giovedì 27 novembre 2014

Dal Cielo, sublime Incoraggiamento SOLO per pochi!




Sebirblu, 27 novembre 2014

Ecco, gentili Amici, il regalo che giunge dalle Alte Sfere per tutti coloro, e sono tanti, che si sentono allo stremo, la cui speranza si affievolisce giorno per giorno ma che vengono sostenuti, nonostante tutto, dalla Fede, quella Vera però, che si esprime soltanto nell'intimo di noi stessi.

Voglia l'Altissimo servirsi di queste parole da me pubblicate per dare sollievo alle Anime esacerbate dal dolore e dallo sconforto affinché ne traggano nuovo vigore per portare a compimento l'Opera che si sono prefissata.




Da Rosanna, mistica di questi ultimi tempi, 26 novembre 2014.

"Aprite i vostri cuori e le vostre braccia e fatevi travolgere dal fascio di Luce che attraversa lo spazio, scende come rugiada sulla Terra, così che possa benedirvi!

Vi sto infondendo gioia ed abbandono al Divino che giunge, Speranza in un momento di grande tensione perché le forze del Bene e del Male sono in campo, e le fazioni terrestri si affrontano ferocemente così come gli eserciti nella sfera invisibile.

Non bisogna disperarsi o tentare di rattoppare una situazione politica, economica, civile e sociale allo sbando; tutto seguirà la sua sorte.

Eppur, tuttavia, la Luce avanza inesorabile perché Io ho decretato che ora il Male deve cessare e la Terra con i suoi abitanti rigenerarsi e rifiorire.

Tutte le menzogne crolleranno di fronte ad una Verità che verrà allo scoperto, grazie anche a tutti i miei apostoli benedetti, di questi tempi, che hanno propagato la mia Luce e mantenuto salda la loro Fede, ancorata dagli aiuti celesti che non ho mai negato a nessun'Anima.

Il Bene è superiore al Male anche se a volte può sembrare il contrario, ma così non è, e ciò che è evidente fa parte della strategia che all'uomo risulta inconcepibile.

Il momento è difficile,  perché emergono gli ultimi sassi della salita,  ma chiunque nella difficoltà si abbandona con fiducia alla Mia Divina Provvidenza, non mancherà mai del necessario. (Fondamentale leggere QUI! Ndr).



La Moltiplicazione dei pani e dei pesci  (Gv. 6, 1-15)

La schiavitù che vi ha assoggettato per odio ai miei figli e indirettamente a Me, ora sta per finire e si sta delineando la vostra Rinascita.

Dovete imparare ad espandere la vostra coscienza verso una visione totale, non soggettiva. La visione soggettiva è frenante, la Coscienza universale vi unisce al tutto che Io Sono (QUI; ndr).

Grazie alle lacrime della Madre Santa ancora si regge il mondo, ma anche all'Amore offerto da coloro che si sono fatte vittime, alle piccole Anime che mi amano di Amore puro e che mi porgono i loro delicati fiori, così Io posso un poco riposare in esse e concedere alle mie piaghe aperte un poco di respiro.

Desidero tanto l'amore dei miei piccoli bambini come un padre di famiglia che la sera rientra dal lavoro, dopo una giornata faticosa a volte deludente; egli ha patito ingiustizie e malumori ma apre subito loro le braccia, li stringe a sé, li fa giocare, ride delle loro espressioni, e subito si ricrea nello Spirito dimenticando le brutture della giornata.

Solo l'amore dei piccoli, fedeli e puri mi può ora consolare in un'ora tragica di caduta catastrofica di Anime e di pericoli di ogni genere che il Male ha attirato sul mondo per il grande e diffuso orrore che ha intaccato l'Umanità.

Il grave rifiuto a Me, il rifiuto al mio Amore con tutte le sue tragiche conseguenze è ormai giunto al suo epilogo.

Consolate il Mio Cuore trafitto continuamente, donateMi un poco di rugiada del vostro cuore.

Voi siete i piccoli figli del mio Amore, e lo dico a tutte le Fiaccole mie ardenti sulla Terra, che rispondendo ad un impulso interiore si sono accese, ed altre ancora si stanno accendendo.



Danny Hahbohm

Esse irradiano la Luce Cristica con la loro presenza ed opere, ed espletano il programma scritto nella loro Anima che come seme si è schiuso "a tempo" in questi momenti difficili e cruciali per il popolo di Dio.

Sì, voi per me siete (come) bambini con i vostri limiti di piccoli infanti, ma Io vi amo di un Amore incommensurabile e divino.

Presto l'universo della Mia Conoscenza sarà a vostra disposizione per il banchetto delle mie meraviglie che attende i miei fedeli, i miei combattenti, l'esercito di Maria.

Essi hanno tenuto alta la fiaccola della Luce, dell'Amore di Gesù Cristo per accendere il mondo. La Terra su cui è nato Gesù, sia il faro che illumini l'Universo.

Vi amo e vi benedico con tenerezza di Padre."

«Ogni pianta che non è stata piantata dal Padre Mio celeste verrà sradicata.» (Mt. 15,13).



martedì 25 novembre 2014

Da Léon Denis - Ecco ciò che più conta nella Vita!



Rembrandt van Rijn - La Tempesta sedata (Mc. 4, 35-41)

Sebirblu, 24 novembre 2014

Impegnati come siamo, nella dura lotta per vivere, appare più che mai anacronistico ed incredibile il brano che ho scelto per voi, cari Lettori, affinché, sebbene immersi in questo grande mare esistenziale alquanto burrascoso (che d'altronde abbiamo scelto noi), possiamo riportare alla mente il vero senso della vita e tenerne saldamente il timone.

Vi suggerisco di leggere QUI anche il breve profilo di Léon Denis, autorevole pioniere dello spirito, e la maniera in cui si vive nelle dimensioni superiori. Invece QUI, troverete un suo interessantissimo studio sui bambini prodigio correlati da due video spettacolari.



John Michael Groves

La Conquista della Meta 

Esiste realmente una gerarchia di Spiriti, ma si basa soltanto sul valore morale e non esiste che in funzione di questo e per le qualità acquisite con il lavoro e con la sofferenza.

Noi sappiamo che nel loro principio tutti gli individui sono uguali, che tutti sono destinati ad un medesimo fine, e differiscono soltanto dal punto di vista del maggiore o minore sviluppo.

I gradi della gerarchia spirituale incominciano dalle profondità della vita inferiore e salgono ad altezze inaccessibili alla ragione umana: è un ascendere inenarrabile di Potenze, di Luci, di Virtù, che aumentano dalla base alla sommità; è la spirale del percorso evolutivo che si svolge all'infinito.

Essa si divide in tre grandi zone: vita materiale, vita animica, vita spirituale, (vedere anche QUI; ndr) che si riflettono, reagiscono l'una sull'altra, e formano un tutto che costituisce il campo di evoluzione degli Spiriti, la scala leggendaria di Giacobbe.

Su tutta l'immensa scala, un legame invisibile unisce Essere ad Essere, e ciascuno è sostenuto e attratto dai più elevati.



La Scala di Giacobbe di Mattew Scotland

Le Anime progredite che si manifestano a noi ci sembrano dotate di qualità sublimi, e nondimeno esse affermano l'esistenza di Esseri tanto al di sopra di loro, quanto esse lo sono in rapporto a noi; per cui i gradi si succedono e si perdono in una profondità colma di mistero.

L'involucro fluidico dello Spirito è una veste tessuta con i suoi stessi meriti nel corso delle esistenze. (Confrontare QUI, con il corpo causale; ndr).

Da esso quindi risulta la sua superiorità: tenebroso e denso nell'Anima inferiore, aumenta di bianchezza purificandosi sempre più in proporzione ai progressi realizzati e, già luminoso nell'Entità elevata, acquisisce nelle Essenze dei piani più alti uno splendore abbagliante.

Ogni Spirito è un focolare di Luce; Luce profondamente velata, compressa, invisibile, che si sviluppa con la forza morale, si accresce gradatamente, aumenta in estensione e in intensità.

Dapprima è un fuoco nascosto sotto la cenere che si rivela con deboli bagliori, poi diventa fiammella timida e vacillante, finché un giorno divampa in aureola, in incendio, si estende ed infiamma tutto lo Spirito che risplende come un Sole o come quegli astri erranti che percorrono gli abissi celesti, lasciandosi dietro una traccia luminosa.

Questo grado di splendore è il risultato di un insieme di lavoro fecondo, di un cumulo tale di vite che a noi uomini potrebbe sembrare l'eternità. Elevandosi sempre più verso le cime del pensiero, l'intuito giunge ad intravvedere che cos'è Dio - Anima dell'Universo e Centro prodigioso di Luce.




Ma la vista diretta del Principio Infinito non è possibile che ai più grandi Spiriti: la Luce divina compendia la Gloria, la Potenza, la Maestà dell'Eterno, è la visione della stessa Verità; poche Essenze possono contemplarla senza veli, e per sopportarne l'incommensurabile Splendore, bisogna essere di un'assoluta purezza.

La vita terrestre sospende le proprietà radianti animiche ma, durante il suo corso, la Luce della Particella divina, simile ad una fiaccola che brucia solitaria nel fondo di un sepolcro, rimane celata nell'involucro fisico.

Nondimeno, possiamo constatarne l'esistenza in noi; le nostre buone opere, i nostri generosi entusiasmi la alimentano, la ravvivano ed una intera moltitudine può riscaldarsi al contatto comunicativo di uno Spirito entusiasta.

Nei momenti di espansione, di carità, di amore, noi sentiamo in noi stessi una fiamma, un raggio che emana dal nostro Essere; è questa Luce interna che forma gli oratori, gli eroi, gli apostoli; che infervora l'uditorio e trascina i popoli sospingendoli a grandi cose.

Le Forze spirituali si rivelano allora allo sguardo di tutti, e mostrano ciò che è possibile ottenere dalle potenze dell'Anima, mosse dall'Amore del Bene e del giusto. Superiori a tutte le forze materiali, esse potrebbero sollevare un mondo: questa Possanza è la Luce.

"Piccolo focolare che alberghi nel nostro cuore, possa Tu essere alimentato dalle nostre azioni volonterose! Che esse, ravvivando la tua fiamma, facciano di te un braciere che illumina e riscalda tutto ciò che l'avvicina, un faro che diriga gli Spiriti scettici, brancolanti nelle tenebre!"

Noi abbiamo tentato di dare un'idea di ciò che è la vita celeste, definitiva: essa è la Meta a cui tende l'evoluzione di tutte le Anime, ove tutti i sogni di bene si realizzano, ove le nobili aspirazioni si compiono, ove le speranze deluse, le affezioni respinte, gli slanci repressi della vita materiale si espandono liberamente.

Lì, le simpatie, le tenerezze, i puri amori si ritrovano, si uniscono e si fondono in un'immensa fusione d'Amore che infiamma tutti gli Esseri, e li fa vivere in comunione perpetua nel seno della grande Armonia.




Tuttavia, per raggiungere queste altezze quasi divine, è necessario lasciare sulle pendici che vi conducono, gli appetiti, i desideri, le passioni, lacerandosi con le spine, purificandosi  alle  acque  dei  ghiacciai.

Bisogna conquistare la dolcezza, la rassegnazione, la fede; imparare a soffrire senza lamento, a piangere in silenzio e, sdegnando le ricchezze e le gioie effimere del mondo, consacrare tutto il proprio cuore a ciò che non tramonta mai.

Necessita deporre nei cimiteri della terra molte spoglie sformate dal dolore; soffrire senza ira l'indigenza, l'umiliazione, il disprezzo, sentire i morsi del male, il peso della solitudine e della tristezza, è necessario (checché se ne dica; ndr) inghiottire molte volte il calice profondo e amaro.

Soltanto la sofferenza sviluppa le forze virili dell'Anima, temprandola per la lotta e l'ascensione, purificandola e maturandola per le altezze che le aprono l'accesso alla vita felice.

"Spirito immortale, Spirito incarnato o libero, se Tu vuoi percorrere rapidamente il ciclo magnifico dei mondi e conquistare le regioni eteree, getta lontano da te tutto ciò che aggrava i tuoi passi e intralcia le tue facoltà latenti.

Rendi alla terra tutto ciò che viene dalla terra, e aspira ai tesori eterni; prega, lavora, consola, soccorri, ama fino all'immolazione, adempi il dovere a costo del sacrificio e della morte: sarà questo il germe della tua felicità futura!"

Tratto dal libro "Dopo la Morte" di Léon Denis, di cui è disponibile il download  QUI.

Relazione e adeguamento linguistico contemporaneo a cura di:

Sebirblu.blogspot.it

sabato 22 novembre 2014

Thrive: Ultime Notizie sul Reset Finanz. Globale




Sebirblu, 21 novembre 2014

Cari Lettori, ripubblico volentieri questo articolo postato da "ununiverso.blog" perché un po' di giorni fa ho ricevuto una richiesta di traduzione concernente l'ultimo video di Thrive Movement sul Reset Finanziario Globale, insieme a lusinghieri complimenti per il mio lavoro e per i quali ringrazio sentitamente Mariangela che me li ha inviati. 

Avendolo trovato già tradotto e trascritto, sollecitamente ve lo propongo, perché penso che i contenuti siano attualissimi e di indubbio interesse generale.

D'altra parte il film THRIVE (in italiano), che molti di voi già conoscono e che comunque troverete in coda, insieme a quello recente in inglese di cui però avete qui il testo tradotto, è veramente notevole e strutturato molto bene al fine di risvegliare le coscienze. Vi invito perciò sicuramente a guardarlo.




Trascrizione dell'ultimo video di Thrive Movement sul 
Reset Finanziario Globale.

Foster Gamble dice:

"Le domande più frequenti che ci vengono poste dalla nostra rete di contatti, ancor più di Ebola, dell'Ucraina, e dell'Isis (di cui ci occuperemo in futuro) sono:

"Che cosa sta realmente accadendo all'economia? Siamo davvero in ripresa? Ci troviamo davvero sull'orlo di qualche catastrofe maggiore? Oppure siamo in presenza di qualcosa di completamente diverso?"

Con il lancio della nostra nuova opzione d'abbonamento a "Thrive Together", abbiamo deciso di condividere quanto segue come un esempio del tipo di pensiero in evoluzione che d'ora in poi condivideremo con i nostri abbonati.

Inizierò io per poi passare la parola a Kimberly (sua moglie; ndr).

Per quanto riguarda l'economia globale, ciò che stiamo vedendo in realtà appare come un insieme di dinamiche senza precedenti che portano verso una possibile completa trasformazione economico-planetaria.

Assistiamo, molto probabilmente, ad un protagonismo diverso, più umile e più pacifico per gli Stati Uniti, un nuovo ruolo per il dollaro, e, probabilmente, anche per voi e per me. Vi illustro alcuni fatti su vari sviluppi recenti che possono fornire un panorama critico:

In primo luogo, i paesi BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) hanno fondato quella che chiamano la New Development Bank con una copertura aurea di 100 miliardi di dollari e altri 100, analoghi, di riserva.

I cinesi, che detengono 1.300 miliardi di dollari di debito degli Stati Uniti (Fonte: Barrons online financial journal), secondi solo alla stessa Federal Reserve, hanno iniziato a vendere piuttosto che ad acquistare titoli americani. Così ha fatto la Russia. Quindi, l'America è sprovvista di finanziatori a cui chiedere prestiti.

Per la prima volta in 70 anni, i cinesi e i russi hanno creato più di 40 transazioni (Fonte: Wall Street Journal), tra cui anche acquisti di petrolio per un totale di circa 1.000 miliardi di dollari e lo stanno facendo nelle loro valute e in oro, rifiutando la supremazia del dollaro USA. (Vi invito a leggere l'ottimo articolo al riguardo QUI; ndr). 


Putin con il presidente della Cina Xi Jinping

Per chi non lo sapesse, nel 1944 (alla fine della seconda guerra mondiale) si è tenuta la conferenza di Bretton Woods in cui sono stati creati il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Mondiale ed è da allora che il dollaro è stato dichiarato l'unica valuta di scambio internazionale.

In pratica, un sistema economico planetario sostanzialmente sotto il controllo degli Stati Uniti.

Questi nuovi accordi in tutto il mondo ed altri simili sono una mossa molto significativa. I cinesi hanno anche istituito la Shanghai Gold Exchange (Fonte: Wall Street Journal) per cercare di portare stabilitità al prezzo internazionale dell'oro dopo le recenti notizie sulle manipolazioni del mercato in Occidente.

I paesi BRICS hanno inoltre creato una nuova agenzia di rating, la UCRG (Universal Credit Rating Group), che farà la concorrenza ai servizi della Cabala (Fitch, Moody's, S&P), le cui valutazioni corrotte AAA su investimenti "spazzatura" sono emerse nel crollo del 2009.

L'alleanza BRICS sta lavorando pure (comprensibilmente) ad un Internet alternativo http://www.infowars.com/brics-countries-build-new-internet-to-avoid-nsa-spying/ onde evitare le predazioni spionistiche della NSA.

I paesi BRICS hanno atteso pazientemente l'opportunità di dare scacco matto alla Cabala corrotta che ha continuato a distruggere l'economia mondiale e l'ambiente, ed ora questo nuovo gruppo sta creando (per quanto ne sappiamo) un'alternativa più trasparente, onesta, inclusiva e sostenibile.

Voglio raccontarvi una storia vera che potrebbe sembrare un thriller di fantascienza, e la sto esponendo pubblicamente, ora, perché credo che in questo momento l'evidenza sia abbastanza forte tanto da sostenere la sua validità.

In aggiunta a questi processi BRICS, vi è un'alleanza di Anziani Spirituali (spesso definita come Dragon Families o Famiglie del Drago), rappresentate da esponenti della Cina, Giappone, Filippine, Indonesia e Vietnam ed altri paesi asiatici, che sono gli amministratori dei più grandi quantitativi d'oro del mondo (non inclusi nell'economia mondiale).




Quest'oro rappresenta la maggiore ricchezza del Pianeta ed è talvolta chiamato "Oro Yamashita". Tutto ciò è ampiamente documentato in un libro del 2005 intitolato "Gold Warriors" ossia "Paladini dell'Oro", che consigliamo vivamente di leggere.

Nel corso della storia, il prezioso metallo è stato il più grande mezzo di scambio e di acquisizione di ricchezza e ci è stato riferito che queste Famiglie vogliono utilizzare questa grande risorsa, raccolta nel corso dei secoli, per sostenere la riduzione del debito, progetti umanitari, innovazioni trasformative ed invenzioni inedite.

A quanto pare sarebbero disposte a fornire l'oro per sostenere il dollaro e mantenere "a galla" l'America ma, in cambio, la Cabala bancaria occidentale dovrebbe porre fine alla propria truffa di creazione del denaro dal nulla, che manda in bancarotta gli altri paesi, per passare ad un sistema economico onesto, garantito da attività reali.

Ci  è  anche  stato  rivelato  che  esistono  molte  persone,  nelle  Forze  Armate  e  nei Servizi Segreti, allibite per il piano ingannevole quanto distruttivo del Washington Consensus e del complesso militare industriale.

Esse non sono più disposte, non soltanto ad appoggiare i piani imperialisti degli Stati Uniti, ma stanno anche lavorando duramente e con gravi rischi per correggere la situazione.

Oltre agli Oathkeepers e ai Veterani contrari alla guerra, c'è un organismo impegnato che viene chiamato "White Hats" (Cappelli Bianchi) che sembra funga da tramite per una soluzione pacifica ancora non raggiunta – un accordo tra gli Anziani Asiatici e la Cabala bancaria.

Ci sono parecchie informazioni secondo cui questi nuovi negoziati sarebbero attualmente in fase di completamento, anche se il successo, ovviamente, non è garantito.

Ci si potrebbe domandare, come ho fatto io, "Perché la Cabala bancaria dovrebbe andare avanti con tutto questo?".

Per rispondere a tale domanda, diamo un'occhiata a ritroso nella storia, in quanto il rapporto tra gli Anziani e la Cabala si perde nella notte dei tempi, ma un indizio riguardo a questa dinamica è rivelato da alcuni avvenimenti poco noti.

Innanzitutto, la truffa monetaria delle Banche Centrali basata sul debito, risale a diversi secoli fa: all'antica fondazione della Banca d'Inghilterra e all'espansione in Europa della famiglia Rothschild.



Sir William Paterson - (1658 - 1719), fondatore della Banca d'Inghilterra nel 1694,
ha detto:


"LA BANCA  TRAE  BENEFICIO  DALL'INTERESSE  SU  TUTTA  LA  MONETA
CHE  CREA  DAL  NULLA" 

Il  Presidente  degli  Stati Uniti  Andrew Jackson  ha subìto vari tentativi di omicidio per aver cercato di impedire l'emissione di soldi fiat da parte della Banca Centrale degli Stati Uniti. Abramo Lincoln è stato assassinato poco dopo aver cercato di eliminare questo tipo di denaro senza copertura.

Nel  1913, la  Federal Reserve  e  l'IRS (Agenzia  delle  Entrate   americana; ndr) sono state create nello stesso anno e un secolo più tardi, il potere d'acquisto del dollaro è crollato di oltre il 97%.

Nel 1933, il presidente Roosevelt ha confiscato l'oro di tutti gli americani per ripagare i debiti segreti contratti con le banche centrali europee.

Ci è stato rivelato che il sistema di Bretton Woods è stato sostenuto prendendo a prestito dai cinesi vaste riserve auree e il rimborso di questi prestiti è notevolmente in ritardo.

Nel 1963, il presidente Kennedy ha emesso l'ordine esecutivo N° 11.110 per emettere dollari al di fuori del sistema della Federal Reserve e, contemporaneamente, ha stipulato un accordo con il presidente indonesiano Sukarno per utilizzare le grandi quantità d'oro asiatico allo scopo di stabilizzare l'economia degli Stati Uniti e lo sviluppo dell'Asia e dell'Africa.

Dopodiché, come sapete, è stato assassinato. Nel 1971, il presidente Nixon ha sospeso la convertibilità del dollaro in oro e adesso il denaro può essere stampato senza nulla di concreto a supporto per cui, attualmente, il debito degli Stati Uniti ha raggiunto quasi 18.000 miliardi dollari.

Dopo il crollo finanziario del 2008, nella prima verifica parziale della FED si è scoperto che di nascosto essa ha fornito almeno 16.000 miliardi di dollari a banche nazionali ed estere.

Per fare un confronto, si tenga presente che tutto il prodotto interno lordo degli Stati Uniti, nello scorso anno, è stato di 16.200 miliardi dollari.

Attualmente, le banche troppo grandi per fallire a livello globale hanno oltre 700.000 miliardi di dollari di debito in derivati e la Federal Reserve ha stampato decine di miliardi di dollari al mese in denaro falso, ponendo l'onere del rimborso su di noi e sulle generazioni future e chiamandolo con il bel nome di "Quantitative Easing".




Questo è esattamente il genere di cose che, in tutto il mondo, gli Anziani Spirituali intendono evitare.

La Cina sta comprando grandi quantità d'oro, in aggiunta ai forzieri che ho menzionato in precedenza. Gli Stati Uniti sono in debito con il Giappone e con la Cina che con le sue armi nucleari e i suoi milioni di soldati, non può essere presa in giro come tanti altri paesi che gli Stati Uniti hanno reso vittime della loro spacconeria.

I paesi di tutto il mondo stanno cominciando a rifiutare l'uso del dollaro statunitense, non supportato da nient'altro che dalla promessa di una nazione imperialista fortemente indebitata e in passivo.

E, cosa abbastanza interessante, la restituzione di centinaia di tonnellate d'oro, che la Cina aveva trasferito in custodia negli Stati Uniti, ha un ritardo di 15 anni, mentre il primo pagamento sarebbe stato previsto per il 12 settembre 2001.

Sì, proprio il giorno successivo all'11 settembre, quando gli uffici incaricati della gestione del pagamento che si trovavano nelle Torri Gemelle e al Pentagono sono stati distrutti.




Conclusione: le verifiche a Fort Knox e alla FED di New York (le depositarie d'oro negli Stati Uniti) non sono state consentite. Quando di recente la Germania ha chiesto la restituzione del suo oro prestato agli Stati Uniti, questi hanno rifiutato.

L'America, a quanto pare, non ha abbastanza oro per unirsi al mondo nel sostenere la propria valuta. Di conseguenza, gli Anziani stanno offrendo una via d'uscita da una simile realtà da giorno del Giudizio.

Tenuto conto di questi fatti e delle nostre ipotesi basate sulle informazioni che abbiamo raccolto, diamo ora un'occhiata ai possibili scenari.

Nel caso peggiore (chiamiamolo Piano B) in cui gli Stati Uniti e la Cabala bancaria dovessero rigettare l'offerta degli Anziani di fornire l'oro per sostenere la loro valuta, ricusando anche di entrare nel nuovo sistema economico del resto del mondo garantito da attività reali, rifiuterebbero anche gli aiuti umanitari legati a tale proposta.

L'America rimarrebbe isolata, i falchi a favore della guerra cercherebbero di rimanere imperialisti, insistendo a creare eventi "false flag" che condurrebbero alla Terza Guerra Mondiale, e proseguendo ad imporre il loro stato di polizia fino all'ultimo respiro.




Le grandi banche e il Governo degli Stati Uniti sono in passivo, quindi tutto ciò significherebbe il crollo del dollaro, e il completo collasso sociale americano non sarebbe un bello spettacolo.

Oppure, cosa secondo me più probabile ma certamente non garantita, si opterebbe per il Piano A.

La Cabala occidentale potrebbe accettare con una certa riluttanza e questo andrebbe di pari passo con il rilascio di ampi fondi di portata storica, per fare in modo che vi sia denaro onesto, garantito da attività reali, un reset valutario, la riduzione del debito come sopra detto e grandi progetti umanitari.

Il dollaro potrebbe comunque svalutarsi e molto probabilmente non ci sarebbero grandi problemi di transizione, ma alla lunga, si avrebbe un'economia molto più stabile senza denaro falso e soprattutto il famigerato programma per il Dominio Mondiale sarebbe finalmente eliminato e gettato nella pattumiera della storia.

Negli Stati Uniti, si avrebbe un passaggio dalle Federal Reserve Notes (le banconote attuali emesse dalla FED; ndt), che sono valuta di debito, alle Treasury Reserve Notes, garantite invece da attività reali che, a quanto ci è stato riferito, sarebbero già in fase di stampa in modo che la prosperità basata su denaro vero possa cominciare ad essere ripristinata.

Naturalmente, in questo scenario dovremmo vegliare affinché affiori un mondo veramente libero con pari diritti per tutti e non un nuovo regime planetario o qualche tipo di gerarchia reale, né tantomeno una tirannia comunista.

Gli Anziani dovrebbero attenersi al patto di cui hanno parlato e utilizzare queste grandi ricchezze auree per far ripartire il mondo a beneficio dell'Umanità. Inoltre, ben presto il sistema bancario della riserva frazionaria dovrà scomparire insieme con il denaro fiat, perché sono entrambi responsabili del grande crimine.

Ho saputo, da chi li ha conosciuti personalmente, che gli Anziani Spirituali sono Esseri davvero profondi, abbastanza illuminati da saper bene che il maggior quantitativo di quest'oro non è per nulla di loro appartenenza e che in verità è in gran parte costituito dal saccheggio di secoli di guerra.

Essi lo stanno solo amministrando con cura affinché venga restituito ai popoli del mondo.




Mi è stato anche detto che il loro impegno principale, lungi dall'essere segnato da avidità e sete di controllo, è il mantenimento dell'eredità spirituale delle loro famiglie, della loro gente e dei popoli del mondo e io mi auguro che questo sia vero. Non stiamo parlando della Repubblica popolare cinese. Questa è un'Entità separata.

Cosa sta realmente per accadere? Questo dipende da ciò che attuerà la Cabala, da quello che decideranno gli Anziani e, a lungo termine, dal comportamento delle persone come voi e me.

In ogni caso, tutto ciò che sta per succedere si presenta estremamente insidioso: vi domanderete il perché io supponga che il Piano A sia il più probabile. Poiché vi sono "insider" molto ben informati che lavorano su questo e con i quali siamo in contatto.

Secondo noi, queste non sono soltanto voci che circolano su Internet. Quegli stessi informatori ci hanno avvertito in anticipo della nascita della Banca BRICS, delle rivelazioni sui tassi di interesse Libor e degli scandali sul fixing del prezzo dell'oro, come delle nuove banconote del Tesoro e di molto altro ancora.

La tempistica dinamica dell'evento è comprensibilmente incerta, ma le conferme dei relatori-chiave continuano ad arrivare. L'alleanza BRICS dimostra d'essere una mossa estremamente significativa e i forzieri d'oro asiatici, che la CIA ha cercato di individuare e depredare da decenni, sono reali.

So che può sembrare strano aprirsi alla possibilità di una trasformazione planetaria così vasta e benefica, ma esistono numerose prove che il mondo si sta riorganizzando intorno ad un modello fondamentale di ripristino dell'integrità dei suoi sistemi naturali.

Negli ultimi tre anni abbiamo studiato intensamente questi cambiamenti globali ed economici che stanno emergendo ed ora sembra finalmente giunto il momento di portare questa conversazione alla ribalta, perché molte delle previsioni verificabili stanno ora effettivamente accadendo.




Quando stavamo realizzando THRIVE, mi capitava di pensare: se un genio mi desse la possibilità di esaudire tre desideri, quali sarebbero? Il primo era che riuscissimo a portare a termine il film.

Abbiamo usato comunicazioni cifrate e siamo stati sotto i radar; il video è ovviamente stato portato a termine ed è uscito a livello globale in dieci lingue nello stesso giorno.

Il mio secondo desiderio consisteva nell'auspicio che esistesse ancora una rete (Internet) aperta a tutti per poter diffondere il messaggio di THRIVE in tutto il mondo. Anche questo è successo, soprattutto con l'aiuto dei "maghi" anonimi del computer e degli attivisti di tutto il pianeta.

Il mio terzo desiderio, che sembrava veramente scandaloso all'epoca, era che ci fosse sulla Terra una forza abbastanza potente da dare scacco matto alla Cabala e sconfiggere così l'Agenda di Dominazione Globale bancaria occidentale che abbiamo esposto nella nostra pellicola.

Sono sorpreso e incoraggiato, perché sembra che pure questo si stia avverando.

Prende la parola Kimberly:

Penso che uno dei motivi per cui Foster ed io siamo così ottimisti è dovuto al fatto di essere molto esposti. THRIVE è disponibile ormai in così tante lingue, che siamo conosciuti da persone e gruppi di tutti i continenti.

Di conseguenza, mi sembra di poter vedere un nuovo contesto, un modello emergente adeguato ad episodi specifici, ed è un quadro che ci permette di notare che un inedito paradigma sta davvero affiorando. Ne vediamo i segni in continuazione.

Dal momento in cui THRIVE è uscito, siamo stati contattati da oltre 400 differenti inventori di tecnologie innovative che riguardano la produzione di energia, la depurazione e la decontaminazione delle acque, l'efficienza nell'agricoltura e le varie tecniche di guarigione.

Essi sanno che quando il vecchio sistema si sgretolerà, non dovranno partire da zero per le soluzioni. Tali cose, nel momento in cui sarà possibile attuarle, emergeranno in tutto il mondo e stiamo sicuramente procedendo verso la loro realizzazione. Questo scenario vale per molti aspetti che intravvediamo.




E  quali  sono  gli  altri  segni in linea con lo schema che crea in noi la speranza  e  che ci  suggeriscono  pure  le  strategie  risolutive?  Nel giro di pochi anni, più di 55 paesi hanno vietato o fortemente limitato gli OGM. Questo è quasi interamente dovuto ad organizzazioni di attivisti di base.

Molti tentativi di sopprimere Internet da parte di governi e aziende sono stati vanificati con successo (ma la gente deve rimanere in guardia a questo proposito).

Sono più di una dozzina i paesi che hanno reso pubblici i propri archivi sugli UFO.

La gente si è organizzata per resistere efficacemente all'obbligo dei microchip di tracciamento  RFID  obbligatori.

Oltre un milione di persone in tutto il mondo ha detto ufficialmente "NO" ai contatori intelligenti ed ha informato le società dei servizi che non intende accettarli.

Tutta la questione dell'irrorazione aerea di elementi tossici e la geo-ingegneria climatica stanno davvero attirando l'attenzione dei popoli, che si stanno mobilitando per capire cosa stia realmente accadendo ed ottenere la verità per riuscire a porvi fine.

Le cure per il cancro non controllate farmacologicamente stanno diventando sempre più disponibili per tutti. In primo luogo la cannabis medica, ma anche altri tipi di cura. C'è un'organizzazione con cui ho lavorato di recente che si chiama GcMAF. (Potete visitare il sito (www.gcmaf.eu.), io sono super entusiasta di quello che fanno).

Le grandi banche sono state multate per la questione dei pubblici appalti e delle frodi. Senza dubbio l'importo delle sanzioni è insufficiente e le persone coinvolte non sono state ritenute responsabili, ma comunque penso sia importante perché tutti questi inganni finalmente emergano e diventi chiaro che non si tratta di "complottismo". 

Suppongo, del resto, che molto di più verrà alla luce.

L'altro fattore che rafforza il mio ottimismo è che i movimenti di consapevolezza e tutti i promotori stanno cominciando ad unirsi e a condividere le loro esperienze.

Un'ulteriore cosa che mi piace è che i giovani, in particolare, cercano le notizie da fonti diverse e non sono più completamente impantanati nella "distrazione" dei media corporativi.

Ciò è correlato a qualcosa che osservo con persone dell'intero mondo, ossia che stiamo sempre più mettendo in discussione l'impronta del cliché che abbiamo accettato nella nostra stessa vita.

Ci stiamo davvero ritrovando uniti a tutti coloro che riconoscono tutto questo e che sono certi di stare collaborando alla manifestazione di qualcosa di nuovo.




Moltissima gente se ne rende conto, soprattutto coloro che sono impegnati nel contribuire ad accelerare le cose, ed è il motivo per cui sono così emozionata per ThriveTogether, perché la nostra rete di contatti è formata da persone così intelligenti.

Ogni paese si trova ad un stadio diverso nel processo evolutivo e quindi possiamo veramente imparare gli uni dagli altri.

Affronteremo gli argomenti che voi desiderate di più, considerando le vostre esperienze ed intuizioni, impegnandoci in quello che abbiamo studiato e che stiamo facendo ora, in modo da aprire il nostro percorso di ricerca in tempo reale con voi.

Oltre agli argomenti che voi suggerirete, ci occuperemo pure di tutto quello che Foster ha menzionato oggi e dello svolgimento del ruolo statunitense negli affari mondiali.

Inoltre, visto che senza dubbio ci saranno persone dissenzienti con prospettive diverse a livello planetario, avremo un forum dove tutti potranno intervenire con rispetto e intelligenza reciproca su temi come il cambiamento climatico, ad esempio, per poter veramente capire cosa stia avvenendo ed essere pronti per qualsiasi cosa.

Faremo il punto sul fatto che gli Stati Uniti sono in realtà un'azienda e a quali conseguenze porti questo. Parleremo della nuova scienza, dell'energia libera e delle altre novità con cui siamo in contatto.

Avremo persone che sono realmente informate sulle rivelazioni ufologiche in tutto il mondo e gli sviluppi in questo campo, così come sull'intera storia e i motivi che sono alla base di un regime autoritario.

Vedremo il modo in cui il Governo e la Cabala sono riusciti ad ottenere il potere che hanno, e come la prospettiva di libertà venga a plasmare in noi questa visione nuova. Poi, offriremo le nostre soluzioni.

Sono davvero elettrizzata al pensiero di valutare ogni cosa con voi. Sono convinta che ciò per cui necessita fare una verifica sia anche quello che sta alla base di tutti questi argomenti e sono impaziente di cominciare a farlo insieme.

L'idea è che potremo ottenere un'interazione in tempo reale in modo che, uniti, diventi possibile sviluppare una tabella di marcia per la trasformazione ed individuare le fasi operative unitamente ai relativi principi specifici ed attuabili, al fine di poterci spostare dal punto in cui siamo a dove potremmo e desideriamo essere.




Foster, concludendo:

Oltre a questo tipo di condivisione, siamo entusiasti ed impazienti di iniziare i nostri incontri diretti di libero scambio affrontando le vostre domande ed ascoltando le vostre intuizioni.

Quindi, vi invitiamo ad unirvi a noi nella conversazione, per collegare i puntini riguardo agli attuali eventi e co-creare con noi la Transizione verso la libertà vera e la prosperità.




Ed ecco il video di cui avete appena letto la trascrizione e, a seguire, il magnifico film: 

"Thrive"





Relazione, adattamento e cura di Sebirblu.blogspot.it


martedì 18 novembre 2014

CLAMOROSO! Commando ruba L'ARCA SACRA in Etiopia!




Sebirblu, 15 novembre 2014

Era prevedibile, gentili Lettori, che prima o poi avremmo sentito parlare dell'Arca dell'Alleanza, visto che per la costruzione del terzo Tempio di Gerusalemme è assolutamente  indispensabile.  (Leggere QUI)

Questa notizia, dunque, sancisce ancor più il precipitare dei tempi e l'avverarsi inesorabile del disegno sionista che stiamo vivendo.



Il Patriarca della Chiesa Etiope Tewahedo, l'Abuna Mathias 

 Denunciato il furto dell'Arca dell'Alleanza
 dalle Autorità della Chiesa Copta

Etiopia: Axum, 11 novembre 2014

Il Patriarca della Chiesa ortodossa d'Etiopia Tewahedo, Sua Santità Abuna Mathias, ha annunciato questa mattina che il tesoro biblico più pregiato al mondo, l'Arca dell'Alleanza, è stato sottratto e asportato ieri sera dai sotterranei della Chiesa di Nostra Signora Maria di Sion.

I guardiani dell'Urna Antica sarebbero stati indotti al sonno con l'uso di armi chimiche, prima che i ladri entrassero nella cripta per rubare il prezioso oggetto sacro.

L'operazione criminale, come riportato, sarebbe stata eseguita per mezzo di un gruppo costituito da un minimo di dodici fino a sedici professionisti altamente qualificati che è giunto a bordo di due elicotteri militari neri.

I velivoli sono atterrati a meno di 500 metri di distanza dal loro obbiettivo e si presume che siano arrivati da Oriente.

Gli uomini indossavano uniformi nere di stile militare e sembravano muoversi come un'unità ben coordinata dell'esercito. Erano dotati di apparecchiature per la visione notturna e armati con armi di grosso calibro che davano loro un vantaggio incredibile rispetto alle forze di sicurezza locali.

Infatti, la protezione dell'Arca era stata lasciata ad un gruppo di volontari non addestrati, dal momento che l'antica struttura sacra avrebbe dovuto proteggere se stessa da persone con intenzioni impure. Per questo motivo la Chiesa non ha ritenuto di applicare una maggiore sicurezza.

Così, le undici guardie e i volontari armati di Kalašnikov presenti sul luogo per difendere l'Arca sono stati neutralizzati dai criminali con alcune granate ad alta tecnologia, che hanno rilasciato un tipo di gas soporifero raro a base di oppio.

Poi, i predatori si sono dedicati ad un lavoro molto faticoso, utilizzando martelli pneumatici ed esplosivi per allargare i corridoi in diversi cunicoli all'interno delle catacombe conducenti all'Arca, per poter rimuovere la grande cassa dalla sua volta sotterranea.

L'intera operazione è stata portata a termine in meno di un'ora, un tempo incredibilmente breve considerando il numero di ostacoli da superare. Questa incredibile efficienza suggerisce che i ladri si fossero ripetutamente esercitati, preparandosi con cura alla gravissima sottrazione.

Sul luogo questa mattina, sono rimasti visibili soltanto pochi segni del reato ma un'enormità di danni è stata riportata all'interno delle catacombe sotto l'edificio.

Da lungo tempo la Chiesa ortodossa etiope afferma di detenere l'Arca dell'Alleanza, ma solo da pochi anni si è venuto a sapere che è conservata in una cappella della piccola città di Axum, negli altopiani settentrionali del paese.



Axum: Chiesa di Santa Maria di Sion, dov'era custodita l'Arca dell'Alleanza. 

Il Clero locale sostiene pure che il suo arrivo in Etiopia risale a quasi 3.000 anni fa, e che è stata custodita da una sequela di monaci vergini ai quali, una volta ricevuta l'Unzione, è fatto divieto di uscire all'esterno della Chiesa fino alla loro dipartita.

A nessuno, tranne ai guardiani, è stato mai permesso di vedere l'Arca, nemmeno al Patriarca in persona.

La storia relativa è raccontata nel Kebra Negast (in lingua Ge'ez, Gloria dei Re), che racconta la cronaca dell'avvicendarsi in Etiopia della sua stirpe regale. (Che troverete di seguito ampiamente descritta in un interessante articolo di Enrico Baccarini; ndt).

La scomparsa dell'Arca è certamente una notizia drammatica per la Chiesa Ortodossa Etiope, dato che parecchio del suo prestigio è derivato dal possesso della reliquia e molti dei suoi rituali sono stati incentrati su di essa.

Il Patriarca, Sua Santità Abuna Mathias, era visibilmente emozionato quando ha fatto l'annuncio ai molti giornalisti e ai fedeli presenti alla conferenza stampa, che sono scoppiati in lacrime nel momento in cui hanno ricevuto la notizia.



L'antico libro sacro agli Etiopi, il Kebra Negast

L'Arca in Etiopia

Nel 1992 lo scrittore Graham Hancock diede alle stampe un testo estremamente sconcertante in cui, dopo anni di ricerche ed indagini sul campo, fece conoscere al mondo occidentale una tradizione etiope cui pochi sembravano aver riservato il dovuto interesse.

Diventato ben presto un best seller internazionale, il volume di Hancock si basava su una credenza etiope molto antica e codificata all'interno di uno dei libri più sacri per questo popolo, il Kebra Negast.

Vi si narra di come l'Arca fosse stata trasportata da Gerusalemme in Etiopia dal figlio avuto segretamente tra la regina di Saba, Makeda, e re Salomone conosciuto come Menelik.

Il Kebra Nagast, fece la sua prima comparsa verso gli inizi del XIV secolo e narra di come Menelik avesse sottratto l'Arca dal Tempio di suo padre, favorito da un complotto religioso con alcuni ebrei ribelli.

L'approdo finale della Reliquia sarebbe stata la città di Axum ove nei secoli sarebbe stata custodita e dove sarebbe ancora oggi (se non fosse stata rubata; ndr), proprio nella chiesa di Santa Maria di Sion.

Gli ebrei etiopi, ovvero i falascià di Menelik, sarebbero così diventati gli eterni custodi del simbolo tangibile del Patto dell'Alleanza tra Dio e Mosè.

Tre professori universitari italiani: Giuseppe Infranca, dell'università di Reggio Calabria, l'architetto Paolo Alberto Rossi, del politecnico di Milano e il direttore del CNR per le tecnologie applicate ai beni culturali Vincenzo Francaviglia sono stati fra i pochi privilegiati nella storia etiope e nel mondo, a riuscire a vedere l'Arca Santa.



L'Arch. Giuseppe Claudio Infranca intervistato al TG2

Giuseppe Infranca scrive:

"Nel 1990 ci trovavamo ad Axum per un invito ufficiale del governo etiope e, dopo una serie di cerimonie, venne organizzato un incontro con l'Abuna, la massima autorità religiosa.

Questi ci ricevette con i paramenti solenni e ci condusse a visitare l'antica Chiesa cristiana di Santa Maria di Sion ad Axum, un Santuario costruito nel Seicento dall'imperatore Fasiladas. Dietro l'altare maggiore, protetta da un baldacchino di velluto rosso con ricami, c'era l'Arca.

Il Patriarca non voleva affatto mostrarcela, ma un giovane chierico aprì la tenda e noi potemmo vedere una cassa di legno scuro, lunga un metro e alta sessanta centimetri, con il tetto a doppio spiovente.

Non c'erano più le lamine d'oro e la superficie stessa appariva deteriorata. Appena l'alto Prelato si accorse che stavamo osservando l'Arca, rimproverò aspramente il chierico, ordinandogli di abbassare immediatamente la tenda."

La religione copta non permette infatti a nessuno, se non a colui che viene incaricato a vita di custodirla, di poter vedere l'Arca. Si narra che allo stesso Negus Hailé Selassié fosse stato opposto un secco rifiuto quando avesse espresso il grande desiderio di vedere l'Arca.

L'ipotesi formulata da Hancock dimostrerebbe come essa fosse stata trasferita inizialmente dalla Palestina all'isola Elefantina, in Egitto (ove nel secolo scorso venne portata alla luce una struttura del tutto simile all'antico tempio salomonico), per poi passare dal Sudan ed infine arrivare in Etiopia sulle rive del lago Tana.

Recenti spedizioni hanno attestato come in questo lago, che si trova a circa duemila metri d'altezza, esistano antiche tradizioni che confermano il passaggio e la permanenza di una cassa di legno che la leggenda vorrebbe identificare con l'Arca di Israele.

Nei primi anni del nuovo millennio sono state avanzate diverse critiche alla versione etiope dell'Arca per convalidarne le antiche pretese dinastiche e religiose.

Contestazioni di tipo prettamente storico e fideistico che vedrebbero nel Kebra Nagast uno strumento di legittimazione dopo l'antico scisma venutosi a creare tra la Chiesa cattolica e quella ortodossa.

È stato stimolante, oltre che curioso, venire a conoscenza dallo scrittore Jeffrey Grant di una conversazione da lui avuta con il principe etiope Stephen Menghésa, pronipote dell'imperatore Hailé Selassié.

Nel corso di questa, parlando proprio dell'Arca conservata in Etiopia, Menghésa ha rivelato come durante la proclamazione dello stato di Israele, nel 1948, molti falascià etiopi ebbero modo di discutere con le autorità israeliane per il ritorno dell'Arca in Israele al fine di poter iniziare a costruire il Terzo Tempio ebraico.

Se per ora quest'ultimo progetto pare essere stato accantonato, non sappiamo se l'Arca etiope sia stata realmente restituita ad Israele oppure se si trovi ancora in Etiopia. (Ma dagli ultimi avvenimenti, si può arguire che con tutta probabilità i sionisti se ne siano impadroniti a forza, proprio per questo motivo; ndt).

La presenza a tutt'oggi del Monaco preposto entro il recinto della Chiesa di Santa Maria di Sion sembra però farci escludere anche questa ipotesi. L'accesso alla cripta ed alla conseguente visione dell'Arca è infatti consentito soltanto ad un Consacrato per generazione." 




L'Arca dell'Alleanza e la Costruzione del Terzo Tempio

"L'antico tramando biblico veterotestamentario introduce, con la figura di Mosé, una delle tradizioni e delle vestigia più affascinanti che la storia umana abbia mai conosciuto, l'Arca dell'Alleanza.

Numerosi sono stati gli aggettivi con cui le tre principali religioni monoteistiche del nostro Pianeta hanno cercato di definire questo sacro contenitore; ricettacolo per sante reliquie, strumento di potenza divina, mezzo per parlare con Yahweh ma anche arma temibile in grado di scagliare fulmini e saette.

Tutte definizioni però che non rendono merito alla potenza e allo splendore che questo manufatto suscitò, e sembra ancora risvegliare, intorno a sé.

Attraverso l'aura misteriosa da esso promanata e le importanti valenze religiose e politiche ad esso attribuite, la casa regnante di Davide quanto la casta sacerdotale levitica furono in un certo senso legittimate nella loro storia, nelle loro conquiste e nel loro potere.

Simbolo della forza regale e della successione sacerdotale, l'Arca dell'Alleanza assunse entro il proprio mistero tutta la coscienza del popolo ebraico imprimendogli quella forza e quello slancio che gli consentirono di padroneggiare oltre mille anni di storia.

Sarà proprio quando questo misterioso emblema sembrerà scomparire dalla Città Santa che inizierà il lento declino del Popolo Eletto che vedrà la sua definitiva disfatta nella ignominiosa diaspora israelitica dei secoli successivi.

Da oltre duemila anni il mito dell'Arca è stato sostenuto da ogni tipo di informazione e leggenda concepibile dalla mente umana. Decine le sue peregrinazioni, centinaia i luoghi in cui sarebbe stata o parrebbe custodita.

Un filo comune sembra però legare questa sacra reliquia con il popolo di Israele e soprattutto con storie che nei secoli hanno segnato lo sviluppo dell'Umanità.

Il primo riferimento che compare nella Bibbia sull'Arca Santa si trova in Esodo 25:10-22 quando il Dio di Mosè (chiamato anche El Shaddai, il Dio Onnipotente) trasmise al Patriarca le "conoscenze" per la costruzione del sacro cofano.

"Farai un'Arca di legno d'acacia e la rivestirai d'oro puro. E dentro vi porrai la Testimonianza che io ti darò", queste le parole con cui il Signore Yahweh si rivolse a Mosé sul Sinai.




L'Arca venne costruita da Bezaleel, artigiano israelita, in legno di acacia (anche se generalmente nella versione dei Settanta si parla genericamente di "legno incorruttibile") e rivestita internamente ed esternamente di oro zecchino, il tutto seguendo i rigorosi dettami rivelati da Dio a Mosé.

Le sue dimensioni sono ancora oggi fonte di accese discussioni, in riferimento soprattutto ai differenti valori che si è dato all'unità di misura utilizzata, il cubito.

Considerando il valore standard che gli viene oggi attribuito, circa 46 cm, si può stimare che il sacro contenitore fosse di 113x68x68 cm. ma, essendo il cubito un'unità di misura estremamente variabile, si può supporre una dimensione massima di 140x84x84 cm.

In entrambi i casi esiste comunque un rapporto fondamentale fra l'altezza, la lunghezza e la larghezza che risulta essere sempre di 1:1,1666 ovvero, all'incirca, il valore della sezione aurea.

Dopo innumerevoli peregrinazioni e spostamenti, l'Arca venne definitivamente condotta da re David a Gerusalemme attorno al 968 a.C. e posta successivamente da Salomone, antecedentemente alla costruzione del Primo Tempio, all'interno del proprio palazzo reale.

Sarà proprio attraverso la figura e l'operato di questo sovrano illuminato ante litteram, che le ataviche credenze e gli antichi valori ebraici ritroveranno un rinnovato splendore.

L'Arca non costituì solo uno strumento di potere religioso e regale per l'ebraismo di un tempo ma venne impiegata anche come arma di fondamentale importanza nell'iniziale lotta israelitica contro le popolazioni autoctone dell'antica Terra promessa.

Essa si è trasformata quindi da sacro forziere a Simbolo del Popolo Eletto, a testimonianza della sua potenza e a monito per i suoi nemici.

L'Arca Santa, in un momento imprecisato della storia ebraica, sembrò però sparire dal suo antico luogo di riposo lasciando dietro di sé indizi minimi sulla sua destinazione finale.

In svariate occasioni, la storia ci racconta che il primo Tempio fu saccheggiato da popoli invasori e da nemici.




Gli egiziani, capeggiati dal faraone Soshena I, avevano esteso nel 925 a.C. le loro incursioni a Gerusalemme, come anche il re Gioas di Israele nel 797 a.C., mentre gli eserciti babilonesi e le armate caldee avevano depredato la città nel 621 a.C.

L'ultimo dato che ci viene fornito dalle tradizioni storiche ci permette di sapere che nel 516 a.C., periodo del prefetto Zorobabel, l'Arca era ormai scomparsa da diversi decenni.

Successivamente sarà la tradizione cabalistica ed esoterica che si innesterà all'interno dell'eterna sua ricerca, lasciando dietro di sé echi di un antico potere e di una conoscenza ritenuta perduta.

Gli stessi Cavalieri Templari effettuarono scavi sotto la spianata del Tempio, nel corso della loro prima permanenza a Gerusalemme, ricercando un antico segreto o forse proprio la stessa Arca.

Più recentemente i rabbini israeliani Shlomo Goren e Jehuda Ghez, durante un sopralluogo effettuato nel 1981 attraverso i tunnel sotterranei del Monte Moriah, affermarono di essere arrivati nelle vicinanze di una cripta in cui, secondo loro, avrebbe potuto essere conservata l'Arca.

Goren affermò: "Basterebbe scavare in corrispondenza della sua antica collocazione. Purtroppo però adesso in quella zona sorge la spianata delle moschee islamiche di Gerusalemme e le autorità religiose preferiscono evitare qualsiasi scavo archeologico per evitare attriti con i musulmani...".

Secoli di storia e decine di documenti ci narrano di come la stessa montagna fosse costellata da ricoveri segreti e volte inaccessibili fatte costruire appositamente per proteggere i sacri tesori del Tempio di Israele.

Maimonide (1135-1204) nella sua Mishneh Torah e Jehudah Ha Levi nel suo Khuzari narrano di come tali strutture fossero state volute direttamente da Salomone durante la costruzione del Tempio.

"Nel secondo Tempio - scrisse Jehudah Ha Levi - fu posta una pavimentazione di pietra nel luogo in cui doveva essere l'Arca, e fu celata dietro una cortina, poiché i sacerdoti sapevano che era stata sepolta in quel luogo".

Maimonide afferma invece che "C'era una pietra presso il muro occidentale del Santuario interno su cui era postata l'Arca. Davanti ad essa c'era l'Urna contenente le Tavole della Legge con i 10 Comandamenti, la manna ed il bastone di Aronne.




Quando costruì il Tempio, Salomone sapeva che sarebbe stato destinato alla distruzione, perciò predispose anche delle stanze segrete in cui l'Arca avrebbe potuto essere nascosta, in cunicoli profondi e tortuosi".

Come testimoniano le documentazioni, i locali si potrebbero trovare nei sotterranei dell'antico Tempio salomonico non ancora rinvenuti e utilizzati in tempo di guerra e di ostilità.

Recenti rilevazioni effettuate attraverso strumenti come il georadar hanno confermato questi resoconti storici identificando, ad esempio, nei pressi del cancello di Hulda, una grande camera sotterranea artificiale mai scoperta e conosciuta prima.

Attualmente, purtroppo, l'eterno conflitto fra israeliani e palestinesi, associato a prescrizioni millenarie di tipo religioso, impediscono scavi o rilievi archeologici in loco.

L'Arca era uno strumento tanto potente e tanto enigmatico da essere mostrato in pubblico solo in casi eccezionali e nessuno, se non il Sommo Sacerdote levita, per la legge religiosa ebraica poteva entrare nel Sancta Sanctorum - il Santo dei Santi - nella parte interna del Tempio, per officiare i riti e comunicare con Yahweh.

Abbiamo accennato precedentemente come l'Arca non costituisse soltanto il Simbolo del potere religioso israelita ma fosse considerata a tutti gli effetti un'arma micidiale contro coloro che, nemici o amici, vi si trovassero davanti.

Proprio a causa di tale potenza solo il Sommo Sacerdote poteva, indossando dei paramenti sacri particolari, entrare ove era custodita durante le celebrazioni.

Tutto l'Antico Testamento è pervaso da questa percezione di paura e timore reverenziale verso l'Arca, considerata come la manifestazione vivente e terrena del Potere Divino.

Gli stessi Filistei furono consci di questo Potere quando riuscirono a prenderne possesso e a trasferirla nella città di Asdod.

La sua presenza, o forse l'incapacità di "saperla utilizzare", avevano attirato su questo popolo enormi disgrazie e desolazioni al punto tale che, dopo prostranti perdite, i Filistei avevano deciso di restituirla ai Leviti nella città di Beth-Shemesh.



L'Arca predata dai Filistei

La sua Potenza non risparmiò nemmeno lo stesso popolo ebraico, e al riguardo l'Antico Testamento ci ricorda la storia di Uzzia, che afferrò l'Arca con le mani durante il suo trasporto nella Città Santa nel tentativo di impedire che si rovesciasse a causa del dondolare del carro su cui era trasportata.

Il premuroso gesto ebbe la ripercussione che segue: "...l'ira del Signore si accese contro Uzzia, l'Altissimo lo percosse per la sua colpa ed egli morì sul posto, presso l'Arca di Dio".

Se è possibile ravvisare in questa morte una sorta di folgorazione provocata dal contatto con l'Arca è allo stesso tempo indubbio che il suo Potere sembrava non sfuggire a nessuno ed è per tale motivo che solo una cerchia strettissima di individui era chiamata alla sua cura ed al suo utilizzo.

Durante le cerimonie più importanti, sembra che il sacro cofano si "aureolasse di Luce Divina" o fosse in grado di "annientare migliaia di persone scatenando la sua Potenza".

Su come ciò potesse avvenire, scartando ovviamente l'ipotesi religiosa, ad oggi non si è riusciti a dare una spiegazione esauriente.

di Enrico Baccarini

Post Scriptum

E per concludere, solo poche parole su uno dei tre personaggi menzionati sopra che hanno potuto vedere l'Arca in Etiopia:

Giuseppe Claudio Infranca, architetto e docente di Restauro Archeologico ed Architettonico presso le Università degli Studi di Roma "La Sapienza", di Palermo, di Reggio Calabria e del Politecnico di Bari ha scritto un libro sulla sua sensazionale esperienza.

Egli, al seguito di una missione archeologica e di restauro del CNR al Parco delle Stele di Axum, è stato invitato dal Clero locale a visitare il Santuario di Santa Maria di Sion, gravemente danneggiato nella copertura dai bombardamenti della guerra civile etiope.

In quella breve visita si è introdotto furtivamente all'interno del Sancta Sanctorum, scoprendo la presenza della biblica Arca dell'Alleanza.

Rimasto esterrefatto dalla scoperta, ne ha scattato una foto rocambolesca e nel frattempo, ha cominciato a sentire strani ronzii alle orecchie. Per anni, ha preferito celare l'incredibile vicenda di cui è stato protagonista.



La foto 
"rubata" dell'Arca, nella cripta di S. Maria di Sion ad Axum 

Poi, un giorno, Claudio Infranca è venuto a conoscenza che due israeliani, un uomo e una donna facenti parte dei servizi speciali di Israele, erano entrati di nascosto nel medesimo luogo dove Lui aveva ammirato l'Arca del Patto ed avevano diffuso l'importante notizia al mondo.

Da quel momento, diventatogli chiaro il valore di quanto ha visto, ha iniziato a dedicarvisi con studi approfonditi per comprendere come l'Arca dell'Alleanza fosse giunta fino in Etiopia da Gerusalemme.

Dopo lunghi anni di ricerche, finalmente è riuscito a ricostruirne la storia e il lungo viaggio dall'antica Palestina alla lontana Axum, documentando il tutto nel suo interessantissimo libro: "L'Arca dell'Alleanza - Il tabernacolo di Dio - Diario di una scoperta".




Traduzione, relazione e cura di: Sebirblu.blogspot.it


Fonte: edicolaweb.net - (senza link attivo perché il sito ora è introvabile)