lunedì 21 luglio 2014

Crop Circles, Nibiru e movimenti celesti

Monique Mathieu



Crop Circles, Nibiru e movimenti celesti

"Vi parleremo dei cerchi nel grano che hanno un'importanza straordinaria.

Ce ne saranno sempre di più nel mondo e non soltanto in Inghilterra, perché sono dei centri di energie.

Rappresentano  anche  dei  segnali  che  vengono  dati  dai  nostri  Fratelli  galattici e che si scambiano pure tra loro, lasciando messaggi codificati riguardanti certi avvenimenti che devono manifestarsi su questo Pianeta e che sono comprensibili da alcuni Esseri umani.

Assisterete ad un loro aumento esponenziale con una forma di scrittura, simile ad un linguaggio. Voi umani non siete i soli a vederli dal vostro spazio, dai vostri aerei. Anche noi li vediamo, perché li formiamo. I nostri Fratelli attualmente incarnati sulla Terra captano i nostri comunicati in questa maniera.

Gli  agroglifi  hanno  un  ulteriore  scopo,  quello  di  permettere  al  vostro  mondo di ricevere, grazie alla forma che viene data a questi ricettacoli di energie, avvertimenti emanati da Esseri di Luce tramite vibrazioni."

Mi dicono questo:

"Avrete delle sorprese con i crop circles. Vi insegneranno molte cose se la vostra consapevolezza vi permetterà di comprenderle.

Ogni persona avente la possibilità di recarsi sopra di essi potrà constatare il suo avanzamento accelerato, perché riceverà delle energie straordinarie.

Tuttavia tali vibrazioni energetiche potranno incrementare la crescita spirituale di coloro che sono pronti e destabilizzare profondamente colui che non lo è. Come per tutto, ci vuole il discernimento, e non voler fare le cose solo perché ne avete il desiderio.

Bisogna semplicemente sentire un richiamo profondo e allora una simile visita diventerà totalmente positiva ed evolutivamente efficace per gli individui che saranno in grado di percepirlo.




Adesso affronteremo un altro argomento.

Movimenti celesti d'importanza enorme avvengono in epoche ben precise. State proprio vivendo in una di queste ere.

Infatti, può accadere per necessità d'evoluzione che sfere come il vostro Pianeta cambino orbita, tanto da provocare «catastrofi» veramente immani fino ad eliminare gran parte della popolazione umana.

Attualmente la Terra vive un'anomalia, d'altronde permessa ed accettata dagli Esseri di Luce incaricati di sorvegliarne il percorso evolutivo unitamente ai sommi Enti creatori.

Essa consiste nel fatto di accogliere più di sette miliardi di individui. Non diciamo questo in rapporto alla nutrizione, ma alle frequenze vibratorie generate dalle emissioni di pensiero di tutti gli umani.

Perché ci sono così tante persone presenti sul vostro mondo ora? Per il semplice motivo che numerosissime Anime giungono da ogni parte dell'Universo, dal vostro sistema solare, come da Marte o da Venere, per rivestire un corpo sulla Terra. Esse vengono per compensare certi errori commessi in un passato molto lontano.

Esiste vita all'interno del pianeta marziano, che vedete per il momento come una pietraia sterile. Esso ha accolto una meravigliosa civiltà. Non è totalmente responsabile di quanto gli è successo, ossia l'estinzione di qualsiasi forma vitale. Marte ha subito dei notevoli eventi cosmici.

Il vostro sistema solare è normalmente simile ad un pendolo in cui tutto procede alla perfezione, dove tutto è al suo posto. In esso ci sono dei globi che ancora voi non individuate, infatti sono dodici.

Questa cifra ha una grande importanza in tutta la Creazione dell'Universo. Dunque, molto presto, vedrete apparire un corpo celeste (che è già stato ampiamente avvistato e fotografato in prossimità del Sole; ndt), quello che dai Sumeri è stato chiamato «Nibiru» e che ha procurato loro grandi disastri.



Foto del 10 luglio 2009 nella Baia di Gdansk in Polonia (Mar Baltico)


Foto scattata in Amazzonia nel 2012


Foto dell'ottobre 2013 - Luogo non definito

Voi scorgete il decimo pianeta ma percepite solo una piccola parte di ciò che è realmente. Ed altro ancora si manifesterà, e via così, fino a rendere completo il vostro sistema solare.

Quando la vostra compagine planetaria sarà completamente stabilizzata, non ci saranno più sconvolgimenti devastanti. Essi hanno luogo perché l'insieme, essendo «giovane», non è ancora ben posizionato.

Ci saranno nuovi assestamenti, fintanto che tutto giunga alla quinta e alla sesta dimensione, in modo da rimanere in equilibrio armonico per eoni. In seguito, ovviamente, il vostro complesso invecchierà e cambierà.

La vita, che sia quella di un sistema solare, di una galassia o di un pianeta, cambia in permanenza. Questa mutazione avviene in un tempo che non potete assolutamente concepire.

I gruppi stellari vivono, si trasformano, muoiono e rinascono come i cicli vitali sulla Terra. Tutto muta continuamente per manifestarsi di nuovo in un aspetto molto più luminoso e spinto da un Amore immenso sempre più grande.

Il pianeta Nibiru, entrato nel vostro sistema planetario in tempi ben precisi, troverà il suo posto definitivo e non lo perturberà più. (Vedere anche QUI e QUI; ndt)

In un'epoca remota è esploso un pianeta nel vostro insieme, ma un altro è giunto a prenderne il posto perché è necessario che vi sia un bilanciamento.

Nella vostra compagine stellare, come in altre, si sono disintegrati dei mondi che hanno prodotto cinture d'asteroidi deleterie per diverse sfere, specialmente per la Luna, e questo vi riguarda.

Tali cinture saranno dissolte. Non avranno più ragion d'essere. In qualche modo verranno distrutte da un'energia straordinaria."




Mi mostrano qualcosa che rassomiglia ad un laser, un laser cosmico che annienta tutto quello che può perturbare l'armonia di un insieme stellare. Mi dicono:

"Trovandosi al confine di una nuova galassia in creazione, il vostro sistema solare e il pianeta Terra hanno una missione molto importante per la vita di questa formazione inedita. È per tale motivo che ricevete molto aiuto in rapporto alla Transizione."



domenica 20 luglio 2014

I BRICS contro il dominio USA, Roccaforte del Male


Summit 2014 dei Paesi BRICS a Fortaleza in Brasile

I BRICS contro il dominio del dollaro e gli USA, roccaforte del Male

Nil Nicandrov, 18 luglio 2014

L'assalto sanguinoso della globalizzazione diventa lentamente un ricordo del passato mentre il risveglio va progressivamente intensificandosi.

La guerra lampo degli Stati Uniti volta al dominio globale di Washington con lo slogan della "democrazia unipolare" è considerata un fallimento dal resto del mondo.

Ma l'amministrazione Obama non è pronta ad ammettere la sconfitta e continua a cercare pretesti per iniziare guerre con provocazioni e propaganda nera creandosi nemici immaginari.

Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa, i Paesi che compongono il gruppo dei BRICS, cambiano drasticamente il mondo contemporaneo. Una delle tendenze è abbandonare il sistema finanziario emerso dalla seconda guerra mondiale.

I BRICS vogliono mettere fine al predominio del dollaro o all'uso del verdone per comprare tutto ciò che abbia valore materiale, accompagnato dal continuo barare degli Stati Uniti.

Intervenendo al VI vertice dei BRICS a Brasilia (15-16 luglio), il Presidente Vladimir Putin ha detto che è matura da tempo la riforma di un sistema finanziario-monetario internazionale che svantaggia il gruppo e ostacola il progresso delle nuove economie mondiali.

"Nel caso dei BRICS abbiamo una serie di coincidenti interessi strategici. Prima di tutto, la comune intenzione di riformare il sistema monetario e finanziario internazionale. Nella versione attuale è ingiusto verso i Paesi BRICS e le nuove economie in generale.

Dovremmo avere un ruolo più attivo nel sistema decisionale del FMI e della Banca Mondiale. Il sistema monetario internazionale dipende molto dal dollaro o, per essere precisi, dalla politica monetaria e finanziaria delle autorità statunitensi. I Paesi BRICS vogliono cambiarlo."

Vi è l'urgente bisogno d'includere i BRICS come partner paritari nel processo decisionale del Fondo Monetario Internazionale e della Banca Mondiale.

A Fortaleza i BRICS hanno firmato la dichiarazione e il piano d'azione comuni. La ratifica riflette la visione unitaria della situazione politica ed economica nel mondo contemporaneo e delinea i progetti di un'ulteriore cooperazione. Il piano definisce le missioni da effettuare entro il prossimo vertice che si terrà in Russia nel 2015.




Tutti i media globali indicano l'attivazione della Nuova Banca di Sviluppo (NDB) a Shanghai e della Disposizione delle riserve per imprevisti (CRA) da 100 miliardi di dollari dei BRICS, che saranno tolti dalle riserve delle banche centrali dei Paesi membri, mentre il capitale per la banca di sviluppo del gruppo proverrà dai bilanci nazionali.

Secondo il Presidente Putin, "La Banca BRICS sarà una delle principali istituzioni multilaterali finanziarie di sviluppo di questo mondo. In termini di crescente concorrenza internazionale, il compito di attivare la cooperazione commerciale e gli investimenti tra gli Stati membri dei BRICS diventa importante" ha detto il leader russo.

Avvicinare le economie emergenti è di vitale importanza nel momento in cui il Pianeta è colpito dalla crisi finanziaria e i Paesi BRICS non possono rimanere estranei ai problemi internazionali, ha asserito la presidentessa del Brasile Dilma Rousseff, che ha ammonito il mondo a non vedere la proposta dei BRICS come desiderio di dominio.

"Vogliamo giustizia e parità di diritti. L'FMI dovrebbe urgentemente rivedere la distribuzione dei diritti di voto riflettendo l'importanza delle economie emergenti globali", ha detto la Rousseff. Secondo la presidentessa brasiliana, il gruppo deve in gran parte attenuare l'impatto negativo della crisi globale sulle finanze mondiali e la crescita economica.

La creazione della nuova Banca di sviluppo e la Disposizione delle riserve per imprevisti (CRA) dei BRICS mostrano che, indipendentemente da differenze culturali, etniche e linguistiche, essi sono pronti a creare un'alleanza strategica positiva per contrastare l'instabilità internazionale.

Dilma Rousseff sottolinea che l'aggregazione è emersa non per contrastare qualcuno, ma per seguire i propri interessi. Crede che i BRICS faciliteranno la prosperità del pianeta.

I cinque Paesi rappresentano quasi 3 miliardi di persone con un PIL nominale complessivo di 16.039 miliardi di dollari, di cui 4 miliardi circa, di riserve in valuta estera combinate. Dal 2014, le nazioni BRICS rappresentano il 21 per cento dell'economia mondiale.

I Paesi BRICS rappresentano oggi l'11% degli investimenti globali di capitale, e il fatturato commerciale è quasi raddoppiato negli ultimi 5 anni, ed è solo l'inizio. Gli esperti russi hanno preparato la strategia dei BRICS per la cooperazione economica. L'attuazione permetterà al gruppo di occupare le prime posizioni nell'economia mondiale.

Un vertice BRICS-UNASUR (Unione delle Nazioni Sudamericane) ha avuto luogo. La propaganda anti-BRICS aveva previsto la partecipazione solo dei "leader populisti", il presidente venezuelano Nicolas Maduro, il leader ecuadoriano Rafael Correa, il presidente della Bolivia Evo Morales e, forse, l’"eccentrico" presidente dell'Uruguay José Mujica.


Vertice BRICS-UNASUR  

Invece, tutti i leader sudamericani sono andati in Brasile a vedere di persona i capi degli Stati BRICS e ad informarsi in prima persona sulle loro attività. Commercio ed economia erano in cima all'agenda. Il Sud America vuole ottenere il massimo dai suoi contatti con i "Big Five" (I grandi cinque; ndr).

Il Presidente Maduro ha detto che il vertice era volto a proteggere il mondo multipolare. In Venezuela il concetto si riflette nella politica dello Stato deciso nel Secondo Piano nazionale del Venezuela socialista 2013-2019, o Piano Patria.

L'obbiettivo è garantire l'afflusso di petrodollari necessari allo sviluppo socio-economico del Paese senza compromettere il massimo recupero petrolifero a lungo termine. Il documento è stato approvato dall'Assemblea Nazionale.

Il leader venezuelano crede che il suo Paese abbia bisogno di un nuovo ordine economico creato dai latino-americani sul loro continente. Ha detto che l'incontro è stato d’importanza storica, facendo riunire i sudamericani che scelgono la propria via allo sviluppo e le cinque Nazioni dal più rapido sviluppo mondiale.

Vi sono stati incontri bilaterali tra le controparti sudamericane. Vladimir Putin ha avuto colloqui fruttuosi con i presidenti di Bolivia, Uruguay e Venezuela.

Washington ha utilizzato il tema dell'Ucraina per intensificare la propaganda contro la Russia sullo sfondo del vertice BRICS-UNASUR. In precedenza, il 15 luglio, Obama aveva esortato gli inviati europei ad imporre misure più severe contro la Russia.

Nel caso in cui i capi europei si fossero rifiutati d'adottare nuove sanzioni, la Casa Bianca avrebbe agito unilateralmente. Gli ambasciatori dell'Unione europea sono stati invitati alla Casa Bianca.

Gli USA hanno esercitato pressioni dure per spingere i Paesi europei ad adottare misure drastiche contro la Russia, per "punirne l’aggressione". Le nuove sanzioni, le prime cosiddette "sanzioni settoriali" degli Stati Uniti contro la Russia, hanno colpito un certo numero di banche come, ad esempio:

OAO Gazprombank e VEB, ed alcune aziende energetiche russe, come OAO Novatek, Rosneft, e Kalashnikov limitandone l'accesso ai mercati dei capitali degli Stati Uniti. Alcuni alti funzionari sono sulla lista.

Il 15 luglio, prima dell'annuncio delle sanzioni, il ministro degli Esteri Sergej Lavrov ha commentato rivolto ai giornalisti: "È triste che il presidente di una grande potenza si avvicini a tali questioni da quella posizione".


Sergej Lavrov - Ministro degli Esteri Russo

"Vorrei ricordare pure che tutti i leader dei BRICS hanno sottolineato che condannando le azioni unilaterali nella politica globale non cercano lo scontro, ma sostengono sforzi congiunti con la partecipazione di tutte le grandi potenze, cercando d'individuare una soluzione reciprocamente accettabile ai vari problemi" - ha aggiunto il diplomatico russo.

A questo proposito Sergej Lavrov faceva riferimento alle parole del Presidente Vladimir Putin che parlava dell'esperienza positiva nella cooperazione sulla questione siriana, durante l'incontro con i leader BRICS del 14 luglio.

"Ecco perché dobbiamo, probabilmente, avere un approccio filosofico ad ogni problema, ma ci opponiamo ad azioni unilaterali ed emotive con ragione e pragmatismo", ha detto il ministro. I BRICS e la maggioranza dei membri UNASUR criticano le sanzioni degli Stati Uniti.

Stampa e blogger dicono che Washington persegue un solo obiettivo, aggravare la situazione al confine tra Russia e Ucraina e versare benzina sul fuoco del conflitto, con l'aiuto del governo di Poroshenko controllato dagli statunitensi.

Obama sottolinea che gli Stati Uniti hanno un ruolo speciale nella ricerca delle soluzioni a tali conflitti. Quale problema è stato risolto dagli Stati Uniti durante, ad esempio, gli ultimi 25 anni?

Paesi devastati, migliaia di morti, centinaia di capi politici e militari assassinati perché non soddisfacevano lo stile democratico degli USA, unico autentico secondo loro, non è un egregio esempio d'irresponsabilità?

Le persone normali non sono spaventate dal forte desiderio degli Stati Uniti di creare la Pax Americana sulle rovine di altre più antiche e più perfette civiltà? Cosa rifiutata anche dai più stretti alleati dell'impero.

Leader ragionevoli guardano con preoccupazione gli Stati Uniti trasformarsi inesorabilmente in un centro planetario del male.



Traduzione: Alessandro Lattanzio

Fonte d'origine: Strategic-Culture.org

mercoledì 16 luglio 2014

La Presunzione di "sentirsi" Spirituali


Il volo di Icaro

Sebirblu, 16 luglio 2014

Osservavo in rete giorni fa, con gli occhi dello Spirito, quanto l'uomo si lasci abbindolare dal suo orgoglio e dalla "superbia mentis" fino al punto di sostenere come "chiaro" ciò che è scuro e condurre così, inesorabilmente, altri alla più totale confusione per una manciata di interessati apprezzamenti.

A simili persone non si può dire nulla, perché sono talmente convinte di quello che asseriscono da presumere in ogni momento, solo per la ricca e forbita esposizione delle parole, di essere sempre dalla parte della ragione.

In molti sanno, ma soprattutto coloro che seriamente hanno dedicato la loro vita al prossimo, che il potente ego personale non vuole demordere e cerca in tutti i modi di mantenere il suo predominio incontrastato.

Sulla presunzione di "sentirsi" spirituali ci sarebbe molto da dire ma, qui, io voglio soltanto mettere in guardia coloro che, con l'animo puro, cercano sinceramente delle risposte plausibili che li possano aiutare DAVVERO a risvegliarsi dal lungo sonno millenario.

Come ho precisato nel mio profilo, non è tutto oro quello che luccica, e se poi quest'oro appare in tutta la sua evidenza falso e addirittura "strisciante e subdolo" con il preciso intento di ingannare, allora è il caso di stare proprio molto attenti!


La gazza ladra...  non è tutto oro quello che luccica...

Ho già trattato dell'uso della parola, QUI, sia enunciata che scritta e ribadisco che, essendo per me il Cristo l'Unità di Misura esemplare, e non quello delle varie "canalizzazioni" più o meno logorroiche tanto sbandierate sul web e presentato con i nomi più diversi, mi attengo a ciò che Egli ha detto come corrispondente a Verità in Mt. 5, 37:

"Sia il vostro parlare: «Sì» [se è] sì; «No» [se è] no, poiché tutto il resto viene dal maligno".

E a proposito di Gesù ecco quello che Monique Mathieu ha ricevuto su questo tema:

Il Mentale pone dei freni considerevoli all'evoluzione

Voi ci invitate a compiere qualche sforzo ed io penso che quando parlate così non vi riferiate alle difficoltà, alle lotte o alla durezza. Ho la sensazione che si tratti di qualcosa di molto più lineare. Paradossalmente, il maggior impegno da assumersi non è di ritrovare una certa semplicità nella nostra esistenza?

"Vi rispondiamo che ciò è molto giusto, perché gli esseri umani si cimentano a fondo per apprendere delle cose totalmente inutili, sforzi che non portano a nulla! Il termine, però, non è proprio corretto perché noi vi domandiamo soprattutto di lasciare la presa, di staccarvi.

Fintanto che tutto passerà dalla vostra mente, le cose risulteranno più difficili. Infatti, la vita è così semplice! Gli uomini adorano complicarsela sempre più, poiché hanno l'impressione che più intricata è, maggiormente si evolvano.

Più il mentale e la ragione funzionano, più sono convinti di essere intellettuali, mentre il vero intendimento, quello del cuore, non consiste affatto in questo! Potreste non aver imparato nulla dai vostri libri e possedere un'intelligenza superiore.


Tomasz Alen Kopera

Quando vi chiediamo di aumentare l'impegno, ci riferiamo alla vostra necessità di alleggerirvi di tutto ciò che avete appreso e che non vi serve, e assimilare tutto quello che può accrescervi.

Quali sono gli elementi che vi accrescono? La semplicità, l'integrazione dell'Amore, la gioia, la pace, i quali vi appaiono tanto difficili perché li rimestate di continuo nella vostra testa.

Non potete assolutamente più abbandonarvi ad un simile rimescolio. Così, voi rendete ardua di continuo la vostra stessa evoluzione perché "il signor ego" è presente e non vuole rinunciare.

Vi comportate in un certo modo, e preferite, consapevolmente o no, alimentare il vostro vecchio sistema contorto ed assurdo piuttosto che aprirvi solo alla vita.

Il Maestro Gesù disse: "Se non mutate e divenite come i fanciulli, non entrerete nel Regno dei Cieli" (Mt. 18, 2).

Questo non vuol dire ritornare all'infanzia, ma significa: siate umili, semplici non appesantite la vita, AMATE, è più che sufficiente! Cercate di coltivare, per quanto è possibile, delle relazioni pure e sincere con coloro che vi circondano.

Poco a poco gli Esseri comprenderanno che non serve a nulla rendere più gravosa l'esistenza, perché mentre vorranno gestirla, essa sfuggirà loro.

Dal momento in cui abbandoneranno questo atteggiamento e si faranno trasportare dalla corrente vitale, ogni cosa diventerà assai facile, tranquilla, ed essi troveranno la pace, la saggezza e la felicità.

Quando il mentale lavora troppo vela la coscienza e frena considerevolmente l'evoluzione.

Dunque apprendete a farlo tacere. Non dimenticate che genera paure, angosce ed un cumulo di energie a bassa frequenza. Imparate a bloccarlo perché vi impedisce il passo, e lasciatevi condurre dal flusso della Luce che vi trasformerà."


Giorgio Vaselli

Anche l'Entele Maestro nei suoi altissimi ammaestramenti ultrafànici precisa:

"Le conquiste della mente sono acquisizioni vane che non portano alcun beneficio al moto evolutivo sostanziale.

Il possesso di valori, di qualsiasi valore, non modifica affatto il livello di crescita animico che progredisce invece con le qualità sostanziali rinuncianti totalmente alla materialità della vita. Sono soltanto queste che portano verso la Vetta originaria, verso la Realtà.

È giunto il tempo in cui l'Umanità deve schiudere lo sguardo e valutare la sua presenza sulla Terra in rapporto al passato e al futuro considerando gli errori commessi nell'arco della vita, percependo la necessità di riconquistare il tempo perduto nel brevissimo, fulmineo avvenire."

Un'altra conferma viene dalle comunicazioni ricevute da Eileen Caddy in "Findhorn, il sentiero interiore":

"L'orgoglio intellettuale è un impedimento lungo il cammino dello Spirito ed è un reale ostacolo affinché la Verità si manifesti.

Non è l'intelletto (la ratio del mentale inferiore, ndr) ciò di cui avete bisogno, ma l'ispirazione e l'intuizione. L'intelletto viene dall'esterno, mentre l'ispirazione e l'intuizione vengono dall'interno e non possono essere influenzate da nulla di estraneo.

Lasciate che il vostro apprendimento venga dall'interno; attingete da tutto ciò che avete dentro di voi. Sarete stupiti da quanto vi troverete: è qualcosa che non ha limiti perché proviene da Me ed Io sono senza limiti e tutto ciò che proviene da Me è illimitato ed eterno."


Daniel B. Holeman  (dettaglio)

Per maggiore Conoscenza debbo precisare che:

L'Istinto viene dal corpo fisico.

L'Impulso viene dal corpo eterico-astrale o emozionale.

L'Ispirazione viene dal corpo mentale inferiore come da quello superiore, dunque bisogna riconoscerne la provenienza per non esserne ingannati.

L'Intuizione viene dal corpo causale influenzato dallo Spirito o Scintilla Divina. Essa trascende la Ragione che risiede nel mentale inferiore e quindi il suo prodotto è sempre limpido e sicuro. L'Intuizione SA.

E per concludere l'argomento sull'orgoglio spirituale vi porgo, cari Lettori, un estratto di una profonda riflessione scritta da Louis-Marie Grignion de Monfort:

«La "saggezza" del mondo è in perfetta conformità con le sue stesse regole e il suo modo di vivere; è un'incessante tendenza verso la grandezza e la stima; una continua ricerca del proprio piacere ed interesse, non in modo grossolano e brutale ma sottile e ingannatore.

La condotta di un uomo di questo tipo è fondata sul punto d'onore, sul "che ne dirà la gente". Egli possiede delle particolari virtù che lo canonizzano agli occhi del mondo: la maestria, l'astuzia, il saper fare, la cortesia, la piacevolezza. Ritiene gravi mancanze l'insensibilità, l'ignoranza, la rusticità, l'eccessiva devozione.

Mai il mondo è stato talmente corrotto come ora, perché non è mai stato così scaltro, così "saggio", così diplomatico. Esso si serve con furbizia della verità per ispirare la menzogna, della virtù per autorizzare l'errore, e degli stessi principi di Cristo per giustificare i propri, sì che i più progrediti nello Spirito ne sono spesso influenzati.

Una tale "saggezza" diabolica si basa sull'amore della considerazione, dei consensi altrui. È a questo che aspirano gli individui che intimamente si compiacciono degli onori per assurgere e mettersi in mostra onde essere stimati, lodati e applauditi dagli uomini.

Essi non possono sopportare di essere misconosciuti e criticati, così nascondono i propri difetti e ostentano ciò che di buono posseggono.»

Spero profondamente che questo mio lavoro possa risultare utile a tutti coloro che, animati da una spinta sincera, si sono incamminati per il Sentiero ripido e difficoltoso che porta però sicuramente alla Vetta e non ad una chimerica illusione di conquistata spiritualità a buon mercato.

Relazione, traduzione e cura di:

Fonte del messaggio di Monique Mathieu:

sabato 12 luglio 2014

Perché il Dolore? Va affrontato o bandito?




Sebirblu, 12 luglio 2014

Non cercate risposte al perché del dolore presso medici, scienziati o sacerdoti! Non ve le potranno dare... a meno che non ne siano stati colpiti essi stessi ed abbiano cominciato a cercare nelle profondità dell'Essere.

"Infatti la Scienza non ha capito che la sofferenza ha una funzione fondamentale di equilibrio nell'economia della vita e che come tale non si può eliminare [...] perché risponde ad un vasto ordine di causalità in cui bisogna rintracciare le spinte prime e lontane.

E queste sono nella sostanza degli atti umani, nella natura individuale, e quindi fintanto che l'uomo non saprà compiere lo sforzo di superare sé stesso, il dolore sarà parte integrante della sua vita con funzioni evolutive fondamentali." (Tratto da «La Grande Sintesi» di Pietro Ubaldi).

In questa nostra società rimasta ancora primitiva nei suoi valori sostanziali, il dolore è quella presenza che bisogna estirpare a tutti i costi.

La Legge di Causa e d'Effetto, chiamata in oriente «Karma», è quasi completamente sconosciuta e, più grave ancora, non viene per nulla considerata dalle Chiese cristiane.

La Croce portata dal Cristo, emblema del dolore, sembra non abbia più nulla da insegnare al mondo, tutto preso dagli egoismi ed interessi personali, noncurante ed incosciente, scaltro e profittatore.




Proprio quella Croce, invece, dovrebbe far riflettere che nessuna esistenza è priva di patimenti e di affanni, e tutto questo per il raggiungimento di qualcosa a cui non si pensa: l'Evoluzione. (Per approfondire QUI).

La stessa Scienza materialista è tutta proiettata alla sua eliminazione, senza curarsi di studiarne le cause, se non in chiave esclusivamente fisica. Tutto questo razionalismo non vede purtroppo le connessioni più semplici e spontanee.

Il tramando annuncia che "Chi semina vento raccoglie tempesta" (Osea 8,7). L'essere umano, rimasto agli istinti primordiali del furto e della guerra, provoca con il suo comportamento una reazione proporzionata alla causa che innesta, e l'effetto ricadrà inesorabilmente su di lui.

Gesù nel Vangelo più volte dice: "Va e non peccare più affinché non ti accada di peggio", mettendo chiaramente in evidenza il rapporto tra il movente e la conseguenza relativa.


"Va, e non peccare più affinché non ti accada di peggio" Gv. 5,14 

Mentre l'Ubaldi (per conoscerlo meglio QUI) ancora scrive:

"[...] Le verità vengono elargite, ma lo sfruttamento degli ideali è vecchio quanto l'uomo e la società è abituata a considerarli come menzogne.

[...] Di fronte alle tante esposizioni di cose elevate vi è la propria miseria morale e materiale, cosicché esse sono retorica, e questa nostra è la realtà che accetta come vero quello in cui tutti credono: la festa del proprio ventre e la vittoria con qualunque mezzo.

La parola resterà al dolore, unico eterno martellatore di destini e forgiatore di anime [...].

Per avviarsi alla soluzione del problema è basilare il perfezionamento morale, il compimento della maturazione biologica dell'uomo; è necessario salire con Cristo sulla Croce e rifare sulle basi dell'Amore la vita individuale e collettiva.

È indispensabile saper ritrovare nella sofferenza una forza amica di cui si comprendono cause e finalità, utilizzandola per la propria Ascensione.

Il dolore è l'imprescindibile fatica per evolversi, l'essenza e la ragione della vita; contiene il germe della sempre più alta felicità che l'uomo deve guadagnarsi. Questi equilibri sono insopprimibili e necessari al respiro dell'Universo".

A questo punto la società replica: "Fin qui tutto è logico! Ma come imputare ad un bambino che soffre di tumore o di violenze, un qualsiasi comportamento scorretto o colpevole?" Nessuna madre può essere consolata dicendole: "Abbi fede! Anche il Cristo ha sofferto sulla Croce!"

Già! Ma con quale criterio soprannaturale viene scelto a «caso» un bambino piuttosto che un altro? La tanto decantata Giustizia Divina dove sarebbe? Non è più coerente ammettere, indagando a fondo, che quell'Anima abbia provocato la reazione in una vita vissuta male in precedenza?

Nel Vangelo abbiamo vari fatti che riportano a questa Verità, eppure non la vogliamo vedere!


Jacques  Joseph  Tissot,  detto James  1836-1902

"Ma Io vi dico: Elia è venuto e non l'hanno riconosciuto [...]. Allora i discepoli compresero che aveva parlato loro di Giovanni Battista." Mt. 17, 12-13.

Lo stesso Matteo riporta un'altra precisazione di Gesù sul medesimo soggetto: 

"Poiché tutti i profeti e la Legge hanno profetato fino a Giovanni. E se lo volete intendere, egli è quell'Elia che doveva venire. Chi ha orecchi oda!" Mt. 11, 13-14.

E ancora in Gv. 9, 1-41 troviamo: - E (Gesù) passando vide un uomo cieco sin dalla nascita ed i Suoi discepoli Gli domandarono: "Rabbi chi ha peccato, lui o i suoi genitori perché lui nascesse cieco?"

Come si vede, tale domanda conferma la credenza nel concetto reincarnativo, ossia un'azione disarmonica dal conseguente effetto «boomerang» ricadente sullo stesso individuo. E più avanti, nell'identico brano, al versetto 34, c'è scritto: "[...] Sei nato interamente nel peccato e vuoi insegnare a noi?"


Gesù e il cieco nato di Simon Dewey

Lo stesso S. Agostino nelle sue "Confessioni" esclama:

"Dimmi, Signore Misericordioso, se mai la mia infanzia sia succeduta a qualche altra esistenza ormai morta; forse quella che vissi nel grembo della madre mia? E prima di codesto periodo, oh mio Dio e mia dolcezza, fui in qualche luogo, fui qualcuno?" Libro I, cap.VI.

Ritornando dunque al tema centrale dell'argomento «dolore», possiamo constatare che non può essere disgiunto, per una questione di logica, dalla reincarnazione.

Rimarrebbero altrimenti insoluti molti quesiti e bisognerebbe rifugiarsi, come fa la Chiesa, nel mistero più profondo, senza poter dare spiegazioni credibili a nessuno.

Infatti essa l'ha negata con un decreto definitivo nel 553 d.C. sotto l'imperatore Giustiniano (II Concilio di Nicea e V in generale), quando fu dato l'ostracismo ad Origene  per  eresia.

Egli fu il più grande Padre della Chiesa, conosciuto in Alessandria e in tutta l'area mediterranea per la sua erudizione, profonda ed illuminata Conoscenza spirituale e somma sensibilità.

Il testo della sentenza che avrebbe per sempre oscurato la Luce della Verità fu questo: "Se qualcuno difende la fantomatica preesistenza delle Anime e la mostruosa  restaurazione  che  ne  segue,  su  di  lui  sia  anatema".

Per l'esattezza, la controversia iniziò nel 325 d.C. (sotto l’imperatore Costantino, epoca del I Concilio di Nicea) basata sugli scritti di Origene che era trapassato soltanto  nel  254  d.C.


Costantino - 1° Concilio di Nicea - 325  d.C.

Concludendo, è l'Anima che nel momento in cui decide di ritornare ad avere un corpo fisico, per esigenze evolutive, sceglie per sintonia vibrazionale l'ambiente, i genitori e le prove da superare più o meno dolorose, tutte però proporzionate al suo grado di sopportazione.

Richiesta che viene effettuata in rapporto a "debiti" o "errori" passati che la porteranno a livelli successivi di espansione spirituale, a più ampi orizzonti di pensiero, sino al definitivo "Ritorno a Casa".

Ecco dunque, in sintesi, la funzione del dolore ed il suo percorso:

Errore–Dolore–Espiazione–Evoluzione–Ascesa–Catarsi (o purificazione totale), e definitivo  rientro  al  Punto  d'Origine  dopo  la  Caduta  iniziale.

Finalmente l'Anima, dopo tanto ed affannoso peregrinare, termina così la sua estenuante fatica e raggiunge di nuovo l'Armonia del Tutto, dalla quale era partita da tempi immemorabili.


mercoledì 9 luglio 2014

M. Mathieu: "Sentirsi Diversi ed Incompresi"




Il Sentirsi Diversi ed Incompresi dai nostri Cari

«Per noi è una vera sofferenza sentirci non capiti e un po' diversi dalle persone a noi vicine. Grazie per un vostro chiarimento al riguardo.»

"Indubbiamente è doloroso per tutti coloro che sono nella Conoscenza cosmica, in una grande apertura d'Anima, vedere che le persone care si trovano ancora chiuse nell'ottenebramento, nell'assenza di volontà ad evolversi.

Ciò che potremmo dirvi, sperando che vi dia molta gioia, è che quando certi eventi si riverseranno sulla Terra, molti Esseri che erano totalmente al buio nello Spirito e mancanti di qualsiasi consapevolezza sostanziale si apriranno di botto. Sarà come un'esplosione! Ovviamente alcuni saranno terrorizzati, del tutto prigionieri della paura.

Avete scelto i vostri familiari affinché prendano coscienza poco a poco. Anche se non vi ascoltano, qualcosa in essi vi ode e questo sarà loro molto utile.

Sebbene a volte vi considerino un po' "esaltati", il vostro comportamento, la vostra serenità, la vostra gioia e il vostro Amore devono farli riflettere, poiché sono attitudini che possono farli cambiare completamente.

Se, in rapporto alle loro critiche, risponderete con molto Amore e tanta Saggezza, non comprenderanno, ma si porranno domande e può essere che improvvisamente trasformino sé stessi.

Nessuno conosce in quale livello spirituale si trovi il prossimo, l'amico, il fratello, il genitore! Benché al momento appaiano completamente chiusi, possono aprirsi in pochissimo tempo e procedere molto rapidamente.

Operate, inviate molto Amore e chiedete semplicemente al Padre che mostri ad essi il Cammino della Luce; se il loro Risveglio in quest'esistenza non fa parte dell'ordine delle cose, avranno molte e molte vite per poter comprendere, per potersi evolvere.




Quando vi troverete in quinta dimensione su altre sfere, avrete modo di aiutarli con il vostro Amore, poiché un'Anima consapevole del proprio SÉ può, naturalmente dall'invisibile, soccorrere con gran facilità i propri cari ancora in transito, in travaglio sul terzo piano dimensionale.

Non affliggetevi troppo se intorno a voi non si svolge tutto come vorreste! Bisogna soltanto, ed insistiamo su questo perché è essenziale, che ciascuno di voi cerchi di sorvegliare al massimo la sua mente.

Sforzatevi di avere il minor numero possibile di pensieri, emozioni e sentimenti negativi. Cercate di elevare la vostra coscienza al di sopra di tutte queste energie e vedrete fino a che punto sarà facile operare per voi stessi e per le persone a voi vicine.

La Luce e l'Amore vi daranno la forza di cui avete bisogno e che credevate di non avere. Durante le vostre meditazioni, voi che siete già ben avviati sul Sentiero, dovrete solamente inviarli sul mondo.

Anche se non doveste raggiungere alcune parti, continuate a proiettare queste potenti Energie; l'Amore e la Luce dorata andranno dove devono andare, ossia verso coloro che più ne hanno necessità.

(È bene, prima, collegarsi con il Divino in modo da formare un triangolo potenziale: noi, Dio e gli altri; ndt).

In quest'epoca di grande mutamento, noi domandiamo quest'emanazione a tutte le Anime che hanno la coscienza risvegliata. L'Amore che proiettate su tutti gli individui, sul mondo intero, sul vostro Pianeta è una preghiera.




È la preghiera più bella che ci sia! Anche se priva di parole, questa energia verrà effusa attraverso ciò che di più bello esiste in ciascuno di voi. (La Particella Divina; ndt)

È necessario che diventiate consapevoli delle vostre immense possibilità! Non addormentatevi più, agite! Avete tutti la capacità di operare, avete tutti un'immensa potenzialità d'Amore, sta a voi utilizzarle, a voi averne coscienza e confidare in voi stessi!

Siete degli Spiriti straordinari, siete degli Esseri di Luce e questa è la realtà, poiché la Luce brilla in ciascuno di voi, anche se velata da tutte le energie involutive che sono ancora un po' presenti.

Spetta soltanto a voi incrementare questa Luce affinché vi illumini completamente! Vorremmo che aveste coscienza di ciò che siete, che non vi lamentaste più della vostra sorte e che poteste dire «la mia missione è meravigliosa!»

Provate a fare un passo indietro rispetto al mondo che vi circonda, cercate di avere un altro sguardo su di esso, benché nel vostro ambiente di lavoro o nelle vostre relazioni questo sia difficile.

Fate in modo di lavorare soltanto per la necessità del vivere, cercando di proiettarvi sempre un po' al di là degli eventi, oltre alle vostre sperimentazioni di vita."



domenica 6 luglio 2014

O. de Rouvroy: Le Astronavi Cosmiche di Hariton




Le Astronavi Cosmiche di Hariton

Il grande mistico e chiaroveggente colombiano Samael Aun Weor (il suo vero nome è Victor Manuel Gomez), considerava la sua esistenza presente come un segmento, un anello di una lunga catena di esistenze successive.

Diceva di esserne completamente cosciente, perché formavano ai suoi occhi una sola, ininterrotta e medesima vita. Ha d'altronde disseminato le sue opere (e ne ha prodotte veramente tante, vedere QUI; ndt) di numerosi riferimenti alle sue vite passate.

Nato il 6 marzo 1917 a Bogotà (Colombia), in una famiglia modesta, manifestò sin dall'infanzia doni mistici e paranormali incredibili. Amava molto giocare con i bambini del vicinato, ma preferiva riflettere: seduto spontaneamente all'orientale, meditava per ore.

Il suo momento preferito era l'alba. Saliva sul tetto dalla casetta familiare, malgrado il divieto di sua madre che rabbrividiva di terrore ogni volta che lo vedeva camminare sulle tegole del tetto, e contemplava in profonda estasi la levata del Sole.

Il  giovane  Victor  Manuel  apprese  molto  presto  ad  uscire  coscientemente  dal suo corpo, a viaggiare in fase di sdoppiamento e a visualizzare le navi che percorrevano  lo  spazio  infinito.

Aveva anche un potere innato di concentrazione che gli permetteva di sviluppare la sua veggenza e di percepire gli Spiriti di Natura: gnomi, silfi, ondine, elementali delle piante, e così via! E queste creature innocenti e gioiose "cantavano e gli parlavano nei toni purissimi della loro divina lingua originaria".



Gilbert Williams

Alla scuola della Società Teosofica, verso la fine della sua adolescenza, studiò le opere di Annie Besant, Leadbeater, Mario Roso de Luna, e soprattutto di Helena Petrovna Blavatsky, la fondatrice dell'Ordine, immergendosi rapito nella sua monumentale "Dottrina Segreta".

Si mise pure a praticare diverse forme di Yoga: Raja-yoga, Bhakti-yoga, Jnani-yoga, Karma-yoga, trascurando, come l'eclettica autrice, l'Hatha-yoga che considerava alla stregua di una semplice ginnastica corporale...

Acquisì la convinzione che la nostra capacità d'amare sia tarpata dal nostro ego oscuro e che soltanto la neutralizzazione di quest'ultimo sia capace di liberare la pienezza del nostro potenziale d'Amore.

Non è sufficiente ripetere a sé stessi: "Io devo amare, amerò, amo l'Umanità" per amarla realmente. Dissolviamo l'ego inferiore (confrontare QUI; ndt) e l'Amore irradierà da noi naturalmente. Questa è la conclusione alla quale arrivò molto presto, pertanto la estese in tutte le sue opere, specialmente dal 1965.

Durante le sue meditazioni profonde incontrò il suo guru o guida, chiamato da lui affettuosamente Adolfito, il quale gli trasmise il suo nome iniziatico, Samael Aun Weor. Samael (o Kamael) è il nome che gli antichi Saggi hanno dato all'Arcangelo reggitore della sfera di Marte.

Donandogli tale nome, Adolfito trasmise a Victor Manuel una parte dell'energia attiva e dinamica ad esso associato, al fine di assisterlo nella sua futura Missione, che consisteva nell'Opera di preparazione all'avvento della Nuova Era sulla Terra, quello della Fraternità.



Samael Aun Weor nel luglio 1977

Sperimentò allora il Samadhi (termine sanscrito che significa "congiungersi al Tutto"; ndt). Nel corso di quest'esperienza mistica si sentì trasportato fino ai mondi superiori della Coscienza Cosmica.

Penetrò nel "Regno dell'Amore e della Felicità pura". Proiettato nello spazio infinito, si ritrovò su un pianeta radioso dove bussò ad una porta, tre colpi.

Il giovane uomo che era dietro l'ingresso e che gli aprì era Chang, con il quale si sentiva legato da stretta amicizia sin da una passata reincarnazione in Cina, per l'appartenenza all'Ordine del Drago Giallo, all'epoca della dinastia Tcheou.

Samael era ormai un Maestro, perfettamente cosciente della sua Missione come Messaggero del Nuovo Mondo.

Dopo aver vissuto il Maha-Samadhi (il grado superiore di congiungimento al divino che certi chiamano «Illuminazione»), il suo proposito a servire l'Umanità sofferente si rafforzò perché sentiva che doveva aprire la porta dei Grandi Misteri iniziatici e sollevare il velo del Santuario.

Fu dunque con ardore raddoppiato che approfondì la sua ricerca sulle cause dell'attuale degradazione umana e principalmente sulle chiavi concrete da usarsi, affinché possiamo compiere la nostra redenzione, rigenerarci e far riaffiorare la nostra Vera Natura Divina.

La genialità di Samael Aun Weor è di aver fondato il suo immenso sapere su una dottrina coerente e pratica, in un linguaggio semplice, diretto ed efficace. La sua stessa esperienza gli è servita da guida, da filo conduttore.

E questa, congiunta con le informazioni canalizzate dai piani trascendenti dove vibrano gli Angeli e gli Arcangeli, gli ha evitato di perdersi nell'orgoglio, perché quando si leggono le sue opere ciò che colpisce è la concisione e la splendida semplicità dei suoi insegnamenti.



Gilbert Williams

Ecco la straordinaria descrizione di Samael Aun Weor concernente le Entità superiori, specialmente di Hariton, nell'ideazione dei Vascelli Cosmici. Questo rapporto è di interesse talmente attuale che è difficile dedurre che sia stato scritto nel 1964, proprio 50 anni fa!

"Vi ho parlato dei dischi volanti per la prima volta nel 1950. Vi avevo allora rivelato che essi sono, di fatto, delle navi cosmiche manovrate da abitanti di altri piani d'esistenza. A quei tempi, la maggioranza delle persone ha ridicolizzato le mie asserzioni. Oggi, gli avvenimenti mi danno pienamente ragione.

Negli Stati Uniti esiste un dipartimento che si occupa ormai esclusivamente dell'investigazione scientifica di tali velivoli spaziali che hanno talvolta anche degli incidenti; gli americani custodiscono i resti di molti che si sono schiantati o esplosi in pieno volo. (Ovviamente appartenevano agli Oscuri; ndt).

Questi dischi hanno la loro storia, perché inizialmente furono creati da Esseri evoluti con sembianze umane. Numerose tradizioni menzionano San Venone e il suo sistema di navigazione cosmica. Nacque sul pianeta Soort, dove studiò per tutta la vita "La Legge della Caduta".

Ecco ciò che lui stesso formulò a proposito di questa Legge:

«Tutte le cose di questo globo cadono verso il fondo. Esso rappresenta il punto di stabilità più vicino di qualsiasi sistema; base verso la quale convergono le linee di forza provenienti da tutte le direzioni.

Il centro di ciascun Sole e di ogni pianeta del nostro Universo funge da nucleo assoluto d'attrazione per i flussi energetici dell'intero spazio circostante. Questi punti sono la fonte d'equilibrio che permette a tutte le Sfere celesti di mantenere la loro posizione nell'Infinito.»




San Venone, allorché annunciò il suo principio, spiegò che tutte le cose in apparenza cadenti o erranti nello spazio, si dirigono in realtà verso i centri dei mondi da cui dipendono e che indicano la loro stabilità di fondo.

Dopo lunghe ricerche, egli utilizzò questa formula e l'applicò al sistema di navigazione dei vascelli, basandosi sulla "La Legge di Caduta". L'atmosfera dei mondi presentava però un solo grave problema: impediva l'attrazione diritta degli oggetti vaganti nello spazio.

Quando ebbe risolto questo problema, San Venone costruì delle magnifiche navi. Eviterei di stancarvi con lunghe spiegazioni tecniche sul loro complesso meccanismo. I suoi lavori furono approvati da una commissione ispettiva diretta da un'Entità di Luce, l'Arcangelo Adossia.

I velivoli di San Venone, mossi dalla forza magnetica delle Sfere si spostavano a strabilianti velocità. Bisognava tuttavia porre molta attenzione nel momento in cui si avvicinavano ad un pianeta o ad un Sole.

Era necessario compiere difficili manovre per evitare il peggio. Solo un piccolo numero di Esseri preparati poteva pilotarli. Il suo sistema, malgrado le difficoltà, rappresentò una vera rivoluzione tecnica che soppiantò tutti i precedenti.

Dopo parecchi anni di attività cosmica, il metodo fu sostituito con quello di un'altra Essenza spirituale altissima, l'Arcangelo Hariton che appariva in forma umana.

I lavori fantastici di questo Signore furono anch'essi sottoposti all'ispezione del grande saggio Adossia, molto in alto nella scala gerarchica.




L'Arcangelo Hariton

La creazione dei moderni mezzi stellari di spostamento si basa sui progetti di Hariton. L'elemento principale di questa tecnologia è fondato sul "moto perpetuo". Milioni di vascelli, tanto numerosi come i granelli di sabbia degli oceani, viaggiano per lo spazio infinito.

Le astronavi interstellari sono immense. Esse accolgono flottiglie di piccoli veicoli cosmici che a loro volta esplorano i pianeti dei sistemi solari. Tutto ciò fa pensare, per analogia, ai grandi transatlantici e alle loro scialuppe di salvataggio.

Quando un popolo arriva ad un certo grado evolutivo acquisisce la facoltà di utilizzare i mezzi spaziali. Da principio, gli Esseri superiori aiutano i meno progrediti, i quali perciò vengono visitati dai popoli delle stelle che insegnano loro a spostarsi per il Cosmo.

Nel periodo atlantideo le astronavi atterravano negli "aeroporti" della città di Samlios. I loro equipaggi rendevano visita ai re dirigenti e soggiornavano nei loro palazzi. Quando l'Umanità si corruppe moralmente cessarono di venire da noi.

La nostra epoca sta sperimentando una profonda crisi di valori spirituali, e noi saremo ancora una volta aiutati dai Fratelli di altri mondi.

Abbiamo la necessità di essere soccorsi, perché la nostra civiltà è in un vicolo cieco ed un grande sconvolgimento si avvicina. Il genere umano è arrivato ad un punto culminante di degenerazione ed ha urgente bisogno di risollevarsi.

Diversi uomini terrestri sono stati invitati a compiere viaggi su altri pianeti. Due messicani sono stati recentemente condotti su Venere. Uno di loro vive nello stato di Jalisco e l'altro nella capitale.




Io so che pure un brasiliano è stato portato su Marte. È certo che, in futuro, tutti potremo recarci in altri mondi dello spazio.

Ci troviamo alla vigilia di un'enorme mutazione cosmica e saremo avvertiti, prima del grande riassetto finale. Le individualità fraterne extraterrestri si adopreranno per portarci in salvo. Saranno presenti ufficialmente nelle nostre città principali per avvertirci del pericolo.

Ma se insisteremo a far esplodere bombe atomiche, se le guerre continueranno, e se non porremo fine ai vizi di ogni genere, un'enorme catastrofe sarà inevitabile.

È utile sapere che un piccolo gruppo di Lama tibetani possiede già numerosi vascelli  cosmici  ben  tenuti  nel  sottosuolo  dei  monti  Himalayani.

Abitanti di altri pianeti camminano in questo momento stesso nelle vie delle nostre metropoli e passano totalmente inosservati. Studiano le nostre lingue, i costumi e le abitudini con lo scopo di poterci aiutare. Noi saremo soccorsi su vasta scala.

Attualmente, numerose navi spaziali atterrano in modo regolare nella foresta amazzonica brasiliana e nel sud dell'Argentina, in aeroporti segreti. Alcuni membri dei loro equipaggi restano fra noi.

Molte persone credono che i visitatori delle stelle vengano per invadere il nostro Pianeta e per distruggerci, ma commettono un grave errore. I Fratelli dello spazio non conoscono la perversità. (Dipende da quale piano dimensionale vengono! Ndt)

È naturale, però, che possiedano strumenti di difesa atti a paralizzare chiunque; si proteggono talmente bene da essere praticamente invulnerabili. Se avessero l'intenzione di soggiogare il mondo, potrebbero farlo in brevissimo tempo.




Sarebbero in grado di annientare il nostro globo e ridurlo in frantumi, ma non lo faranno mai perché non sono dei distruttori, al contrario, rispettano profondamente la vita cercando solamente di aiutarci, e ognuno di noi dovrebbe prepararsi a riceverli.

Diversi abitanti di Marte, Venere e Mercurio vivono oggi nei nostri agglomerati urbani dove imparano a conoscerci meglio. Numerose persone li immaginano con una forma insolita e bizzarra. I tratti generali e le loro caratteristiche sono simili a quelle degli umani, per non dire più belli e più perfetti.

Conosco personalmente qualcuno del Messico che ha effettuato un viaggio di andata e ritorno con destinazione Venere. Ho avuto un giorno l'immensa gioia di fargli visita e sono stato ricevuto dalla sua famiglia.

Quest'uomo non è un occultista, né uno spiritualista, e nemmeno cerca di atteggiarsi a saggio. È semplice, umile e buono; l'avventura straordinaria che ha vissuto non l'ha reso vanitoso...

Ecco cosa mi ha detto a proposito della sua esperienza:

«Individui dalla pelle d'un bel colore blu, di altissima spiritualità e grande scienza compiranno nel futuro una Missione trascendentale.

Esiste al Polo Sud una città che si trova all'interno della Terra; là vive una razza venuta dalla Galassia Blu. Questi Esseri hanno conservato i loro vascelli cosmici. Si nutrono di prodotti marini, specialmente di alghe.

Ma comprendetemi bene; gli uomini che provengono da tale Galassia non hanno degli igloo come gli esquimesi, né alcunché di questo genere; sarebbe assurdo pensare che queste Creature vivano dentro blocchi di ghiaccio. 



Gilbert Williams

È necessario abituarsi all'idea che la loro vita si svolga in una città sotterranea, costruita sotto la superficie terrestre. Se ci sono ghiacciai al di sopra delle rocce e del suolo, ciò non influenza minimamente il luogo dove risiedono.

Infatti, gli uomini blu non hanno alcun tipo di problema climatico. È evidente che se sono riusciti a conquistare lo spazio infinito, è perché possiedono una tecnologia avanzata, realmente superiore. Da questo, non è difficile comprendere che abbiano potuto edificare un ambiente ideale nella loro misteriosa città.

Posso testimoniare che si tratta di una metropoli assai vasta, molto somigliante per le sue dimensioni a Città del Messico. È costituita da diversi milioni di abitanti ed ha un gran numero di strade e viali. Vi si scorge anche un ampio territorio adibito alle navi intergalattiche.

Ovviamente, i loro studi sono di tipo molto avanzato; si tratta di scienze cosmiche, di elevate materie spirituali, di approfondimenti sulla natura, e via dicendo. Non è superfluo rivelarvi che in un tale esteso luogo mistico e ineffabile, risplende la Sfinge, simbolo della Saggezza iniziatica.

I membri di questa razza blu sono vestiti con eleganza e distinzione; indossano morbide tuniche di foggia antica, veli e mantelli ammirevoli, e calzano sandali di stile classico.

Vanno e vengono per le vie della città. Sono di corporatura media e di piacevole aspetto. Si spostano a piedi o con vetture diverse da quelle che noi conosciamo, perché sono azionate da motori silenziosi.



Immagine tratta dal fantastico film "NOSSO LAR" che consiglio di vedere QUI, e di scaricare
perché l'hanno già oscurato una volta.   

Gli Uomini veri, gli uomini cosmici, non necessitano del denaro per vivere, sono dotati di un sistema economico immensamente superiore a quello di cui disponiamo noi, poveri "animali intellettualizzati" della superficie della Terra.

Nel giusto tempo ed ora, questi Esseri entreranno in azione per aiutare il genere umano in modo concreto. Ci è stato detto che andranno ovunque per le vie, pubblicamente, per chiamare le persone al ravvedimento. Sono estremamente spirituali.

Gli Istruttori di questa Galassia, guidati dall'Amore Universale, si sono occupati molto della nostra Umanità "terricola", offrendoci senza posa il loro soccorso dalla notte dei tempi.

In realtà, furono loro che istruirono gli architetti delle piramidi, che insegnarono la Dottrina Segreta agli Atlantidei e agli Egiziani e che instaurarono i più gloriosi Misteri delle potenti civiltà Caldea ed Assira.»

Le astronavi viaggiano in un continuo andirivieni attraverso l'immutabile infinito, ed è quindi assurdo supporre che la nostra sfera sia l'unico corpo celeste abitato. In realtà, è paragonabile ad un granello di mais nello spazio.

Perché dovrebbe essere il solo a possedere la vita? Credere questo, vorrebbe dire tornare all'antichità in cui si affermava che la nostra Terra fosse piatta e terminasse alle mitiche Colonne d'Ercole, l'odierna Gibilterra.

Così dunque, noi dobbiamo cercare di comprendere che esistono altri pianeti abitati e che le loro genti spesso ci visitano.

Purtroppo la realtà è che noi, qui, siamo estremamente barbari, delle specie di antropofagi in smoking e, invece di riceverli a braccia aperte, li accogliamo a cannonate, o inviamo gli aerei da caccia ad inseguirli come è già successo varie volte negli Stati Uniti e non solo.




I vascelli viaggiano ad una velocità superiore a quella della luce.  Nessun  dubbio che al di sotto di questa delimitazione ci sia il mondo tridimensionale d'Euclide (lunghezza, altezza e larghezza; ndt).

Ricordiamoci della formula della relatività di Einstein: E = MC², la quale stabilisce che la massa è il risultato di una modifica o di una moltiplicazione della velocità della luce al quadrato.

Al di là di questa equazione matematica si entra nella quarta coordinata, in verticale.

Le navi spaziali si immergono nella quarta dimensione per viaggiare ad enormi distanze. E ciò avviene non appena superano la barriera dei 300.000 chilometri al secondo che è la velocità della luce.

Dunque, è soltanto quando riusciremo ad attraversarla che ci sarà possibile conquistare lo spazio entrando in un livello superiore. Ma per raggiungerlo è necessario tracciare un programma, perché fintanto che non lo avremo stabilito continueremo ad avere una visione tridimensionale.

Di conseguenza dovremo istituire una meta-geometria e, partendo da lì, sarà fattibile elaborare una nuova fisica basata su quattro dimensioni. Una volta raggiunto questo, avremo la possibilità di costruire velivoli tetradimensionali capaci di superare all'istante la velocità della luce.

Evidentemente, dovranno essere alimentati dall'energia solare; non credo proprio che si possa conquistare lo spazio infinito con un combustibile liquido.

So con certezza che questi vascelli cosmici, guidati da extraterrestri, possono portarsi in un attimo in quarta dimensione per viaggiare attraverso il Cosmo.

Quando giungerà il momento finale, questi Esseri accoglieranno a bordo un certo numero di umani. Non c'è dubbio che al tempo giusto ed opportuno, prenderanno con sé ciò che la Terra ha di migliore, di più realizzato e perfetto.




Solleveranno tutti coloro che saranno in linea con certi parametri spirituali. In ogni caso, si renderanno perfettamente disponibili a soccorrerci fino all'ultimo minuto.

Sono grandi Uomini, nel vero senso della parola, conoscono molto bene il livello evolutivo in cui ci troviamo; hanno i mezzi precisi per localizzare qualsiasi persona, indipendentemente da dove viva o in quale posto si trovi, è impossibile nascondersi ad essi, sfuggire alla loro vista penetrante.

Sanno molto bene chi cercare, e quali individui potranno essere "presi", perché le loro facoltà superiori sono totalmente sviluppate.

Nei tempi antichi, in Egitto, Assiria, e Babilonia, questi visitatori furono ricevuti come Dei. Oggi, ma ancora per poco, ci troviamo in un'epoca oscura, ed è questa la ragione per la quale non si mostrano ancora alle popolazioni di superficie."

Estratto dal libro di Samael Aun Weor, "Les Vaisseaux Cosmiques"

Relazione e cura di Olivier de Rouvroy.