere in questo nostro immenso Universo ma sta a noi non lasciarci ancora accalappiare dall'illusione o maja come dice l'Oriente e prendere le distanze, finalmente, da comportamenti troppo umani nel loro contenuto.

È la vibrazione dei componenti e dei partecipanti ad una riunione, che ha come fine quella di ricevere delle "canalizzazioni", che determina la qualità di queste, proprio per legge di sintonia.

Aggiungiamo il fatto che purtroppo il nostro pianeta è tuttora un ambiente molto fertile per il basso piano astrale dove pullulano entità barontiche (dal greco baros=gravoso, basso e on, ontos=ente) di quarta dimensione, le quali non aspettano altro che alimentarsi della forza vitale degli astanti e dare sfogo alla loro ambizione di protagonismo camuffandosi da amici, maestri o servitori galattici. (Cfr. QUI, QUI, QUI e QUI).

Sta a noi, con il nostro pensiero, con il continuo collegamento alla Fonte divina, con gli atti quotidiani e le nostre scelte far sì che queste basse frequenze stiano lontane da noi, proprio perché irraggiungibili per le stesse.

Solo così potremo preservarci da subdoli e menzogneri attacchi tendenti a demolire la nostra fiducia nei Veri Messaggi di alta qualità che non riciclano, attenzione, sempre le medesime cose ma danno autentici insegnamenti per la nostra crescita d'Anima e per il bene comune. (Cfr. anche QUI, QUI, QUI e QUI).

mercoledì 22 luglio 2020

Nel mirino c'è l'abbattimento della Cristianità!




Sebirblu, 21 luglio 2020

A distanza di 15 mesi, un'altra cattedrale gotica, quella di Nantes in Francia, è andata a fuoco con la distruzione totale del duplice organo di inestimabile valore (del XVI secolo, ved. QUI) e del rosone.

L'incendio è di natura dolosa. Sono stati rintracciati tre punti da cui sono cominciate a divampare le fiamme. Ma quel che fa riflettere è lo strano legame esistente fra Notre-Dame de Paris (la Nostra Signora dei Cieli) e gli apostoli Pietro e Paolo che danno il nome alla storica e preziosa Basilica.

L'uno rappresenta l'inizio del Cristianesimo, e l'altro la sua diffusione nel mondo. Una triade santissima con al vertice la Madre, raffigurata dalla guglia caduta l'anno scorso (cfr. QUI), e ai lati i "pilastri cardinali", fattisi radici per la storia della Chiesa universale, simboleggiati dai due organi: maggiore e minore o corale, andati in fumo e volutamente distrutti perché i tre inneschi trovati insieme all'altare, "guarda caso", erano partiti da lì. (Cfr. QUI).


Prima... e Dopo... purtroppo...

Non effondono forse questi strumenti maestosi le note suggestive e sacre della musica celeste, così com'è stata diffusa e propalata quella cristica, ancora oggi, dai due grandi apostoli dei primi tempi? Ed è proprio per questo che una regia occulta ne ha stabilito la distruzione!

Per una strana "coincidenza" è andato arso anche il quadro ottocentesco del pittore Hippolyte Flandrin raffigurante San Chiaro che ridà la vista a una coppia di ciechi. Egli nel III secolo giunse da Roma portando con sé un chiodo della croce di San Pietro e in seguito fondò la Cattedrale di Nantes, di cui divenne vescovo.

Quei due "ciechi" rappresentano non solo Pietro e Paolo chiamati dal Cristo (ossia dalla Luce ‒ San Chiaro), l'uno convocato direttamente, e l'altro per folgorazione sulla strada di Damasco (ved. QUI), strappandoli alla "cecità", ma sono anche l'emblema perfetto dell'intero genere umano dormiente e recalcitrante ad uscire dal proprio letargo spirituale.


Il quadro di Flandrin completamente distrutto.

Come non vedere in questi nostri tempi l'azione sempre più rabbiosa ed esasperata del Maligno contro Nostro Signore, Sua Madre e i loro fedeli seguaci sparsi in tutto il mondo?

Gli attentati, gli oltraggi e i vandalismi in Francia non si contano più ma, cosa ancor più grave, a questo sfacelo fa sempre più eco l'odio e la brutalità dilagante negli Stati Uniti e nel mondo occidentale verso statue, chiese e luoghi di culto cristiani.

Ma, notizia dell'ultima ora, così come è successo alla Basilica di Notre-Dame a Parigi (ved. QUI), l'antico crocifisso posto sopra l'altare della Cattedrale di Nantes è rimasto intatto... le fiamme hanno aggredito e distrutto solo la parte moderna sottostante... Come dire che "le Tenebre non prevarranno contro il Regno dei Cieli!..." (Cfr. QUI).


Croce della Cattedrale di Notre-Dame rimasta integra nell'aprile 2019.

Croce della Cattedrale di Nantes analogamente integra in questo luglio 2020.

E mentre le metropoli vengono messe a ferro e fuoco (ved. QUI), i perseguitati, stretti alla Croce di Cristo, continuano a morire ovunque (ved. QUI) nella vergognosa indifferenza generale (soprattutto della "falsa chiesa" di Bergoglio) e l'Islam prende piede nelle sue mire espansionistiche per riesumare l'impero ottomano (ved. QUI e QUI); lo si constata anche dalla recente riconversione a moschea della splendida chiesa di Santa Sofia a Istanbul (ora museo), secondo la volontà di Erdogan, il nuovo sultano.

Scrive la dr.ssa Maike Hickson su un articolo pubblicato dal prestigioso "lifesitenews" che Trump il 3 luglio, rispondendo ad una dichiarazione rilasciata in un'intervista dal dottor Taylor Marshall, teologo apologista e filosofo, che aveva sottolineato quanto gli attacchi correnti verso simboli, statue, chiese e quant'altro non riguardano soltanto un candidato alla presidenza ma un'offensiva contro la nostra civiltà cristiana, aveva twittato: "C'è una guerra contro il Cristianesimo". [...]

In un altro passo, l'articolo della Hickson prosegue dicendo: "Con il suo tweet il presidente degli Stati Uniti sembra approvare il punto di vista del dr. Marshall, secondo cui ciò che nei tumulti oggi è sicuramente in gioco è un attentato vero e proprio alle radici del cristianesimo. [...] E ancora: "Le persone si rendono conto che siamo passati da una battaglia politica ad una spirituale".

"Con queste parole, Marshall ha esplicitamente stabilito un legame tra la recente approvazione di Donald Trump e una lettera aperta inviata allo stesso (ved. QUI) dall'arcivescovo Carlo Maria Viganò.

Ciò dimostra che la battaglia invisibile tra il Buio e la Luce, della quale il presule ha avvertito l'inquilino della Casa Bianca, sta ormai diventando palese". [...]


Gustave Dorè

Ma cosa dobbiamo aspettarci quando le due bestie apocalittiche Chiesa e Mondo sono ampiamente infiltrate da Satana in persona? Nella prima è entrato il 29 giugno 1963, cfr. QUI, e nel secondo il 1 giugno 2016, cfr. QUI.

Quando l'Oligarchia occulta è continuamente spinta da lui, al quale si è venduta, a compiere i crimini più orrendi, soprattutto concernenti i bambini e ad alimentarsi con le energie della paura e dell'odio che suscita nei popoli, sperando di schiavizzarli e ucciderne una gran parte?

Quando le chiese sono diventate un teatro di cui disporre, dove ci si può sbizzarrire su qualsiasi cosa in nome del modernismo? C'è solo l'imbarazzo della scelta: dalle sfilate di moda (ved. QUI) agli esercizi ginnici (QUI), dai saltimbanchi alle tavolate per i poveri, dai dormitori all'esposizione delle "pachamama" in Vaticano... QUI e QUI.

Possibile che non ci si accorga dell'ondata pericolosa di provvedimenti che i governi, spinti a loro volta da un intento diabolico, stanno perpetrando ai danni dei cittadini, che blandiscono, presentando loro le cose e le nuove disposizioni legislative come se fossero un bene giusto, una conquista di salute e di libertà?

Ecco quale legge, probabilmente, sarà approvata entro luglio. Che bella combriccola abbiamo al governo!



Si sente dire ancora da troppi, mentre il pensiero dopo la frustrazione del confino in casa è rivolto agli svaghi e alle vacanze a guisa di rivalsa, che gli accadimenti della Chiesa non interessano, che le sommosse e le nefandezze ormai planetarie sono inevitabili in questo mondo... senza mai riflettere che ne facciamo parte... e che, se ne diventassimo consapevoli, la nostra coscienza collettiva innalzata a Dio, che è stato vergognosamente estromesso (cfr. QUI), sarebbe decisiva per un cambio repentino di situazione.

Scrivevo QUI, a dicembre, che a marzo sarebbe iniziata la tribolazione profetizzata da Daniele al cap. 9,27 del Vecchio Testamento, dove avvisa che sarebbe stato abolito il Sacrificio dell'altare dando luogo all'abominio della desolazione... e non è andata forse così?

Le chiese sono state chiuse, le persone distanziate, e là dove solo ultimamente è possibile assumere l'Eucaristia (sempre che sia valida; cfr. QUI) la si deve accettare dalle mani guantate del celebrante con mascherina (sic!) e direttamente nelle nostre, a debita distanza gli uni dagli altri...

Siamo ora arrivati ad eventi surreali, come quello della brutale intrusione dell'Arma in piena Messa esequiale, per far rispettare la legge, profanando la sacralità della celebrazione e sanzionando il sacerdote, che giustamente NON si è interrotto, e lo sparuto gruppo di fedeli presenti.




Recentemente poi, a Lizzano (Taranto), il sindaco-donna è sceso addirittura in piazza contestando i carabinieri che erano stati chiamati dal parroco perché disturbato nella preghiera (indetta da lui a favore della famiglia naturale), da cartelli urla e striscioni dei manifestanti Lgbt, pretendendo che rilevassero i nomi dei fedeli oranti in chiesa (cfr. QUI).



In uno scenario così tragico e confuso, però, come ho descritto all'inizio e su diversi altri miei post, ad esempio QUI, QUIQUI e QUI, il Cielo non fa mancare la sua vicinanza con segni e miracoli che vengono visti ed apprezzati soltanto da coloro che hanno "occhi per vedere" "e orecchi per sentire" a loro consolazione e a gloria di DIO.

Se dunque si è innescata una gravissima persecuzione contro la cristianità, c'è anche una Forza provvidenziale che la combatte e protegge coloro che a lei si affidano, come è avvenuto nel caso seguente, riportato da un periodico bimestrale "Barnabas Aid" (nel mese di giugno, a pag. 3, come da link posto in fondo all'articolo) dedicato ai soprusi in atto nel mondo.

Miracolosamente liberati da Dio

Il nord della Nigeria è un luogo pericoloso per i cristiani, in particolare per coloro che hanno lasciato l'Islam per seguire il Cristo.

Ma l'editoriale della rivista afferma che Dio è intervenuto con la Sua Potenza per salvare 72 convertiti e i loro figli dagli attivisti di Boko Haram.

La storia comincia con un notevole gruppo di 500 nigeriani musulmani passati al Cristianesimo. Non rientra nella norma che questa tribù si unisca in un così gran numero, ma tutti erano già stati attaccati dai militanti di Boko Haram e speravano che un assembramento più grande potesse offrire loro una certa sicurezza.

Il commando terrorista invece non volle per nulla rinunciarvi. Decise di assalire il raggruppamento e catturò 76 persone conducendole al proprio campo. Là furono torturate e a quattro esponenti maschili fu ingiunto di rinnegare il Cristo e tornare all'Islam, altrimenti sarebbero stati fucilati. Rifiutarono, così furono colpiti sotto gli occhi di parenti e amici.

Una settimana più tardi, alle quattro vedove fu detto che avrebbero dovuto rinunciare alla fede cristiana o i loro figli sarebbero stati uccisi. Ricevettero un lasso di tempo per riflettere su quella scelta spaventosa.

A sera, mentre erano in attesa della morte, le quattro madri unite videro i propri figli entrare correndo ed annunciare eccitati che era loro apparso Gesù con il messaggio che sarebbe andato tutto bene.

Poi, il Medesimo Signore si manifestò anche all'intera cerchia delle persone rapite, dicendo loro di non temere e di confidare nella Sua protezione. Aggiunse che non dovevano rinunciare a Lui, ma di restare saldi perché Egli è la Via, la Verità e la Vita.

L'indomani, le quattro donne dettero la risposta ai militanti dichiarando che non avrebbero rinunciato alla propria fede nel Cristo. Già i soldati si preparavano a sparare sui bambini allineati contro un muro. La più piccola fra loro aveva quattro anni. Improvvisamente, quegli uomini armati cominciarono a gridare graffiandosi la testa e urlando a squarciagola: "I Serpenti! I Serpenti!"...mettendosi a fuggire da lì. Alcuni, addirittura, caddero a terra morti.

Uno dei cristiani presenti cercò la pistola di uno degli aguzzini deceduti, ma la piccola bimba quattrenne posando la sua mano sul suo braccio lo bloccò dicendogli: «Tu non hai bisogno di fare questo! Non vedi gli uomini in bianco battersi per noi?»




Certo, questa storia potrebbe essere anche non vera, ma chi può dirlo? Al Buon Dio non mancano di sicuro le possibilità per attuarla...

Comunque, l'articolo termina dicendo che, a riprova, si è pensato di mostrare ai sopravvissuti diverse immagini di Gesù per scoprire quale di esse, secondo loro, assomigliava maggiormente all'apparizione che avevano avuto. Ebbene, una sola rispondeva alla descrizione da tutti fatta su di Lui. Incredibile non vi pare?

Ho voluto andare a cercare la fonte originaria di questa storia e l'ho trovata, ma insieme ad essa mi si è stretto il cuore nel constatare quanti soprusi, delitti e barbarie stanno ancora subendo i cristiani sparsi nel mondo, soprattutto in quelle nazioni a maggioranza islamica o atea, come i paesi comunisti dove, per la loro fede sono invisi e perseguitati in tutti i modi possibili. (cfr. QUI).

E in tale contesto che si aggrava sempre più, non c'è nemmeno più la Chiesa come punto di riferimento, come baluardo che spunta le armi dei nemici del Cristo e di Sua Madre S.S. ma una "Istituzione" in combutta con l'Oligarchia il cui "Capo" non è più "Pietro" ma un "Giuda" che bacia le mani all'Èlite sionista-massonica e ipocritamente le scarpe ai politici africani mentre sottoscrive ad Abu Dhabi il "Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune"...

Non fa niente se poi muoiono a frotte i cristiani e in Cina con il "placet bergogliano" (ved. QUI) si sono acuite le persecuzioni... Quel che conta, per il Falso Profeta, è preparare la via per la comparsa dell'Anticristo, del quale in tutto questo tragico scenario si vedono già i prodromi...

Concludo con una citazione di San Paolo tratta dalla Lettera ai Romani 8, 35-37:

"Chi ci separerà dall'amore di Cristo? Sarà forse la tribolazione, l'angoscia, la fame, la persecuzione, il denudamento, il pericolo, la spada? Ma, in tutte queste cose, noi siamo più che vincitori, in virtù di Colui che ci ha amati" (e che ancora, nonostante tutto, continua ad amarci... dico io).

Post scriptum

Un ricordo dell'organo di Nantes che non c'è più, per gli amanti di musica classica:


Fonte dell'articolo sulla Nigeria: assistnews.net

Fonte originale sul periodico, sfogliabile in video, QUI

venerdì 17 luglio 2020

Gli aiuti puntuali e insperati della Legge Suprema


"Monaci Benedettini del San Gottardo soccorrono una famiglia."
Louise Hersent (1777-1860) - Museo del Louvre.

Sebirblu, 16 luglio 2020

Altre volte ho scritto e riportato nei miei articoli il profondissimo pensiero di un "Grande", ma così grande da divenire quasi irraggiungibile per le altezze vertiginose a cui giungeva il suo Spirito, precorritore dei tempi a venire.

La nobile figura di Pietro Ubaldi (ved. QUI) rimarrà nella storia dell'umanità come una gemma preziosa  donataci  dal Padre  durante il burrascoso  '900  per  illuminare di luce vivissima l'impervio cammino dell'uomo affinché non avesse più scuse per dichiarare di non sapere. (Cfr. QUI).

E come tutti gli uomini eccezionali che si distinguono ed emergono dalle brume dell'ignoranza e della materialità in cui si dibatte il genere umano, non è stato né compreso, né apprezzato (cfr. QUI), tanto da essersi dovuto trasferire in Brasile, dove almeno spiritualmente, quasi un paradosso per noi, quel paese si è mostrato più ricettivo ed evoluto.

La sua parabola vitale ebbe termine il 29 febbraio 1972 ma, sebbene l'organismo non fosse più in grado di sostenerlo, la lucidità cognitiva stranamente si acuì, rendendo palese una sorprendente attività "extra cerebrale" a conferma della sopravvivenza dello Spirito, malgrado la decadenza del corpo ormai giacente in ospedale.

In questo modo, egli riuscì fino all'ultimo ad esternare la sua analisi sui fatti e gli accadimenti  che avanzavano  in  sequenza  intorno a lui,  tramite la figlia Agnese, che si era prontamente adoprata per registrare su bobina quello che suo padre diceva, sebbene si pronunciasse con tante pause dovute all'affanno che lo tormentava.

Quelle parole avrebbero dovuto far parte di un terzo volume, a completezza di due altri precedenti intitolati "Pensamentos" (Riflessioni), nei quali egli aveva osservato l'azione provvidenziale della Legge di Dio, in taluni casi positivi e in talaltri negativi, vissuti da persone a lui prossime.

Ed è proprio l'importante e sconosciuto tema sulla "Provvidenza", di cui ho riportato QUI un brano esplicativo su come funzioni SEMPRE, se esistono certi presupposti di base, ad indurmi a pubblicare gli esempi da lui stesso raccontati e incisi dalla figlia, poco prima del trapasso liberatore.

Eccoli, in una sintesi abbreviata per ovvi motivi di spazio, mentre invito alla lettura completa delle sue ultime riflessioni al link che lascerò a piè di pagina.


Tintoretto (Jacopo Robusti) "Il Miracolo della Manna" (dettaglio).

"Ora parleremo della Legge, argomento supremo... direi schiacciante per le mie forze; ne parlerò in termini semplici, tra amici... perché l'ho vista lavorare, questa volta, sulla mia pelle... cercherò di compierne perciò un'esatta analisi... Eccomi dunque a narrarvi cos'è avvenuto.

Da circa un mese mi trovo in un letto ammalato, con varie complicazioni. Essendomi impossibile scrivere non sapevo come esprimere le mie idee. Devo qui far notare un fatto: come arrivavano queste idee?.. La malattia mi dava una sonnolenza profonda e un esaurimento fisico... notevole.

In queste condizioni, è successo che la parte fisica del mio organismo si è indebolita in modo estremo. Avendo intorno persone di piena fiducia, ho voluto abbandonarmi del tutto a loro e dimenticare le ansie e i pensieri di questo mondo.

Si è spento così qualsiasi focolaio di paure e preoccupazioni che sogliono empire il cervello allo stato di veglia. Quest'ultimo si è liberato, mettendosi a riposo insieme all'organismo che lo ospita. Tutta la parte fisica, perciò, è stata messa fuori causa.

In questa condizione di abbandono ed inerzia, non mi sono sentito affatto inoperoso; si è presentato un altro mondo, il mondo delle idee. La mia mente ha cominciato a pensare... ma, qui stanno succedendo delle cose attorno a me, io le vedo, le osservo, le capisco... c'è un fine che vogliono raggiungere. C'è una «intelligenza» che le dirige ed io, in questa pace... in questo vuoto... devo scoprire qual è il pensiero che sta dietro ai fatti che si compiono. Ecco gli accadimenti...


Marcello Ciampolini - "Dinamiche di elementi in movimento"

Circa un mese fa ho cominciato ad ammalarmi, leggermente, poi in modo sempre più grave fino a trovarmi in una stanchezza profonda, con gli effetti appena raccontati. Come ha operato la Legge in questo frangente?... Osserviamone il lavoro e cerchiamo di capire perché ha agito così e dove vuole condurmi.

Innanzitutto, evento stranissimo, ha fatto arrivare molti aiuti finanziari prima che io cominciassi a star male. Dico, aiuti finanziari, non perché sia povero, ma al fine di sostenere il peso enorme della malattia che sarebbe andato oltre le mie possibilità economiche.

La Legge sapeva che io ne avrei avuto necessità e... li ha inviati... imprevedibili... da gente attraverso la quale non mi sarei mai aspettato di ricevere nulla! Questo è il caso inspiegabile numero uno, passiamo al secondo.

Mi trovavo praticamente senza medico, solo qualche visita di controllo senza alcuna utilità. Pochi giorni prima che mi ammalassi, me ne è stato presentato un altro che abita nella stessa città dove io risiedo, proprio vicino a casa mia, e tale medico aveva ricevuto l'incarico di prendersi cura di me... È risultato ottimo, pieno di attenzioni nei miei riguardi... M'è stato di grande aiuto nell'incremento e risoluzione della malattia.

Passiamo al terzo evento...

In casa, affidata alle cure di famiglia, avevamo una bambina molto rumorosa che sarebbe stata di grande ingombro nel periodo della mia afflizione. I genitori di questa bimba dovevano rimanere nella grande città vicina dove soltanto lì era possibile trovare lavoro, ed essendo per questo molto impegnati, non potevano prendersi cura di lei.

Da moltissimo tempo il padre della piccola era alla ricerca di un impiego adatto; per sopravvivere lui e sua moglie si arrabattavano in modeste mansioni pur di racimolare qualcosa. Ecco che... inaspettatamente... mia figlia, chiacchierando con un signore, gli ha esposto la situazione di suo genero, a lungo disoccupato, sebbene fosse un legale esperto e molto intelligente.

"Proprio in questo momento ‒ ha replicato l'uomo ‒ abbiamo bisogno di un aiuto avvocato che ci risolva un caso difficile... Ce lo mandi questo suo ragazzo." E, detto fatto, il marito di mia nipote vi andò e cominciò a lavorare... È stato in grado di dare un valido aiuto per quella pratica complicata che gli altri non erano stati capaci di risolvere.

Così, il giovane iniziò ad essere ben visto, tanto che gli fu chiesto se avesse preferito un compenso fisso o uno stipendio regolare... Ha optato per quest'ultimo...




Qui c'è veramente da rimanere basiti, perché un ragazzo che per anni non trova posto da nessuna parte, faticando e logorandosi senza approdare a nulla, di botto, in un mese riceve un'offerta e realizza una posizione ottima ad altissimo stipendio, in modo da risolvergli nel contempo il problema della vita e della sua stessa famiglia, ha del miracoloso.

Infatti, l'aver trovato un'occupazione stabile gli ha comportato un alloggio regolare, liberando sua moglie dall'affanno di dover contribuire finanziariamente e quindi consentendo  a  costei  di  accudire  non  solo  la bambina  ma anche la casa.

È stato così che la piccola (a me pronipote, in quanto io suo bisnonno) ha potuto lasciare la mia famiglia per andare nella sua, dando a me la possibilità di affrontare "tranquillamente" la patologia in atto.

È una cosa incredibile, insperata, inverosimile, ma è accaduta! e queste cose vanno tutte per il verso giusto... Ma c'è dell'altro, in tono minore ma notevole anche questo...

Poco prima di ammalarmi, essendo qui stagione calda, avevamo pensato di spostarci tutti verso l'altopiano vicino,  dove l'aria è più fresca e più salubre.  Eravamo pronti per partire... quando il medico ci ha suggerito: "tardate ancora una settimana... per prudenza".

Se non ce lo avesse detto, saremmo partiti fiduciosi... Cosa sarebbe successo se una forza provvidenziale non ci avesse impedito di partire? Saremmo arrivati in una casetta di campagna sprovvista delle cose più essenziali, come le medicine, i servizi, il telefono... adatta solo per villeggiare... un abituro isolato, lontano da ogni medico o perlomeno con aiuti sconosciuti e provvisori.

E come avremmo potuto fare là, perduti in quel deserto, quando il male, come poi realmente è accaduto, avrebbe cominciato a complicarsi senza fine, sino a ridurmi nello stato in cui mi trovo? In quelle condizioni sarei morto.

Invece, restando nel paese dove mi trovo, il medico è vicino, tutti ci conoscono, non ci manca nulla, abbiamo le comodità... gli aiuti, tutto ciò di cui abbiamo bisogno. Solo cosi mi sono potuto salvare perché ero ridotto molto male...

Riflettendo... anche il consiglio datoci è stato immesso nella mente di quel medico per suggerirci di aspettare una settimana, quella decisiva, che ha evidenziato quanto il male stesse aggravandosi. Se egli non avesse espresso il suo parere di indugiare una settimana, di nessuna importanza in quel momento... quale corso diverso avrebbe preso tutta la faccenda?...




E qui ho finito di raccontare i dettagli dei fatti, ed ora uniamoli insieme, vanno tutti nella medesima direzione! Mirano alla stessa cosa e la attuano per vie insospettabili! Ampiamente imprevedibili... su cui io non ho influito per nulla e tantomeno qualcuno dei miei.

Tutto è stato automatico, libero!... Nemmeno le persone che mi stanno intorno hanno interferito  perché  ignoravano  le  cose!  Sono  tutte  previsioni  di  fatti  impensabili! E tutto ciò è avvenuto!... Ma qui c'è un pensiero... una volontà... Io questa Forza la sento!... La tocco!... Mi stringe... mi trascina... mi travolge!...

Ho dovuto fermarmi un momento per rimettermi dall'emozione. Non faccio teorie. Questa Forza mi salva, mi aiuta... mi fa vedere che cos'è, che cos'è il «Sistema», che cos'è Dio... che cos'è quest'altro mondo che l'essere umano così poco vede, immerso nella posizione opposta, ai suoi antipodi... (Cfr. QUI; ndr).

Quanta tenebra, quanta cecità!... poveretti, non hanno gli occhi... se li sono schiacciati con le loro mani, e non possono più vedere!... Credono e inneggiano a cose che stanno al rovescio, al negativo, e corrono verso il basso, piuttosto che correre al positivo verso l'Alto... Ah, che tristezza!... Dio aiutami!...

Sono costretto ogni tanto a fermarmi, per riprendermi dall'emozione... Ecco dunque che  al  polo  opposto  alla  Legge,  che io chiamo  il Sistema,  ossia l'immensa Bellezza che adesso stiamo osservando, sta l'«Antisistema», quello appena descritto... il polo contrario.

Nel Sistema tutto è positivo: bontà, vita, giustizia, ordine, bellezza, amore... non so dir di più... Ebbene, questa Legge ora mi conforta, è mio Padre che mi sta accanto, è il mio Amico fedele... Lo devo dire per forza!... non è una fantasia!... Ma non abbiamo osservato insieme gli eventi? Come interpretarli d'altronde?... I fatti sono fatti... e parlano chiaro...

Ora, le conclusioni che traggo da questa mia analisi sono enormi... sono qualcosa di travolgente!... Ho raccontato tutto ciò che mi è successo non per far sapere le cose mie, ma perché ho voluto presentare agli occhi del lettore gli accadimenti vivi, come li ho vissuti! Affinché li viva pure lui e si renda conto dell'immenso tesoro esistente che anch'egli un giorno potrà sperimentare!...

Cerchi di avvicinarsi, come ho già detto, centimetro per centimetro a questa grande Luce, faccia un passetto per volta, qualunque sia la fatica che questo implichi, non esiste alcuna misura che possa limitare la Grandezza e la Bellezza di quello che lui troverà in fondo alla strada..."




Relazione libera di: Sebirblu.blogspot.it

Estratto in sintesi abbreviata da: pietroubaldi.com