lunedì 29 novembre 2021

L' Anticristo è alle Porte della nostra Civiltà...




Sebirblu, 28 novembre 2021

Nell'accelerazione degli eventi che da quasi due anni sconvolgono l'umanità, costringendola a chiudersi in sé stessa e a subire pesantissime conseguenze di carattere sanitario, sociale e politico, vi è soprattutto l'aspetto spirituale, non considerato per nulla dai più, ma assolutamente primario.

Come denunciato, e oserei dire "urlato", nell'arco di un lustro dal coraggioso Don Alessandro M. Minutella, il "Leone" di Maria, seguito a distanza da Mons. Carlo Maria Viganò (ved. QUI), siamo giunti ormai agli ultimi passi decisivi per l'ingresso trionfale del «Figlio di Lucifero» nella storia umana.

Non ci si crede? Bene! È proprio questa posizione apatica, stolta e ignorante da almeno tre generazioni che ha contribuito a formare il terreno ideale per la sua comparsa! Il progetto infernale pianificato dall'Élite satanista ai danni dell'intera umanità non poteva però concludersi senza l'usurpazione del Trono di Pietro da parte del Falso Profeta (Bergoglio), precursore dell'Anticristo.

Da quel nefasto 13 marzo 2013 (ved. QUI e QUI) è iniziato il conto alla rovescia per l'«Abisso», sull'orlo del quale ci troviamo adesso. Sono trascorsi otto anni e nove mesi con il prossimo dicembre, e tutti hanno fretta...

L'Élite morde il freno, sa benissimo di avere le ore contate e ha paura del "Risveglio" sempre più esponenziale delle masse che vorrebbe a tutti i costi eliminare asservendo il rimanente, come robot a sua disposizione...

Gli incontri avvenuti nella capitale fra Schwab, Draghi, Mattarella, Macron e Bergoglio non promettono nulla di buono, e perché dovrebbero, dal momento che costoro sono soltanto "pedine" del "Potere Occulto" che domina il mondo?

Quello stesso "Potere", rappresentato proprio dalla "Bestia della Terra", il "Falso profeta", che ha le corna d'agnello e parla come un Dragone (Ap. 13,11), il quale lo scorso 4 aprile ha scritto una lettera al FMI e alla Banca Mondiale, a dir poco scandalosa (ved. QUI e QUI), auspicando una "governance globale" dopo la crisi creata intorno al coronavirus.

Lo stesso "Potere" a cui danno terribilmente fastidio le innumerevoli profezie, private e non, che hanno preannunciato questi tempi apocalittici, prevedendo con un impressionante anticipo quello che sarebbe avvenuto in Vaticano con l'«esproprio» diabolico del Soglio di Pietro (ved. QUI, QUI, QUI QUI, ma anche QUI e QUI di JNSR) ad opera di una cricca di cardinali massoni (ved. QUI, QUI, QUI e QUI).

Tanto fastidio che parecchie di esse, tra le più credibili, predicenti una futura pandemia e una pericolosa campagna inoculatoria di massa, sono state fatte "sparire" dalla rete, come ad esempio quelle di JNSR, sia in francese che in italiano, della quale ho scritto molti articoli fondamentali per una maggiore conoscenza sostanziale inerente al nostro tempo e voluta dal Cielo.

Per questo motivo, pubblico di seguito un  ulteriore messaggio, trasmesso da Nostro Signore Gesù a questa mistica francese, sull'Anticristo e la condizione disastrosa in cui si trova ora l'intera umanità. (Cfr. QUI, QUI e QUI).

Lo riporto tale e quale è stato esposto

 


L'Anticristo

GESÙ: Dio è Amore. Con voi tutti Io cammino verso la Meta fissata da sempre dal Padre Onnipotente. 

Il Mio Santo Cuore è all'opera in questo Mondo, che non sa più dove va. Ma Io, come la sentinella nella notte oscura, veglio fino all'aurora. Veglierò su ognuno di voi. L'Aurora porterà il Nuovo Giorno, in cui ciascuna cosa sarà chiara, perché immersa nella Mia Luce risplendente. 

La notte sarà ancora tanto lunga e incerta: e il manto, celante la Luce che deve disperdere questa 'Notte d'Esilio' in cui gli uomini sono alla ricerca della loro vera Terra, sarà spesso. Gli uomini malvagi impediscono alla Mia Luce di brillare. Essi vogliono far durare le tenebre, ma non possono più nascondere la Mia Verità.

Oggi le tenebre sono dappertutto, come se dovessero sempre esistere, prendendo possesso di tutti i luoghi. Io so che è molto difficile farvi un'idea di tutto quello che si nasconde attualmente dietro le false apparenze di santità e di pietà fervente. Non sono affatto vere. Certi luoghi sono infestati come l'antro stesso, dove abita il Male. (Cfr. QUI, QUI, QUI e QUI; ndr).

Io conosco, uno per uno, quelli che vi sono già e coloro che vi si sono appena insediati, travestiti da agnelli. Sanno che presto li smaschererò. Sanno che non ne hanno ancora per molto di spadroneggiare nel Nome di Dio, sulle Sue faccende e sui Suoi figli.

Colui che li denuncerà è grande ai Miei occhi, poiché nel Mio Cuore Io conosco bene il suo Sacrificio e so che egli è con Me in questa purezza per liberare infine il Mondo, cominciando da ciò che è alla base di questa orribile corruzione.

Non ingannatevi, non giudicate alcuno, perché Io non sono venuto per giudicare, ma per salvare ancora una volta. E se 'colui' che Mi sfigura così, si pente davanti al Mio Sacro Cuore e alla Mia Santa Croce, Io lo libererò dal suo male e dalla sua pena, perché nessuno conosce meglio di lui il Mio Amore infinito e sa di aver meritato già mille volte la morte, se la Mia Misericordia non avesse placato la Mia Santa Giustizia. In questo specchio in cui si vede, egli attende il Mio Giudizio e continua ad agire, spinto dal Male, a cui si è incatenato volontariamente.

Io posso liberarlo da questa condizione funesta, ma oggi egli non lo vuole ed è ancora assai lontano dal volerlo. Continua a farMi soffrire, non nel Mio Corpo di Gloria, 'carne' tre volte Santa, ma nel Mio Spirito, che è pieno di sofferenza. Il Mio Cuore è triste da morire e la Mia Anima piange, come nel giardino degli Ulivi, perché sono in attesa dei traditori.




Sono numerosi coloro che verranno per distruggere ancora più profondamente la Mia Chiesa Santa. Essa sarà come una madre, a cui vengono tolti i suoi piccoli. Diventerà come un bambino che ha appena perso coloro che gli hanno dato la vita:
  • perché sarà colpita in ciò che ha di più sacro in lei, in ciò che essa custodisce nel suo seno con Amore e Rispetto, con Fede e con Forza;

  • perché si arriverà a violare il suo Tabernacolo, dove Io sono Vivente.  Si arriverà a gettare a terra la Mia Vita!

Si profanerà tutto ciò che la Mia Chiesa custodisce di sacro e di benedetto, tutte le ricchezze spirituali che essa conserva da secoli, dalla sua origine.

Ecco perché Io soffrirò.

Ecco ciò che sarà la Mia seconda Morte.

Ecco come si compiranno le Scritture:
la profanazione del Luogo Santo,
la terribile Abominazione.

In Verità, Io ve lo dico, mai la Chiesa ha conosciuto simile insulto e, questo, sarà talmente esteso e così ripetuto, che anche i Santi del Cielo non potranno calmare la giusta Collera di Dio: essi resteranno in ginocchio davanti al Suo Trono, per tutta la durata di questa Purificazione terribile.

Allora 'colui' che ha potuto suscitare una così tremenda abiezione, non potrà più restare nell'ombra. Uscirà allo scoperto per finire quello che i suoi servi hanno cominciato.

Egli è l'orrore personificato, colui che nessuno ancora ha potuto superare da secoli e secoli: nessuno di quelli che sono stati degli Anticristi prima di lui, perché lui medesimo è L'ANTICRISTO, il Nemico di Dio, il figlio della perdizione, per il quale l'orrore non ha più nome, poiché ne è il totale emblema.

Egli sarà come un re in mezzo a questo popolo di demoni e suo padre, il diavolo, non potrà dire che non l'ha generato. Egli non lo supera, ma gli è simile in tutto.



Figlia Mia, Io non posso fermarMi qui, perché non dovete rimanere su una simile descrizione, senza conoscere il seguito.

Resterò per un Tempo nel silenzio, come ti ho già detto, poiché 'colui' che doveva venire prima di Me, secondo le Scritture, sarà lì a sconvolgere tutto. In seguito romperò il Mio silenzio, perché il Mondo Mi chiamerà per essere salvato. Nota fin dove dovrete andare per sapere che il Male esiste e che gli uomini non Mi hanno creduto, ancora una volta. 

Figlia Mia, Io te l'ho detto, ti avvertirò a poco a poco di ciò che deve succedervi per permettervi di comprendere meglio quello che dovete fare per attraversare questi tempi. Quando il Male raggiungerà il suo culmine, quando il Culto sparirà per un tempo, riunitevi in piccoli cenacoli, pregate uniti, perché Dio venga presto a liberarvi. Dio vincerà, ma con voi.

Pregate e vegliate: l'Ora è vicina.

Dio viene ad aiutarvi.

Vieni, Signore GESÙ! Amen.

Maranatha!

Io ti ho parlato di ciò che accadrà presto. Vi chiedo di prepararvi con Fede per resistere a questo tremendo confronto con il Male, che si scatenerà ovunque:
  • ci sono le vostre preghiere ed il vostro Amore per Dio e per i vostri fratelli;

  • invocate i Nomi benedetti: "GESÙ, MARIA, Giuseppe, siate il nostro rifugio in questa tempesta!";

  • invocate i Santi Nomi del Padre, del Figlio e dello Spirito, segnandovi ogni volta;

  • invocate il Nome di MARIA, Regina e Vergine, terrore dei demoni:

"Salvaci! Allontana da noi il Male!";

  • invocate il Nome di San Michele Arcangelo:

"Difendici da tutti gli attacchi del Maligno!";

  • portate lo scapolare di Nostra Signora del Monte Carmelo e la Croce di San Benedetto;

  • recitate senza sosta e dappertutto delle Ave Maria;

le vostre armi siano il Santo Rosario e la Santa Croce

  • portate su di voi la medaglia miracolosa; baciatela spesso;

  • recitate, senza dimenticare un solo giorno, la preghiera quotidiana di Dozulé. (Ved. QUIQUI; ndr).



È tempo di dire: "O Croce che salvi, salvaci!".

  • Raccogliete tutte le Sacre Ostie che saranno rimaste abbandonate e davvero in pericolo, prima che subiscano la profanazione. Nascondetele devotamente. L'Altissimo vi ricompenserà. Dio sarà accolto come il Bambino del Presepe, Santo Innocente, protetto come fu da GIUSEPPE e da MARIA.

Il Padre ve lo permette, per un tempo, questo Tempo di tormenti.

  • In seguito farò scendere il Fuoco dal Cielo per bruciare ogni impurità.

  • Colui che porta nel suo Cuore il Nome del Salvatore GESÙ-CRISTO, sarà salvato.

  • Io salverò anche coloro che vengono ancora e per la prima volta a pentirsi dei peccati, anche con quelli più inconfessabili, ai piedi della Croce Gloriosa. Questa Croce, che l'uomo non avrà eretto, ma che Dio Onnipotente eleverà davanti a voi nel momento in cui tutto sembrerà precipitare verso il nulla, vi attirerà e vi salverà. Dio vuole riunire tutti coloro che Lo amano in Verità con coloro che Lui ama, e li renderà perfetti nella Verità della Sua Santissima Croce.

Il Santo dei Santi vi salverà.

Amen.

+ + +


Relazione, adattamento e cura di Sebirblu.blogspot.it

Messaggio tratto dal 4° vol. di "Testimoni della Croce" di JNSR - Ed. Segno.

giovedì 25 novembre 2021

Siamo appesi a un FILO, ma a quello ARGENTEO però!




Sebirblu, 25 novembre 2021

La prima cosa di cui dovrebbe occuparsi l'Essere umano, al di là di qualsiasi altro interesse, riguarda il sapere se la vita rimane davvero circoscritta in un lasso di tempo relativamente breve o se prosegue oltre la "morte" fisica. (Consiglio di documentarsi QUI e QUI).

È infatti inspiegabile come, ancora oggi, la maggioranza degli uomini, pur essendo consapevole di dover prima o poi morire, non si dedichi seriamente alla ricerca per saperne qualcosa di più. Ma di questo concetto ne ho parlato QUI, riportando uno splendido brano di Blaise Pascal sull'Immortalità dell'Anima.

Essendoci però sempre qualcuno desideroso di approfondire tale argomento, debbo dire che uno degli aspetti più interessanti concerne il "filo argenteo", una specie di cordone  ombelicale  che  connette  il  corpo fisico  a  quelli  sottili  (cfr. QUI e QUI) e che si spezza al momento del trapasso: in modo netto con una morte improvvisa, e sfilacciandosi  lentamente  in  caso  di  malattia.




Ma quel che molti non sanno è che ne fa menzione persino la Bibbia  nell'Ecclesiaste o Qoèlet, dove al cap. 12: 1 e 6-7, si legge:

"Ma ricordati del tuo Creatore
nei giorni della tua giovinezza,
prima che vengano i giorni tristi [...],
prima che si rompa il cordone d'argento
e la lucerna d'oro s'infranga   (e la Scintilla divina venga liberata)
e si rompa l'anfora alla fonte  (e decada l'involucro fisico)
e la carrucola cada nel pozzo  (e manchi il sostegno spirituale per evitare l'abisso)
e ritorni la polvere alla terra, com'era prima,  (e il corpo si disgreghi)
e lo Spirito torni a Dio che lo ha dato. [...]"

Come si vede non è una "fantasticheria" senza radici, e con tutto quello che sta succedendo intorno a noi, sarebbe meglio concentrare la nostra attenzione su ciò che rimane anche "dopo", piuttosto che dare importanza a quanto svanisce o si deteriora nel tempo!

Ma a questo discorso, purtroppo, si diventa sensibili solo quando si è toccati dal dolore (sul tema cfr. QUI e QUI) e, nostro malgrado, costretti a volgere lo sguardo interiormente domandandoci quale sia il vero senso della vita.




Estelle Roberts, una delle maggiori sensitive e medium del secolo scorso, riferì che quando si trovava al capezzale di suo marito Hugh, al momento del trapasso assistette alla sua uscita dal corpo.

Osservò una nubecola emergere dal retro della testa che modellandosi gradualmente, diventava poco a poco la sua replica fisica, e mentre il suo organismo si spegneva, la controparte eterea acquisiva maggiore vitalità attraverso una "corda" scintillante ed argentea costituita da innumerevoli filamenti intrecciati fra loro.

Una sorta di corrente energetica spiraliforme scorreva attraverso di essi rinvigorendo e delineando sempre più l'aspetto animico del suo caro.

Vide pure che gli stessi, uno dopo l'altro, si spezzavano e si ritraevano come un elastico, fintantoché l'intero "cordone" non si ruppe del tutto e la forma del suo congiunto, che nel frattempo era rimasta sospesa a circa trenta centimetri dal corpo fisico, si raddrizzò, proprio come fa un tronco dopo essere caduto in acque profonde, e fluttuò via da un angolo della stanza.

Tale  "cordone" luminescente  è  connesso  alla  ghiandola pineale  (che è la prima a formarsi dopo il concepimento; ved. QUIQUI) e al plesso solare, in un insieme armonico, portatore continuo di forza vitale dai piani invisibili a quelli umani e viceversa, allorché da questi l'Essere si stacca.

Emblematico inoltre è il caso accaduto a Raymond, il figlio di Sir Oliver Lodge (noto pioniere dello spiritismo moderno di inizio novecento), deceduto combattendo in Francia e contattato tramite la celebre medium Gladys Osborne Leonard, egli descrisse un interessante episodio con estrema chiarezza, avendovi presenziato.

L'Entità rivelò che il "vestito fisico" non si decompone fino a quando lo Spirito non lo lascia e spiegò quello che vide.

Un uomo avrebbe dovuto essere cremato dopo 2 giorni dalla constatazione di morte (cfr. anche QUI), ma quando i familiari lo vennero a sapere, chiesero l'intervento di un medico-spiritualista accanto alla salma.




Il sensitivo comprese che il defunto non aveva lasciato il suo corpo perché ne era ancora profondamente attratto e quindi, mentre lo convinceva a staccarsene, si avvide che la "corda" continuava ad essere congiunta all'organismo fisico, seppure in modo flebile, perciò dovette attivarsi il più presto possibile per reciderglielo onde evitargli orribili sofferenze.

Quell'anima sentì l'equivalente di una piccola scossa, come se gli avessero amputato un arto, ma doveva essere fatto. Raymond suggerì un periodo di attesa di sette giorni prima della cremazione. "La gente è così imprudente", disse a suo padre. "Credo che tutti pensino sia giusto farli sparire subito, visto che sono morti".

La "corda" lucente ha un'estensibilità enorme perché l'Essere può trasferirsi ovunque: non solo da un punto all'altro della Terra ma nell'Universo intero e senza alcuna limitazione se non quella data dall'evoluzione stessa dell'individuo, che gli permetterà di arrivare soltanto là dove il suo pensiero è in grado di giungere e non oltre. (Per approfondimenti sul piano astraleQUI).

Così, mentre solitamente il corpo fisico dorme (perché molti evoluti si staccano da esso anche durante lo stato di veglia), la Scintilla divina, avvolta nei suoi "abiti" sottili, spazia dove vuole (ved. QUI), inviando costantemente all'organismo, tramite questo "conduttore magnetico", l'alimento sostanziale per la vita di tempo.

Il più delle volte non ci si ricorda delle "escursioni" notturne; dei veri e propri viaggi nei quali si possono visitare in tutta libertà luoghi e paesi per soccorrere qualcuno, incontrare parenti e amici, sia trapassati che dormienti nei loro involucri terreni ma attivi a livello astrale.

Coprendo distanze considerevoli, il "filo argenteo" si assottiglierà sempre più potendo diventare dello spessore di un capello, ma non si spezzerà mai, né tanto meno verrà reciso se non a causa del termine stabilito per la durata dell'arco vitale.

E quando arriverà quel momento, ci accorgeremo che il distacco dall'ancoraggio fisico sarà completamente indolore, come se ci trovassimo ancora nel sonno, ma liberi dagli affanni e dalle malattie, dalle costrizioni della materia e da sofferenze di ogni tipo, a patto però che ci trovi preparati e consapevoli della nostra eternità.




La morte non è poi così terribile come la si è sempre dipinta; è una vera e propria nascita sul piano spirituale; è la vita che prosegue in barba allo spauracchio della "fine" paventato da tutti coloro che insistono a rimanere nel buio dell'ignoranza, tanto più colpevole quanto maggiormente dettata dall'indolenza e dall'indugio ad oltranza,  stretti  dalle  spire  soffocanti  della  materia.

L'unico problema non è il trapasso da una dimensione ad un'altra, ma la posizione interiore in cui si trova l'individuo nell'abbandonare il "bozzolo" di materia per librarsi come farfalla e volare libero.

Il continuo e reiterato permanere invischiati nei vizi personali (cfr. QUI e QUI) ed assecondare, spesso senza freni, le tendenze corporali esigenti soddisfazione, portano ad un appesantimento delle molecole costituenti il corpo eterico-astrale e ottundono, offuscandolo, il mentale inferiore, sede dell'intelletto, non permettendo l'ingresso ai più alti livelli dove la vita che ci attende è davvero meravigliosa!


domenica 21 novembre 2021

Due Voci in simultanea invitano ad unirsi...


Yuri Platov
 
Sebirblu, 21 novembre 2022

In questi ultimi giorni, quasi in simultanea, stanno alzandosi due potenti Voci sullo scacchiere planetario nell'intento di contrapporsi all'avanzata arrogante quanto nefasta della dittatura occulta a cui hanno aderito pressoché tutti i governi sostenuti  dai  media  corporativi,  insieme  agli  organismi  istituzionali (come  la  magistratura) e incredibilmente, da otto anni, pure con la Chiesa Cattolica capeggiata dal Falso Profeta e dai suoi prelati apostati.

Ciò che risulta strano è che ambedue le voci provengono dal mondo cattolico e annunciano l'urgenza di unirsi per costituire una barriera al sopruso e allo stato di diritto, infranto.

L'una, autorevole, decisa e rigorosa rappresentata da Mons. Carlo Maria Viganò; l'altra più sommessa e meno amplificata ma altrettanto impavida perché sorretta dalla Vergine Santa nella figura di don Alessandro Maria Minutella.

Ecco il breve video del presule, a cui consiglio vivamente di prestare attenzione. Il testo scritto lo si trova nel sito di Aldo Maria Valli, QUI. Per gli smartphone QUI.



Entrambe le voci, però, rimangono distanti fra loro perché l'ex Nunzio Apostolico statunitense, pur denunciando a chiare lettere l'abbraccio mortale che Chiesa e Mondo stanno attuando sui popoli per l'instaurazione di un Nuovo Ordine Mondiale, non ha ancora chiarito apertamente che Jorge M. Bergoglio NON È IL PAPA, bensì un USURPATORE del soglio di Pietro, essendo stato eletto con l'inganno dalla Massoneria ecclesiastica. (Cfr. QUI, QUI, QUI, QUI, QUI e QUI).

Questo è ciò che impedisce alle due Voci di diventare UNA SOLA e combattere con più forza il Maligno che ormai avanza pericolosamente per asservire e decimare il più possibile l'odiata umanità.

L'ennesima  scure  (la  riduzione allo  stato  laicale)  si  è  abbattuta  ancora  una  volta sul coraggioso Don Minutella che, procedendo vieppiù determinato a difesa della Tradizione cattolica, raccoglie attorno a sé un numero sempre maggiore di anime da tutto il mondo. Di seguito il suo annuncio ufficiale. Cliccare QUI per gli smartphone.




La gravissima condanna inflittagli dalla pseudo-chiesa bergogliana tramite la Diocesi di Palermo gestita dal "modernista" Corrado Lorefice ‒ il vescovo presentatosi in bicicletta presso l'altare, di cui ho parlato QUIha indotto il valoroso sacerdote a decidere di "uscire definitivamente da Babilonia", la Falsa Chiesa Cattolica, come è scritto in Apocalisse 18, 4-5:

E udii un'altra Voce dal Cielo che diceva:"Esci da Babilonia, popolo mio, affinché tu non sia complice dei suoi peccati e coinvolto nei suoi castighi. Poiché i suoi peccati sono ascesi al Cielo. E Dio si è ricordato delle sue iniquità."

Egli, infatti, consigliato dalla Vergine che lo affianca di continuo (nonostante le derisioni e i lazzi dei denigratori) e da un pool di avvocati, ha pensato di costituire un'associazione giuridicamente a sé stante "Il Piccolo Resto di Maria" per poter liberamente espletare la propria missione di Ministro senza incorrere in eventuali sanzioni legislative dovute ad un ruolo che non gli "competerebbe" più, almeno in apparenza.

Ecco il video della sua dichiarazione. QUI per gli smartphone.



A seguito di questo, pubblico l'annuncio del gruppo "Rinascita Mariana", che fa parte del  "Piccolo Resto",  affinché si sappia che  finalmente  i  VERI FEDELI  hanno scelto di abbandonare la falsa "nave" di Pietro, diventata ormai una prostituta agli occhi di Dio,  per seguire in autonomia, nel Nome di Cristo,  la Via Maestra della Salvezza.


Sono finiti i Tempi della Schiavitù!

Il Signore ci chiama ad attraversare il Mar Rosso...

Ieri è stato un giorno horribilis per la falsa Chiesa bergogliana, in quanto si è definitivamente consumato uno scisma senza più ritorno.

Riducendo allo stato laicale, don Alessandro Maria Minutella, gli apostati hanno abbandonato definitivamente 2000 anni di sano magistero cattolico, rigettando i continui richiami alla Verità del sacerdote palermitano.

Don Alessandro ha detto che da ora in poi non parlerà più di Bergoglio. Finora si è adoperato, quotidianamente e con grande passione, per svelare ai fedeli il grande inganno che si sta perpetrando nella Chiesa Cattolica ad opera della massoneria.

Ma il clero è rimasto sordo ai suoi richiami, i sacerdoti non sono usciti allo scoperto, perciò da questo momento l'arca si chiude e come suol dirsi: "chi è dentro è dentro e chi è fuori è fuori".



Potrebbe sembrare una semplice invettiva contro la falsa Chiesa, senza alcuna particolare conseguenza. In realtà, da questo momento, inizia una vera e propria fase nuova nel Piccolo Resto Cattolico.

Se finora, infatti, eravamo considerati una sorta di corrente "estremista" all'interno della Chiesa, adesso, per tutelarci giuridicamente, saremo costretti a darci una denominazione e a costituirci come organizzazione legalmente riconosciuta.

Diversamente, saremo considerati dei truffatori o degli abusivi e don Alessandro potrebbe essere perseguito dallo Stato come un losco personaggio in talare che si spaccia per sacerdote cattolico.

Non dobbiamo pensare che don Minutella stia fondando una sua propria Chiesa contrapposta a quella Cattolica, come vorrebbero far credere i suoi avversari.

Il Piccolo Resto è semplicemente quella parte sana della Chiesa di Cristo che non si è voluta piegare alla menzogna ed ai diktat del falso Papa, costretta ad organizzarsi autonomamente per poter sopravvivere alle dure persecuzioni della Massoneria ecclesiastica.



Riducendo don Minutella allo stato laicale la falsa Chiesa pensava di consegnarlo nelle mani dello Stato per farlo condannare, così come Cristo era stato consegnato nelle mani di Pilato per essere crocifisso.

Ma anche questa volta gli apostati hanno ottenuto l'effetto opposto rispetto a quello preventivato, in quanto non solo hanno fatto pubblicità al Piccolo Resto Cattolico, ma hanno creato le condizioni affinché esso si costituisse giuridicamente come realtà libera, sancendo la definitiva separazione fra vera e falsa Chiesa.

Come afferma don Alessandro, nulla accade per caso. Questo cammino è stato voluto dalla Santa Vergine e l'ulteriore sanzione contro il nostro caro don, potrebbe essere il preludio ad un evento clamoroso che dovrebbe verificarsi nelle prossime settimane.

Il nostro Piccolo Resto Cattolico finalmente ha raggiunto la piena maturità, si sta costituendo  come  gruppo  autonomo ed è pronto  ad attraversare  le acque del Mar Rosso, lasciandosi alle spalle la schiavitù d'Egitto, perpetrata dal suo indiscusso "Faraone" Jorge Mario Bergoglio.



Come scrive un nostro fratello marchigiano: "È profondamente vero quello che ha detto Don Alessandro ieri sera! Dio ci chiama ad uscire irreversibilmente da Babilonia, ci ha aperto il Mar Rosso che siamo chiamati ad attraversare senza paura di essere travolti seguendo il nostro Mosè che è Benedetto XVI.

Ci aspetta la traversata nel deserto, ma Dio ci donerà la manna per sfamarci e farà sgorgare acqua fresca dalla pietra per dissetarci, fino a quando non giungerà il tempo della nuova Gerusalemme dove scorre latte e miele.

Saranno i malvagi invece ad essere travolti dalla loro superbia, e per loro è scritto che non c'è scampo. Coraggio!! È ora di cingersi la veste, di mettere i calzari ai piedi, di prendere il bastone ed iniziare il cammino!! Avanti con Maria!!" 

Rinascita Mariana



Conclusione

Ciò che drammaticamente si presenta ora sul palcoscenico mondiale è una gigantesca impostura perpetrata all'unisono dalle due bestie apocalittiche ‒ Mondo e Chiesa ‒ (ved. QUI, QUI, QUI e QUI) per ridurre non solo in schiavitù, ma anche nel senso etimologico del termine per una riduzione vertiginosa delle popolazioni al VERO fine di catturarne le anime a sfida di Dio!

In questo contesto, ben venga dunque la voce altisonante di un alto ecclesiastico come Mons. Viganò, ma restando ancora Costui entro l'Ovile nel quale sono penetrati i lupi facendo razzia del gregge, non fa che apportare nuova confusione senza dare un indirizzo preciso ai cattolici dell'intero mondo che vedono in lui una guida da seguire e in cui sperare.

È giunto il tempo di prendere posizione, schierandosi decisamente dalla parte del Bene e non permanendo nella palude malefica del gran calderone in cui il Male troneggia, altrimenti, a mio avviso, non prendendone le distanze, come ha spiegato anche Andrea Cionci QUI, non si arriverà a nulla, anzi, addirittura se ne diverrà correi subendo alla fine la stessa tragica sorte.

A questo proposito, ho appena saputo che una "Declaratio" è stata preparata dalla giurista colombiana, avvocatessa Estefania Acosta (autrice di un importante libro su Benedetto XVI, VERO PAPA; ved. QUI) in diverse lingue QUI e in italiano QUI con le istruzioni QUI, per una petizione da sottoscrivere in merito all'inganno diabolico della falsa elezione di Bergoglio intronizzato in Vaticano.

Invito tutti coloro che ne sono ormai al corrente, anche per i numerosi post che sin dall'inizio ho scritto (ved. QUI), ad aderirvi a cuore aperto, affinché ogni intima coscienza davanti a Dio possa un giorno dire di aver contribuito a far emergere la Giustizia e la Verità.   

Relazione e cura di Sebirblu.blogspot.it

Fonte del testo QUI.


mercoledì 17 novembre 2021

"RELATA REFERO"... uno Scritto Straordinario!

 


Sebirblu, 16 novembre 2021

Già avevo esposto l'importanza del numero sette QUI, ma soprattutto QUI, ed è proprio l'entrante dicembre, il 21° mese da quel traumatico 9 marzo 2020, a ridosso della Sacra Teofanìa del Cristo sul mondo, a suggellare il 7 per ben tre volte (3x7=21) come INIZIO di un nuovo corso di Rinascita per l'umanità intera, profondamente vessata e ferita. 

Così come la Fenice risorge dalle sue ceneri, altrettanto sarà per il genere umano che, a dispetto di qualsiasi pensiero tenebroso e nefasto riceverà dal suo Divino Genitore, se trovato degno, l'opportunità di vivere e sperare anche al di là della morte fisica.


Presento qui il magnifico articolo pubblicato dalla redazione di Database Italia a firma di Ornella Mariani Forni, il cui profilo si trova a piè pagina dello stesso.

RIPARTIAMO...


Venti mesi e, alle nostre spalle, le riflessioni e le emozioni che hanno accompagnato il tempo, oscillando fra orrore, paura, dolore, disperazione, umiliazione e stupore:

per il tradimento subito da un Ceto politico, nel quale pur s'era voluto credere;

per la solitudine entro la quale ciascuno di noi è stato ricacciato e condannato a rivisitare e a rinunciare ad affetti e relazioni parentali ed amicali;

per la sofferenza impotente generata dal dover prendere doloroso atto d'aver coltivato legami effimeri, travolti dall'onda di piena dell'odio inculcato da un Establishment irresponsabile e corrotto;

per la paura di un morbo che non era tale, ma che era solo lo strumento di morte gestito da spregiudicati Avventurieri asserviti alle logiche del mondialismo più abietto di ispirazione malthusiana.

Venti mesi alimentati dal sospetto; dalla delazione e dall'odio sollecitati dal Governo; dal rifiuto dell'altro; dalla propaganda di un Regime che ha prostituito il Paese per rincorrere rendite fondate su sconsiderato e servile arrivismo.

Venti mesi di morte e di Morti.




Venti mesi di Vittime: di suicidio, di povertà, di disoccupazione, di droga, di incidenti stradali, raccontate come Vittime di un Virus al quale si è opposta la sperimentazione di un "vaccino" killer usato e giusto alla pianificazione dei lutti, al ridimensionamento demografico e ad una società patologizzata e come tale gestibile.

Venti mesi di menzogne veicolate da una stampa asservita e prestata ad un crimine epocale.

Venti mesi di soppressione dei Diritti, delle Libertà, della Costituzione stuprata con sistematico cinismo da Chi era ed è ancora pagato per onorarla, rispettarla, applicarla e coniugarla con l'Etica pubblica.

Venti mesi di sottrazione confessionile: di negazione di quel Dio inviso ed invidiato da orde di Soggetti senza scrupoli, senza anima, senza sentimenti: gusci vuoti il cui sguardo malvagio denuncia l'assenza di quella Umanità che intendono ribaltare in una Transumanità senza speranze.

Venti mesi di accesso negato alla Scuola, ai Tribunali, alla Giustizia comminata solo in danno dei più deboli.

Venti mesi responsabili del fallimento e della chiusura definitiva di centinaia di migliaia di piccole Imprese.

Venti mesi di esposizione della nudità ripugnanti di questi Mostri, peraltro rozzi e semianalfabeti, bollati dalle stimmate del satanismo e destinati a quell'inferno insufficiente alla espiazione di colpe inenarrabili.

Venti mesi di sofferenza e privazioni imputate ad un Morbo il cui nome oggi echeggia da un territorio all'altro delle nostre coscienze col vero suo nome: malvagia follia.



Un'arma rivolta anche sui Bambini, la cui innocenza è insultata da Genitori subornati e irresponsabili, mentre oscenamente il panico sociale si è trasformato in affare: l'affare/mascherine; l'affare/vaccini; l'affare/tamponi, regolati dall'abiezione del ricatto e dalla opzione a senso unico: scegliere fra morire di siero o morire di fame.

Comunque morire.

E tuttavia, dal settimo di quei ventuno mesi cominciarono a fiorire le prime gemme di una primavera difficile ma comunque foriera di un risveglio in grado di estrarre dalla contaminazione Quanti aggiogati, avvelenati, corrotti, fiaccati nello spirito e nel corpo.

E fu l'inizio della fine dell'eclisse della ragione.

E fu la consapevolezza delle Piazze.

E fu il fermento delle coscienze.

E fu l'espressione del coraggio.

E fu la rivolta del Bene contro il Male, poiché come Lazzaro, la Verità prese lentamente ad alzarsi ed a gridare, con tutta la sua forza dirompente, voglia di vita e voglia d'amore e voglia d'abbracci e voglia di Libertà.

Cominciò così quella stagione in cui i Tiranni vivono l'incubo che quel Gregge amorfo diventi Branco e che dalle macerie di uno straziante dopoguerra fuoriesca l'Italia.

L'Italia che vogliamo e che rilanci le proprie radici ed il proprio prestigio.

L'Italia in grado di mantenere memoria dei propri Martiri e dei propri carnefici.

L'Italia che, alimentata dallo spirito irriducibile di lotta, confini nell'isolamento i Profeti del dio denaro e riaffermi il Valore dell'Etica, della Famiglia, del Lavoro, della Cultura, della Informazione ed impugni l'arma della Verità, rinata dalla sue stesse ceneri.



Dalla drammatica ordalia è riemerso il gusto delle piccole, grandi cose: la capacità di riconoscersi al di là del conoscersi, la capacità di isolare Mistificatori, Manipolatori, Truffatori, Affaristi e valvole che il Regime usa per sorvegliare il dissenso, ovvero nuovi Profeti della vecchia menzogna ai quali sfugge la realtà, lo sgranarsi graduale delle maglie della rete: non ci saranno rattoppi possibili e credibili.

Venti mesi, dunque, al margine dei quali, insopprimibile, esplode un rigurgito di dignità e di sopravvivenza che ha trovato il terreno più fertile nella replica stessa del Virus: una Variante giusta a favorire le variabili della Storia.

Quella Variante oggi si chiama DATABASE ITALIA: uno strumento di comunicazione insostituibile e prezioso, tanto più per il suo avere affidato l'Informazione ad una squadra forte di Personaggi di indiscusso spessore umano, culturale e professionale come Ilaria Bifarini, Nicola Bizzi, Fabio G.C. Carisio, Andrea Cecchi, Umberto Ciauri, Valentina Cidda Maldesi, Livia Colonna, Valentina Ferranti, Carlo Freccero, Nino Galloni, Antonietta Gatti, Il Ficcanaso, Valentino Infuso, Gianmarco Landi, Ornella Mariani, Giulio Marini, Bruno Marro, Alessandro Meluzzi, Stefano Montanari, Enrica Perucchietti, Claudia Rigacci, Armando Savini, Paolo Sceusa, Stefano Scoglio, Anna Tsyba.

E con DATABASE ITALIA, forte del contributo dei citati Intellettuali, ripartiremo.

Anzi: ripartiamo.

Per donare una speranza di serenità ai nostri Connazionali anziani;

per salvaguardare una prospettiva di stabilità alla Generazione giovane, sedotta dall'artificio e condannata al precariato;

per restituire all'Infanzia i valori negati; per dare voce a Chi non è in grado di esigere il proprio diritto;

per assicurare il lavoro a Chi lo ha perduto;

per liberare il nostro povero e sgangherato Paese dai tentacoli della mostruosa piovra mondialista;

per rivendicare la nostra orgogliosa ragione identitaria.

Ripartiamo.

Tutti insieme: con il contributo di Chiunque di Voi vorrà leggerci, seguirci, sostenerci e condividerci, ce la faremo.

Sarà la Crociata del terzo Millennio e sarà valsa la pena combatterla.

Grazie, Ornella Mariani Forni



Relazione e cura di Sebirblu.blogspot.it

Fonte: databaseitalia.it