giovedì 1 giugno 2017

COMUNICATO per indurre Tutti a Intensa Riflessione



"Il Cristo a casa di Marta e Maria" di Henryk Siemiradzki  (1843 - 1902)

Sebirblu, 1 giugno 2017

Come far comprendere, gentili Lettori, che Gesù aveva corpo "APPARENTE" e che quindi non era un comune uomo come noi, tanto da sposarsi e avere figli?  (Come sbandiera Marina Tonini QUI; e per sapere il perché dico questo, è indispensabile leggere QUI, QUI e QUI).

Ma non si tiene in considerazione che è perlomeno sospetto il fatto che proprio in questo particolare periodo storico appaiano, come per magia, i più disparati reperti molto ben circostanziati e credibili?




Per chi non lo sapesse, queste "scoperte" fanno parte di un ben preciso programma per instaurare una Religione Unica e il Nuovo Ordine Mondiale, demolendo  le  fedi  soprattutto  in  ambito  cristiano.  (Leggere QUI e QUI dove, sotto l'etichetta Bergoglio ‒ il Falso Profeta, troverete la sequenza completa dei post esplicativi di quanto stiamo vivendo).

Ecco una piccola parte di un articolo che troverete QUI, nella sua interezza, e che la dice lunga su come stiano veramente le cose!

"L'infame progetto Blue Beam (Blue Beam Project) - allestito dalla NASA in quattro differenti fasi operative - si prefigge di accelerare il cammino verso l'instaurazione di un'unica religione mondiale di stampo natural-satanista.

La diffusione di un'unica religione globale è ritenuta un imprescindibile presupposto ideologico su cui fondare il cosiddetto Nuovo Ordine Mondiale.

La mancata unificazione degli attuali credo fideistici - infatti - è un ostacolo insormontabile rispetto ai piani di unificazione politica e sociale della popolazione planetaria.

La prima fase riguarda il «ritrovamento» di antichi reperti archeologici in precise zone del pianeta (in alcuni casi a seguito di sommovimenti geologici provocati artificialmente), scoperte talmente rivoluzionarie da sancire la definitiva smentita di tutte le certezze religiose coltivate dai popoli attuali del mondo.



Il frammento di papiro «rinvenuto» dove Gesù direbbe: "Mia moglie..."  


La Bibbia «ritrovata» in Turchia che attesterebbe la NON  Crocifissione del Cristo.  

Ogni nazione sarà così indotta a credere di aver male interpretato per secoli la propria stessa dottrina di fede.

La preparazione psicologica rispetto al primo segmento si riscontra in film e documentari atti a sostenere la «infondatezza» della cosmogonia creazionistica e l'incompatibilità dei tradizionali dettami religiosi con la natura umana (tra i tanti: Zeitgeist, Religious, Sex Crimes and Vatican, il Codice Da Vinci ed il recente Codice Genesi - n.d.t.)"

Come si fa dunque a sottovalutare fino a questo punto l'astuzia e le enormi possibilità di contraffazione e di inganno della Cabala?

E poi, basterebbe solo riflettere che se i più considerano valida una tale BESTEMMIA, è evidente che la Verità non vi ha nulla a che fare!

Non si capisce forse che la lotta satanica in corso è verso il CRISTO-DIO e di conseguenza verso tutti coloro che lo seguono? (Cfr. QUI e QUI).

I Cristiani nel mondo, in questi tempi apocalittici, sono in assoluto gli Esseri più perseguitati della Terra! Ecco cos'è successo QUI nel SILENZIO e nella generale INDIFFERENZA, ma di recente anche QUI e QUI; cfr. la mappa mondiale QUI.

Io, nella mia dignità di Spirito Divino, DENUNCIO che si è pervenuti a questa insostenibile situazione per l'avidità e la sete di dominio del Potere temporale della Chiesa del Rito. (Significato QUI).




Nei primi secoli sono stati distrutti una cinquantina di testi che avrebbero portato ad una maggiore presa di coscienza riguardante l'Evento Cristico, ma questo avrebbe irrimediabilmente minato il concetto di "Vero Dio e Vero Uomo". (Concilio di Efeso del 431 d.C).

Il Clero, infatti, pur possedendo le "Chiavi" non solo non le ha usate ma ne ha impedito l'accesso a quanti avrebbero potuto seguire gli autentici insegnamenti di GESÙ, ossia l'AMORE e l'UMILTÀ! (Mt. 23, 13).

Inoltre, vari scritti, ma principalmente l'Ultrafanìa nel prezioso ed ormai introvabile libro "LA VITA" di Gino Trespioli (lo presento ampiamente QUI, e da "download-are" QUI), parlano di ciò che è accaduto nei primi secoli del cristianesimo e soprattutto della "Manifestazione Cristo" con la ripetuta conferma della Sua Divinità.

Nell'episodio 536 a pagina 568, Trespioli domanda:

"Il Concilio di Nicea catalogava circa 50 evangeli di cui soltanto quattro, detto appunto il Tetramorfo, accolti. Forse perché questi ultimi sono tanto fedeli nel riprodurre la storia e la dottrina del Cristo, oppure la selezione era stata imposta dalla Chiesa, divenuta ormai un organismo politico militante?

Risponde il Maestro, Guida eccelsa di tutto il libro:

"Con il dominio ecclesiastico ed il prevalere dei magnati, dall'analisi dei testi si tolse quanto potesse essere espressione di vita altamente spirituale in distacco completo dalla materia, nonché quelle verità che dimostrano con prove vive la provenienza degli Esseri e la Meta loro.

Fu visto pratico porre in evidenza i castighi infernali e l'eternità di essi e, dall'altro lato, le paradisiache ricompense. Fu precisamente questo che prevalse sulle verità semplici dell'evoluzione, per cui il timore prevalse sull'Amore.

In quanto ai Vangeli non accolti, posso accertarti che contenevano pur essi verità vive: viva la legge della fratellanza; ma questa poneva tutti ad un grado unico, ed allora come giustificare distinzioni di titoli e di poteri? E vennero distrutti."

Interviene l'Essenza che impersonificava Giovanni Evangelista:

"E non ricerchi l'uomo nella storia informe per la nequizia degli egoismi vane verità. Negli Evangelisti legga e veda la splendente parola che sovraneggia: Amore!... In verità, in verità io ti dico che la via che conduce al Vero ha una sola porta: questa è il Cristo Gesù.

Egli venne a pascere le pecore e quelle pecore che si sono disperse e vollero vivere sotto altro Pastore, dovranno riprendere per altro giro la stessa strada che prima lasciarono."



Il Buon Pastore di Simon Dewey

E ribadendo la Sua assoluta Divinità tra le varie Entità che asseriscono la stessa cosa, Siddarta Gotamo, il Budda per eccellenza, dice dall'Oltre:

"Il buddismo segnò progresso, sviluppo morale, spirituale, sì... non già divino.

Trespioli: «Ha tuttavia molte affinità con la dottrina di Gesù».

Il Budda: "Non paralleli!"

Trespioli: «Permetti: la storia rivela grandi somiglianze: la tua nascita fu annunciata da prodigi; la tua esistenza fu di rinunce e di sacrifici; anche tu hai suscitato entusiasmi, e la tua Ambapali è Maddalena; ed hai sollevato odii...»

Il Budda: "Non paralleli!..."

Trespioli (incalzando): «...odii che sospinsero Devadatta, tuo discepolo, a farsi Giuda; e tua madre si chiamava Maia, e quella di Gesù, Maria; come a Maria secoli dopo i cristiani, così i tuoi seguaci salmodiavano a Maia, a Maia eburnea, a Maia purissima...»

Il Budda: "In nome di Dio, non paralleli! ‒ per la terza volta e risolutamente ingiunse. ‒ La mia fu reincarnazione, nulla più. Egli fu l'Unigenito!... Nessuna somiglianza, o uomo; io fui un inviato, un profeta, e intorno a me furono eventi di profezia, niente di più.

Una missione avevo: la Bontà. Come tale precorsi Colui che sarebbe stato la quintessenza superlativa della Bontà."

Trespioli: "Similmente a Lao, Confucio ed Osiride, come vedremo con Upali e Zoroastro, anche Siddarta, insieme alla nutrita schiera di Profeti minori, venne non per dare ma per preparare la Legge. L'evoluzione morale universale doveva culminare nel Cristo.

Questo concetto, diametralmente opposto alle mie precedenti convinzioni, veniva ripetuto, riconfermato, illustrato dalle Entità venienti dal Mistero con una coerenza e costanza impressionanti. [...]

Erano tutti costoro dunque delle Emanazioni divine? No, poiché tutti si inginocchiano, come ha fatto Confucio, soltanto ad uno, al Cristo, il SOLO Divino!" Episodio 448 a pag. 471 ‒ sempre del suddetto libro «La Vita».



Dale Terbush

Conclusione, con le parole del Maestro ("La Voce" sulle etichette):

"Gesù, il Salvatore dell'Umanità (perché immolandosi, ha aperto a tutti la Porta dei Cieli che prima era chiusa; ndr) è ancor oggi guardato come un profeta, quando non viene considerato come un uomo o quando non se ne pone in dubbio addirittura la presenza sulla Terra.

Gesù è il Cristo per coloro che hanno fede (pochi ancora, in verità); la massa tende ad ignorarLo o Lo vuole ignorare: dovrà soccombere e riconoscere."

Ed io termino affermando che "Uomo avvisato è mezzo salvato!" e come dice molto bene Sant'Agostino: "... affinché tutti gli uomini SIANO SENZA SCUSE!" (Da «Le Confessioni» X, 6-8).  

Nessun commento:

Posta un commento