venerdì 15 giugno 2018

Fornicazione attuata fra le 2 Bestie apocalittiche




Sebirblu, 13 giugno 2018

Se qualcuno non fosse ancora convinto o continuasse a vivere la propria vita come se non stesse accadendo nulla di particolare intorno a lui, deve sapere che siamo in piena Apocalisse, e che i Segni dal Cielo ci sono tutti per chi ha occhi e Spirito aperti.

"Repubblica TV" riporta: Un violento temporale ha colpito Roma nella notte tra il 7 e l'8 giugno. Una serie di fulmini si è abbattuta sulla capitale: uno di questi ha centrato la cupola di San Pietro, causando un blackout ad uno dei simboli più celebri della città. Il video è stato girato dal giornalista Rai, Alessandro Poggi."

Ma in questo fine settimana non c'è stato solo questo segno eclatante a manifestare il severo dissenso del Cielo contro la Chiesa apostata e traditrice, ma anche la riunione organizzata da Don Minutella a Verona per consacrare al Cuore Immacolato di Maria ben oltre 1300 persone giunte da tutt'Italia e persino dall'estero (tanto che ha dovuto essere aggiunta un'altra sala provvista di schermo, e ancora non del tutto sufficiente, perché c'erano molte persone in piedi), onde proteggerle dall'enorme inganno in corso.

Qui il breve video che mostra una parte soltanto della gente affluita al convegno.



E qui il dopo...





Eh sì! Una guerra furiosa è in atto tra la Donna Vestita di Sole e il Dragone infernale, che sta sferrando gli ultimi suoi attacchi con una sfacciataggine mai vista prima, sia nell'ambito sociale che religioso! (Cfr. QUI, QUI e QUI).

Infatti, già un altro fulmine si abbatté sulla Basilica più famosa del mondo, quando Benedetto XVI dette le dimissioni nel 2013, ed ora tale evento si è ripresentato, guarda caso, proprio in concomitanza del vertice in Vaticano (a porte chiuse) con i capi delle "7 Sorelle" le compagnie petrolifere più importanti del pianeta.

Tema molto caro a Bergoglio quello del clima, delle energie rinnovabili, dell'impatto ambientale e dei rischi legati alle modifiche dell'ecosistema, già esposti nell'enciclica «Laudato si'» e promossi con gran clamore QUI, proprio il giorno dell'Immacolata Concezione, ignorandone completamente la sacralità.

D'altronde, l'indifferenza mostrata allora per la Vergine è ben più grave del silenzio mantenuto dal "pontefice" per il Gay Pride avvenuto anch'esso durante l'ultimo week end a Roma mentre si intratteneva con i globalisti miliardari della Terra. (Ulteriore motivo dell'incredibile raffica di saette sulla capitale).

Ma la concomitanza  degli  incontri di questo fine settimana  non è finita  qui,  perché a Torino,  città satanica per eccellenza,  s'è riunito il 66° convegno del Bilderberg con un invitato speciale, il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato Vaticano. 
(Cfr. QUI con l'ottimo articolo di Maurizio Blondet).


Intimo conciliabolo tra Bergoglio e Pietro Parolin....

Che strane convergenze vero? Siamo di fronte ad una fusione evidentissima dei poteri forti della Chiesa di Roma con quelli dell'Oligarchia dominante il mondo che sta per realizzare l'antico sogno di un Nuovo Ordine Mondiale (ved. QUI, QUI e QUI) comprensivo di una sola Religione umanitaria, il tutto pronto per l'ingresso trionfale dell'Anticristo, come descritto sia da Benson che da Solovëv QUI e QUI.

Non dimentichiamo che queste riunioni sia positive, come quella straordinaria di Verona con Don Minutella, che negative, in Vaticano con Bergoglio (mentre a Roma sfilava il Gay Pride) e a Torino con Pietro Parolin insieme alla presenza emblematica dell'inossidabile Henry Kissinger, hanno avuto luogo in Italia, sede indiscussa degli albori del Cristianesimo con il martirio degli apostoli Pietro e Paolo e di tantissimi altri cristiani!

Inoltre si consideri l'insistente richiamo al 6 (cfr. QUI) che risulta dal mese di giugno, sesto mese dell'anno, e il 66 che caratterizza il numero di volte in cui i potenti della Terra si sono riuniti.

Se  ci  pensiamo  bene,  sono presenti  le  due  "Bestie"  apocalittiche:  l'una emergente dal mare agitato delle nazioni, raffigurazione del mondo arrogante e materialista (l'Oligarchia riunita a Torino) e l'altra salente dalla terra, simile ad agnello, emblema del potere religioso (il Falso Profeta, al  meeting di Roma presso la città del Vaticano).

(Cfr. anche QUI).

Come si è visto, c'è stato uno scambio tra loro: la Bestia del mare si è recata con i suoi capitalisti senza scrupoli da Bergoglio e quella della terra, rappresentata dal suo portavoce ufficiale cardinale Parolin è stata invitata al Bilderberg.

Ora, dal momento che il 666 costituisce la trinità diabolica formata dalle due Bestie suddette e dal Dragone, il Serpente Antico che dall'Ombra le governa (cfr. QUI), ecco formarsi sotto i nostri occhi l'immagine chiara dell'attuale scenario, con l'irruzione maestosa e decisa della Donna Vestita di Sole che raccoglie via via un piccolo ma ardente "resto" per proteggerlo dall'attacco mortifero, per mezzo di un Suo umile e fedele sacerdote guidato da Lei personalmente (ved. QUI). 




E non siamo che agli inizi! Ricordiamoci che il piccolo Davide vinse il gigante Golia semplicemente con una fionda; che le mura di Gerico (ved. QUI) caddero ad opera dell'Arca Santa (simbolo della Vergine) e che Costantino fu vincitore su Massenzio, con solo 40.000 uomini contro i 100.000 dell'avversario sul ponte Milvio, avendo confidato nella visione della Croce apparsagli sopra la scritta "In Hoc Signo Vinces" (Con questo Segno vincerai).


"Visione della Croce" (dettaglio) - Raffaello Sanzio (1483-1520)

Con le Potenze del Cielo e la Sua Regina non si scherza! Ecco alcune parti di ciò che Ella ha trasmesso sulle due Bestie apocalittiche a don Stefano Gobbi, il fondatore del Movimento Sacerdotale Mariano:

La Bestia simile ad una Pantera 

[...] «In questi tempi di apostasia, di purificazione e di grande tribolazione, il mio Cuore Immacolato è il solo rifugio e la strada che conduce al Dio della Salvezza e della Pace. Soprattutto diventa oggi il segno della mia sicura vittoria nella grande lotta che si combatte fra i seguaci dell'enorme Drago rosso e quelli della Donna vestita di Sole.

In questa terribile lotta sale dal mare, in aiuto al Dragone, una Bestia simile ad una pantera. Se il Drago rosso è l'ateismo marxista (la negazione assoluta di Dio da parte di Satana; ndr), la Bestia nera è la Massoneria.

(Infiltrata pesantemente dal 1717 in poi dal Sionismo talmudico, è diventata da 'operativa' ‒ pro Cristo ‒ a 'speculativa',  cioè contro di Lui; ved. QUI; ndr).

Il Drago si manifesta nel vigore della sua potenza; la Bestia nera invece agisce nell'ombra, si nasconde, si occulta in modo da entrare in ogni parte. Ha le zampe d'orso e la bocca di un leone, perché opera ovunque con l'astuzia e con i mezzi di comunicazione sociale, cioè la propaganda.

Le sette teste indicano le varie logge massoniche, che agiscono ovunque in maniera subdola e pericolosa. Questa Bestia nera ha dieci corna e sulle corna dieci diademi, che sono segni di imperio e di regalità.




La Massoneria domina e governa in tutto il mondo per mezzo delle dieci corna. Il corno, nel mondo biblico, è sempre stato uno strumento di amplificazione, un modo di fare udire maggiormente la propria voce, un forte mezzo di comunicazione. [...]

Il suo scopo non è di negare Dio, ma di bestemmiarlo. La Bestia apre la bocca per imprecare contro l'Altissimo, per ingiuriare il Suo nome e la Sua dimora insieme a tutti quelli che abitano in Cielo. La bestemmia più grande è quella di negare il culto dovuto solo a Lui per darlo alle creature e allo stesso Satana.

Ecco perché in questi tempi, dietro la perversa azione di questo Movimento, si diffondono ovunque le messe nere e il culto satanico. Esso inoltre agisce con ogni mezzo per impedire che le anime si salvino rendendo vana, così, l'Opera di Redenzione  compiuta  dal  Cristo. [...]

Ora comprendete come, in questi tempi, contro il terribile ed insidioso attacco della Bestia nera, Io diventi il vostro rifugio e la strada sicura che porta a Dio. [...]

La Bestia simile ad un Agnello

[...] «Vi ho annunciato la grande lotta fra Me, Donna vestita di Sole, e l'enorme Drago rosso, che ha portato l'umanità a vivere senza Dio. Vi ho anche predetto il subdolo e tenebroso lavoro, compiuto dalla Massoneria, per allontanarvi dall'osservanza della Legge di Dio e rendervi così vittime dei peccati e dei vizi.

Soprattutto, come Mamma, vi ho voluto avvertire del grande pericolo che minaccia oggi la Chiesa, a causa dei molti e diabolici attacchi che si compiono contro di essa per distruggerla.

Per raggiungere questo scopo, alla Bestia nera che sale dal mare, ne viene in aiuto un'altra, dalla terra, che ha due corna simili a quelle di un agnello.




Questo, nella divina Scrittura, è sempre stato l'emblema del sacrificio. Nella notte dell'esodo, ne viene offerto uno come vittima e, con il suo sangue, vengono aspersi gli stipiti delle case israelite per sottrarle al castigo che invece colpisce tutti gli egiziani. La Pasqua ebraica ricorda questo fatto ogni anno, con l'immolazione di un agnello, sacrificato e consumato.

Sul Calvario, Gesù Cristo si immola per la Redenzione dell'umanità, si fa Lui stesso nostra Pasqua (che vuol dire "passaggio", cfr. QUI; ndr) e diventa il vero Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo.

A questo simbolo sacrificale è intimamente unito quello del Sacerdozio: le due corna. Il Sommo Sacerdote del Vecchio Testamento portava un solenne copricapo con due protuberanze, come la mitria indossata dai Vescovi oggi.

Mentre la Bestia nera indica la Massoneria, l'altra con due corna simile ad un agnello indica la stessa infiltrata all'interno della Chiesa, cioè la Massoneria ecclesiastica, diffusasi soprattutto fra i membri della Gerarchia, come avevo predetto a Fatima quando annunciai che il Maligno vi si sarebbe introdotto fino al suo vertice. (Ved. QUI; ndr).

Se compito della prima Bestia è di condurre le anime alla perdizione portandole al culto di ingannevoli divinità, lo scopo della seconda è invece quello di distruggere il Cristo e la Sua Chiesa, sostituendoli con un falso Cristo ed una falsa Chiesa.

‒ Gesù Cristo è il Figlio del Dio vivente, è il Verbo incarnato, è vero Dio e vero Uomo, poiché unisce nella sua Persona la natura umana e divina. Gesù, nel Vangelo, ha dato di sé stesso la Sua più completa definizione, dicendo di essere la Via, la Verità e la Vita. [...]


Requiem per la Chiesa Cattolica...

Gesù è Via, che conduce al Padre, per mezzo del Vangelo.

La Massoneria ecclesiastica favorisce le esegesi che danno di esso interpretazioni razionalistiche e umane, per mezzo dell'applicazione di vari generi letterari, in modo che venga dilaniato in ogni sua parte.

Alla fine si giunge a negare la realtà storica e autentica dei miracoli (cfr. QUI) e della Resurrezione, mettendo in dubbio la Divinità stessa di Gesù e la Sua Missione salvifica. (Si noti che il messaggio è del 1989!; ndr).

Gesù è Verità, perché è Lui ‒ la Parola vivente ‒ fonte e sigillo di tutta la Rivelazione divina. (ved. QUI e QUIndr).

La Massoneria ecclesiastica agisce per oscurare la Sua divina Parola nel tentativo ingannevole di renderla più comprensiva ed accolta, svuotandola di ogni suo soprannaturale contenuto. (Cfr. QUI e QUI; ndr).

Così si seminano gli errori in ogni àmbito della Chiesa Cattolica stessa. E a causa della loro diffusione, oggi molti si allontanano dalla vera fede, dando attuazione alla profezia fattavi da Me a Fatima:

‒ «Verranno tempi in cui molti perderanno la fede. ‒ La sua perdita è apostasia. La Massoneria ecclesiastica agisce in maniera subdola e diabolica per condurre tutti a tale apostasia.»

Gesù è Vita perché dona la Grazia.

Scopo della Massoneria ecclesiastica è quello di giustificare il peccato, di presentarlo non più come un male, ma come un valore ed un bene. Così si consiglia di compierlo come un modo di soddisfare le esigenze della propria natura, distruggendo la radice da cui può nascere il pentimento e dicendo che non è più necessario confessarlo.

Frutto pernicioso di questo maledetto cancro diffusosi in tutta la Chiesa è la scomparsa della Confessione individuale in ogni luogo. Le anime vengono portate a vivere nel peccato, rifiutando il dono della Vita, che Gesù ci ha offerto. [...]

Come Gesù, anche la Chiesa da Lui fondata, e che costituisce il Suo Corpo mistico, è Via, Verità, Vita. Essa è una sola: Santa, Cattolica e Apostolica il cui capo è Pietro.

La Massoneria ecclesiastica cerca di distruggere tale realtà con un falso ecumenismo che porta all'accettazione di tutte le chiese cristiane, affermando che ciascuna di esse possiede una parte della verità.

Essa coltiva il disegno di istituire un unico culto universale, formato dalla fusione di tutte le correnti cristiane inclusa la Chiesa cattolica, alla quale è stato trasmesso il potere di generare l'Eucarestia, per mezzo del Sacerdozio ministeriale e gerarchico. In essa, Gesù Cristo è realmente presente col Suo Corpo glorioso e la Sua Divinità.

Allora la Massoneria ecclesiastica, in tante e subdole maniere, cerca di attaccare la pietà ecclesiale verso questo Sacramento. Di esso valorizza solo l'aspetto della Cena, tende a minimizzare il suo valore sacrificale, cerca di negare la Reale e personale Presenza di Gesù nelle Ostie consacrate.


Consacrazione... e carne allo spiedo... (sic!)

Per questo sono stati gradualmente soppressi tutti i segni esterni, che sono indicativi della fede nella Presenza Reale di Gesù Eucaristico, come le genuflessioni, le ore di adorazione pubbliche, la consuetudine santa di circondare il Tabernacolo di luci e fiori.

Così, alla tenebrosa forza che oggi esercita la Massoneria ecclesiastica per distruggere Cristo e la Sua Chiesa, Io oppongo il forte splendore della mia schiera sacerdotale fedele, perché Cristo sia da tutti amato, ascoltato e seguito.

In questo soprattutto risplende la vittoria della Donna vestita di Sole e in cui il mio Cuore Immacolato avrà il suo più luminoso trionfo.»




Conclusione

Come vediamo, è incredibile come la Vergine Maria abbia predetto con assoluta precisione quello che sta accadendo oggi, e sarebbe perciò vera stoltizia sottovalutare i suoi annunci che mirano soltanto alla Salvezza dell'intera umanità.

Per questo Ella ha suscitato un bravo e coraggioso pastore come don Minutella che, malgrado tutto il veleno e l'astio che gli viene gettato addosso, continua imperterrito la sua Missione, meritando ampiamente il nostro pieno rispetto, unitamente alle preghiere di tutti che gli agevoleranno il Cammino e l'Opera, preservandolo almeno un po' dagli attacchi satanici che sembra già duramente subire.


Stralci dei messaggi presi dal libro di Don Stefano Gobbi scaricabile QUI.

Nessun commento:

Posta un commento