mercoledì 28 luglio 2021

Realtà, Profezie in atto e Cattolici "SVEGLI"!


"Sinfonia Divina" di Ben Goossens

Sebirblu, 27 luglio 2021

Questo articolo nasce dalla gentile segnalazione (fra le tante da lui ricevute) di un assiduo lettore e commentatore del mio blog, di nome "Vittoriano", che ringrazio sentitamente, contraccambiando a mia volta con un link (QUI in italiano) che egli desidera conoscere: quello dei messaggi in francese della mistica JNSR riportati da me varie volte, ad esempio QUI, QUIe QUI, mentre per altri cliccare l'acronimo su "Etichette".

Tale segnalazione ha attirato il mio interesse perché, oltre al sito prestigioso (quello di Marco Tosatti, famoso vaticanista e scrittore) su cui è stata pubblicata in tre puntate una sorta di trilogia ad opera di Sergio Russo e Rosanna Boccacci che qui propongo, costoro hanno menzionato due dei suddetti messaggi, sorprendentemente per me, dato l'ostracismo e la diffidenza che spesso caratterizzano il pensiero degli uomini di chiesa.

Sarebbe ora che qualcuno di loro prendesse contezza della validità di certe profezie contemporanee che stanno di fatto avverandosi con una precisione impressionante... come quelle di Maria della Misericordia: ved. QUI.




Mentre Benedetto ‒ come Mosè ‒ è salito da solo sul monte a pregare, laggiù nella "pianura" il Sommo Sacerdote Aronne (alias il vescovo di Roma, lo pseudo-papa; ndr) sta conducendo il popolo eletto all'Apostasia, per mezzo del Vitello d'oro...

Già all'indomani dell'elezione di Bergoglio, il 14 marzo 2013, con un lancio d'agenzia dell'Ansa, Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia (leggi: Massoneria internazionale), fa sapere al mondo che "con Francesco niente sarà più come prima!"

Circa sette anni dopo, all'inizio del 2020, è sempre la stessa agenzia Ansa a rendere noto che, a causa di quella fantomatica "pandemia" (che allora era appena iniziata, ma che oggi noi tutti ben conosciamo): "per ciascuno di noi niente sarà più come prima!"

Neanche a farlo apposta, le stesse precise identiche parole, per ribadire appunto il medesimo concetto: che nulla potrà più essere come prima...

Pochi valorosi ed intrepidi giornalisti, oltre a studiosi, ma anche sacerdoti e vescovi – in verità... un ben ristretto manipolo! – ci hanno messi sull'avviso del fatto che le élite del nuovo ordine mondiale, in questi nostri tempi, stanno sferrando il loro "colpo segreto", ai danni del consorzio umano e contro la compagine ecclesiale...

Ma coloro che già da prima, esercitati a documentarsi con coscienza, molto attenti soprattutto, sia agli odierni accadimenti storici che alle grandi profezie escatologiche, entrambi attinenti a questi tempi che stiamo vivendo, soltanto adesso hanno potuto mettere assieme ogni singolo "tassello" che ancora mancava, pervenendo in tal modo ad un grandioso sguardo d'insieme, tanto circostanziato quanto incredibilmente reale, sulla situazione storica contemporanea, riuscendo così a comprendere: chi siano i contendenti in campo, quale la posta in gioco e gli obbiettivi perseguiti da ambedue gli opposti schieramenti.




Vogliamo comunque, già da subito, edurvi su quale sia questo particolare "disegno", nelle sue linee essenziali e tuttavia ben definite, che ne sta uscendo fuori: il nuovo ordine massonico-mondialista (satanista e pedofilo) si sta scontrando con un altro "nuovo ordine", messianico-spirituale, questo però mariano e libero, della libertà dei figli di Dio! (cfr. QUI; ndr).

Bene, ricordiamo allora, una volta di più, chi siano oggi tali contendenti in campo, operanti sulla scena del mondo: da una parte abbiamo dunque la massoneria internazionale, che ha per proprio grande ispiratore Lucifero, i cui agenti occulti sono i membri del sionismo internazionale (ved. QUI e QUI; ndr), i quali a loro volta si servono dei potentati politici, finanziari e mediatici, questi viceversa, attori pubblici e conosciuti. Tutti costoro perseguono principî cabalistici ed esoterici, che si rifanno, in ultima analisi, a quella cosiddetta "gnosi spuria", sincretista e pervertita.

Nell'altro campo abbiamo invece il cosiddetto Piccolo Resto, che ha per propria sublime condottiera la Beata Vergine Maria (nei Cieli, splendente come "Donna vestita di Sole"), le cui guide – nascoste agli occhi del mondo – sono i grandi mistici, le anime vittime, oltre a pastori e ministri secondo il Cuore di Dio, anche questi ultimi tuttavia operanti nel nascondimento poiché, o allontanati dai loro superiori, oppure "emarginatisi" da sé stessi.

E tali spiriti eccezionali fungono come da catalizzatore e quale potente esortazione ad agire, soprattutto per laici, donne e uomini, testimoni militanti (definiti da san Luigi Maria Grignion de Montfort, e confermati poi dalla Madonna stessa): "apostoli degli ultimi tempi".

Tutti costoro seguendo quindi la imperitura e indefettibile, oltreché bimillenaria, Dottrina Cristiana, mistero di luce e di grazia, che trae la sua origine "nell'ampiezza, lunghezza, altezza e profondità dell'Amore di Cristo, che sorpassa ogni conoscenza..."

La posta in gioco pertanto, non può che essere altissima: per gli uni – le élite mondialiste – è il dominio sul mondo, che vede pochi e "scelti" individui dirigere la "massa" delle altre persone (peraltro abbondantemente ridimensionata e resa amorfa nei propri desideri e autonomia), massa funzionale e soggetta alle voglie e agli arbitri di chi li sovrasta.

Per gli altri invece – il Piccolo Resto – sarà il riappropriarsi di un mondo finalmente purificato e rinnovato, in cui l'amore per Dio ed il reciproco amore fraterno, avranno la loro perfetta e concreta attuazione, così da adempiere la sublime preghiera insegnata dal Signore stesso: "Sia fatta la Tua Divina Volontà, e venga il Regno di Dio, sulla Terra, qui ed ora, per proseguire poi compiutamente, nei Cieli e per l'eternità, nel seno d'Iddio.

I rispettivi obbiettivi consistono: per le élite mondialiste nella depopolazione "scientificamente" attuata, che vede oggi la sua progressiva messa in opera attraverso il cosiddetto Covid-19 – uno dei tanti coronavirus influenzali che periodicamente e stagionalmente affliggono le persone che abitano al di fuori delle aree geografiche equatoriali e tropicali, vale a dire per la maggioranza della popolazione mondiale – un virus che comunque è solo un pretesto, al fine di rendere capillare e, se possibile, obbligatoria, la somministrazione del cosiddetto "vaccino": questo sì, la vera "arma" in mano ai mondialisti, di cui sappiamo solamente che è un siero genico a m-Rna, ma che tuttavia sino ad ora, mai ne è stata concessa né autorizzata l'analisi della sua effettiva composizione chimico-biologica, a qualsivoglia laboratorio indipendente.

L'obbiettivo del nuovo ordine messianico è, viceversa... rendere felice l'uomo!


 "Prosperity" di Ben Goossens - simile al "Piccolo Resto", goccia di Vita nel deserto del mondo!

L'umanità oggi si ritrova un po' come – considerata nel suo insieme collettivo – nella medesima situazione del "figliol prodigo" che, abbandonata la casa paterna, si avvede di esser giunto oramai allo stadio finale della sua stoltezza: si sta nutrendo delle carrube riservate ai porci, e vede sé stesso e la sua esistenza non poi così dissimile da quella dei maiali i quali, sguazzano nel fango e sono preda dell'ingordigia, solo che essi si trovano nel loro elemento naturale, mentre per l'uomo... non è così!

Povero principe decaduto, che ti sei ridotto ad elemosinare piaceri e sopravvivenza, che il nemico ti fa però pagare a carissimo prezzo, ma che tu "ricordi" essere tuoi – personali diritti, assieme a moltissime altre cose – essendoti dimenticato che sono invece dei tesori gratuiti, ricevuti in dono da sempre dal Re, Tuo Padre! (Cfr. QUI, QUI e QUI; ndr).

Mentre la Signora del Cielo appare – ormai praticamente tutti i giorni – in ogni parte del mondo per spronare i suoi cari e diletti figli ad uscire dal "pantano" in cui si sono cacciati, tendendo loro la mano, amorevole e materna, il cui solo tocco lenisce l'anima, e pure il corpo, il 7 ottobre 2019 il falso profeta ha intronizzato la "Madre Terra" [il feticcio della cosiddetta Pachamama (ved. QUI; ndr)] nel cuore della Cristianità, in Vaticano... essendo esso in realtà un idolo demoniaco e spietato che reclama a sé stesso  il sacrificio  dei bambini e l'ossequio  degli adulti,  promettendo in cambio una terra in cui, al posto dei gridolini e degli schiamazzi dei fanciulli, si odano invece gli urli e i sibili degli animali, scorazzanti indisturbati per la foresta amazzonica, come per altre radure, rese ormai libere dalla perniciosa presenza dell'uomo!

In questa prima parte, in cui vi abbiamo proposto una lucida ed acuta analisi della situazione odierna, ahimè estremamente tragica e drammatica, nella quale si trovano l'intera umanità e la Chiesa stessa, ci vengono ora alla mente delle parole tanto vere quanto consolanti, rivelate dal Signore Gesù alla beata Anna Caterina Emmerich: «...però Dio aveva altri progetti!».

Ma è proprio nel libro dell'Esodo, al capitolo 32, che è narrato l'episodio del vitello d'oro: ché forse il Signore voglia nuovamente punire, come fece tremila anni or sono, nei riguardi d'Israele, l'idolatria del suo popolo, facendogli "trangugiare" dell'acqua in cui sono polverizzati frammenti del "vitello-idolo in metallo fuso"?

Appunto come – che similitudine incredibile si presenta ora dinnanzi ai nostri occhi! – in maniera pressoché identica (per quanto se ne sappia) sono allo stesso modo presenti nella composizione del vaccino: infatti esso è una soluzione acquosa in cui sono contenute nanoparticelle di metalli a metodica m-Rna (vedi per esempio, fra tanti, l'articolo di "Repubblica" del 29 marzo 2021: Vaccino Covid: in campo le nanotecnologie. Un team di ricercatori sta utilizzando nanoparticelle d'oro e Rna del coronavirus per creare un'immunità totale.)!!! [E non solo queste! Ma anche il micidiale grafene magnetico. Cfr. QUI e QUI; ndr].

Sergio Russo e Rosanna Boccacci

(1 – continua)

Ricevo da un commento di Aurora (che tra l'altro è di buon auspicio):

Rispetto alla riflessione sul vitello d'oro... "Vaccino" è un termine che deriva da "vaccinus",
che a sua volta rinvia, in latino, a "vacca". Il vitello è il cucciolo della vacca...
   Trovo anche questa coincidenza molto interessante, oltre a quella della componente aurea...
Grazie Sebirblu per l'accompagnamento in questo tempo di rinnovamento...

Ed io ringrazio Lei, Aurora, per la preziosa e dotta precisazione.

"Sursum Corda": in Alto i vostri Cuori!

In questa seconda parte vogliamo approfondire un tema centrale di cui, nella prima, abbiamo soltanto accennato: la lotta apocalittica, oltreché inedita, dello scontro fra nuovo ordine massonico e nuovo ordine messianico.

Però qui approfittiamo anche per cogliere la classica "palla al balzo". Nei confronti di quelli che noi personalmente definiamo "tradizionalisti ad oltranza" (poiché solo ed unicamente il cattolico integrale è, al medesimo tempo, lui sì davvero tradizionalista e visceralmente progressista, come il Signore raccomanda di essere: "per questo ogni scriba divenuto discepolo del Regno dei Cieli è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro e cose nuove e cose antiche") i quali "oltranzisti" affermano che – essendosi loro stessi scandalizzati – sia Giovanni Paolo II che Benedetto XVI, avrebbero parlato di "nuovo ordine mondiale"... Ebbene, ammesso e non concesso che lo abbiano fatto, di sicuro questi due santi pontefici intendevano il "nuovo ordine messianico", ma non certamente quello massonico!

Nel frattempo stiamo vivendo le fasi decisive di un dramma, di una lotta apocalittica, di "Regno contro regno". Spettatori, attori e anche oggetto di contesa. È l'ora della Decisione! "Nessuno può servire due padroni", ha detto Gesù. O Dio o il proprio io.

"Sarà  l'amor di Dio  portato fino al disprezzo di sé,  o sarà l'amore di sé portato  fino al disprezzo di Dio", come disse Giovanni Paolo II. Sarà la Volontà di Dio che vince (se anche noi lo vogliamo), oppure sarà la nostra volontà che perde, quando però vogliamo vincere escludendo quella Divina.

Se lasciamo che vinca in noi la Volontà di Dio, anche noi vinciamo; se facciamo che prevalga la nostra, insieme con Lui anche noi perdiamo. "Padre, se è possibile, passi da Me questo calice; però non sia fatta la mia volontà, ma la Tua!"

E Gesù morì sulla Croce per esprimere in Sé questa opposizione. Due pali incrociati, due tronchi, quei due alberi reali e simbolici del Paradiso: l'albero "della Vita" e quello "della Conoscenza del Bene e del Male". Figura della Volontà di Dio il primo, il palo verticale, che unisce Cielo e Terra; figura della volontà umana il secondo, la trave orizzontale, che quando si mette in opposizione, di traverso, dicendo "non voglio" crea la croce, il dolore reciproco, la morte!

Quale tremendo Mistero! Dio ha voluto creare l'uomo solo per Amore, affinché fosse Suo figlio, Suo interlocutore, Suo erede; per fare di lui un piccolo dio creato, un altro Sé stesso! Questo Mistero, dice San Paolo, è "il mistero della Sua Volontà" (Ef 1,9).

Di fronte a questo "mistero della Pietà" ne è sorto un altro: il "mistero dell'empietà": "Sì, fin da ora il mistero dell'empietà è all'opera" (2 Ts 2,7). È quello che il libro dell'Apocalisse chiama "un mistero, Babilonia la grande", mistero di quella che è raffigurata in una grande prostituta e nella bestia su cui essa è seduta (Ap 17,5.7).




Equivalgono a quelle due figure femminili: la Donna vestita di sole, che rappresenta la Santa Chiesa, la vera Chiesa, e la grande prostituta che raffigura la falsa chiesa, "ebbra del sangue dei santi e del sangue dei martiri" (Ap 17,6).

"Si alzerà nazione contro nazione e Regno contro regno" (Mt 24,7) [Ved. QUI; ndr]. Il Regno di Dio che arriva, il Regno della Sua Volontà "come in Cielo così in Terra", che si scontra con il regno del volere dell'uomo, del peccato, del mondo il cui principe è Satana.

Questo è ciò che alla fine conta: da quale parte – goccia a goccia, giorno dopo giorno – ci stiamo schierando? L'umanità infatti si divide in due categorie: quelli che amano la Verità e la cercano, e quelli che preferiscono sé stessi.

È l'ora della più grande e trascendente Decisione mai avvenuta nella storia dell'uomo e della economia della salvezza!

È dunque questo, ciò che un vero credente deve, con tutte le sue forze, perseguire e perseverare in esso: non rendere vana la Redenzione del Cristo, per mezzo di una sua personale, convinta e partecipata condivisione.

Dare ragione a Gesù (e a Maria, Sua e nostra Madre), al contempo rifacendo ingoiare quel ghigno beffardo, che il Nemico vorrebbe oggi estendere sulla Terra intera – avendolo egli già iniziato nel paradiso terrestre – "Hai visto, o Dio, come ne tengono in conto gli uomini del tuo Sangue versato, e del tuo Amore profuso!.."

Ghigno satanico a cui noi, i piccoli di Gesù e Maria, risponderemo: «Va' al diavolo Lucifero – è proprio il caso di dirlo! – anche se oggi ci troviamo un po' come nella condizione di Giobbe, ebbene sappi, che "né morte né vita, né angeli né principati, né presente né avvenire, né potenze, né altezza né profondità, né alcun'altra creatura potrà mai separarci dall'amore di Dio, in Cristo Gesù, nostro Signore": sei già sconfitto, eterno perdente, perché sul tuo capo già preme l'immacolato piede della Donna vestita di Sole!» (Cfr. QUI; ndr).

Nella terza ed ultima parte esamineremo invece alcune date salienti, avvenute nel corso della storia, riguardo al tempo della preparazione per tale sublime e risolutiva "Decisione" umano-divina. 

Sergio Russo e Rosanna Boccacci

(2 – continua)

[Ecco un significativo e scandaloso videoclip pubblicitario per conto dell'Unicef che rappresenta benissimo la "Donna Scarlatta" dell'Apocalisse e che è costato la censura per una settimana a chi l'ha esposto. QUI per gli smartphone. Nota di Sebirblu].





Il "Vaccino" al momento è soltanto l'anticamera
dell'apocalittico marchio... (ed altre considerazioni)

Verrà un giorno in cui il mondo civilizzato negherà il proprio Dio, quando la Chiesa dubiterà come dubitò Pietro. Sarà allora tentata di credere che l'uomo è diventato dio... Nelle nostre chiese, i Cristiani cercheranno invano la lampada rossa dove Dio li aspetta. Come Maria Maddalena, in lacrime dinanzi alla tomba vuota, si chiederanno: «Dove Lo hanno portato?» (Pio XII).

Questa sarebbe la terza ed ultima parte di una sorta di "trilogia" che ha già visto pubblicati i precedenti due articoli, intitolati rispettivamente: "I vaccini come nuovo vitello d'oro"... e "Sursum Corda": in alto i vostri cuori! Solo che, in corso d'opera, è stato modificato il contenuto del presente articolo, poiché nel frattempo abbiamo fatto una "scoperta" che, nel suo piccolo, è davvero sorprendente.

Infatti, uno dei due sottoscritti autori stava leggendo il libro "J.N.S.R.: Le profezie degli Ultimi Tempi. Messaggi dal 1993 al 2010" (a cura di Giovanni Costa), opera delle Edizioni Segno,  pubblicato  nel mese di Marzo 2015.  E sottolineiamo tale data di pubblicazione – essendo un particolare molto importante – perché ciò esclude qualsivoglia aggiunta a posteriori.

Nel suddetto libro, a pagina 220, nella rivelazione del Messaggio riportante la data del 16/17 luglio 2009, con ben undici anni di anticipo, viene detto (per chi crede: dal Signore stesso, per tutti gli altri: semplicemente dall'autrice) quanto segue:

«...La carità ha disertato la Terra. Satana in questi ultimi tempi trionfa, e si permette di sterminare la metà delle popolazioni, contaminando i paesi ricchi come i paesi poveri. Poi, fa credere ad una pandemia che sta nascendo, e alla necessità di vaccini non ancora messi a punto.

Satana ha scelto la sua orda di attaccanti, ed è ben servito. Ma le ore del suo tempo che gli sono state concesse, stanno per esaurirsi. [...] Il Mondialismo, questa "Bestia" che cerca continuamente di ingrandirsi, morirà da sé, trascinando l'altra "Bestia" in una battaglia persa già in anticipo...»

[Vi è qui un esplicito riferimento alle famose due "bestie", di cui parla il Libro dell'Apocalisse: nella prima, quella che sorge dal mare, fin dall'inizio la Tradizione vi ha scorto la figura dell'anticristo – ma egli tuttavia, attualmente non è ancora "uscito allo scoperto" – mentre nella seconda, la bestia che sale dalla terra, "che ha due corna, simili a quelle di un agnello, che però parla come un drago", sempre la stessa Tradizione vi ha visto la figura del falso profeta (l'argentino, dico io; ndr).

Questi, viceversa, attualmente all'opera, è un "ecclesiastico" di altissimo rango – la figura escatologica che "sta preparando il terreno" alla comparsa dell'anticristo]. (Ved. QUI, QUI, QUI, QUI e QUI; ndr).

È ora molto opportuno fare qui una breve digressione sul termine "Mondialismo", usato in tale contesto, volendo precisare che, sebbene questo neologismo sia apparso soltanto agli inizi degli anni '80, quel medesimo concetto, che tale parola adombra, non possedeva ancora la piena valenza con cui invece viene usato oggigiorno, passato oltre un decennio da allora. E quindi, anche tale particolare semantico, depone ulteriormente a favore sia dell'autenticità come della "preveggenza", che appunto il testo in questione dimostra di possedere.




Quello stesso Messaggio poi continua – ed il suo contenuto è adesso per noi tutti motivo di grande consolazione – dicendo che:

«Quel "Piccolo Numero" che Gesù ama, grazie alla sua fedeltà a Dio ed al suo amore per Gesù e Maria e per tutti i figli di Dio, questo Piccolo Numero, "Gregge Prediletto", lo Spirito Santo lo condurrà fuori da quel terreno dove si realizzerà l'ultima conquista del Signore per la pace nel mondo. Il Giorno di Dio è vicinissimo! È la nascita dei Santi della Terra...»

Un ulteriore passaggio, che lascia davvero esterrefatti – a motivo dell'inequivocabile sua chiarezza e per la sua esattezza di precognizione – lo si deve a quest'ultimo Messaggio, che chiude il libro da noi citato, e porta la data dell'11 Maggio 2010, all'incirca tre anni prima che avvenisse l'apparente rinunzia di Benedetto XVI, la quale ha, come suo necessario corollario, l'altrettanto apparente insediamento del "nuovo Vescovo di Roma, giunto lì dalla fine del mondo" (cfr. QUI; ndr):

«La Bestia, che continua a tormentare il Mio Santo Vicario, Benedetto XVI nella Mia Santa Chiesa, dovrà presto scomparire... Solo il Mio degno Rappresentante su questa Terra, il Mio Santo Vicario Benedetto XVI [e lo ripete nuovamente!], può definire e realizzare il completamento del Dogma della Mia Santissima Madre: "Io sono la Divina Immacolata Concezione" (ved. QUI; ndr). Verità fondamentale di Dio, la sola Verità che salverà questa umanità straziata, facendole traversare questo mondo antico che sta per scomparire, per penetrare nella Nuova Terra, là dove il Padre Glorioso aspetta tutti i Suoi figli appena rinati dallo Spirito e dall'Acqua, mediante Maria, nostra Madre (cfr. QUI, QUI e QUI; ndr),  Madre di Dio e degli Uomini. Amen.

Le persecuzioni cesseranno e la Mia Chiesa avrà il suo Giorno di Gloria. Amen.»

Sono parole davvero di grande conforto queste, che andrebbero seriamente meditate e fatte proprie...


George Grie

Vogliamo terminare con un'altra considerazione, che ha per argomento la Santissima Eucaristia.

Manca ancora un certo tempo – poco tempo, ma… non ci siamo ancora! – a quel drammatico avvenimento che va sotto il nome di "abominio della desolazione". E tuttavia possiamo già notare che i prodromi di tale fatidico accadimento sono oggi tutti presenti: infatti molti ministri oramai distribuiscono il Santissimo Sacramento, durante la Messa, "aggirandosi" fra le panche e tra i fedeli, volendo per forza porre la sacra Particola sulla mano degli stessi fedeli, al contempo negandola però ad altri fedeli, che invece desiderano ricevere sulla lingua il sublime Sacramento, poiché costoro sanno, coscienziosamente, che questo è l'unico modo degno (oltreché il solo autorizzato dalla vera Chiesa) di accostarsi – come bambini nello spirito – al proprio Salvatore e Redentore...

Di più: tali ministri guardano come "alieni" quei credenti che "osano" inginocchiarsi – poiché essi Lo amano e desiderano adorarLo – supplici, dinanzi al loro Maestro e Signore...

Questi ministri e pastori poi, sono sovente affiancati dai cosiddetti "utili idioti" – altri credenti, ahimè, anch'essi presenti, purtroppo, all'interno del corpo ecclesiale – che sembrano stare attenti unicamente al fatto che tu stia indossando, oppure no, la mascherina-bavaglio e, ovviamente, se stai rispettando il "distanziamento sociale"... ci mancherebbe altro!

Infine per concludere, una cosa che non abbiamo ancora mai fatto: desideriamo ringraziare pubblicamente il "decano" dei vaticanisti italiani, Marco Tosatti, che ha dato voce in questi ultimi anni, pubblicando i nostri particolari articoli ed ospitandoci all'interno di un blog, pur sempre dal taglio giornalistico e documentale, anche alla vera ed attendibile profezia cattolica: grazie di cuore, caro Marco! 


Adesso davvero un'ultimissima postilla: riportiamo qui di seguito una particolare "Preghiera Anti-Vaccino", composta da un'anima mistica (e presente nel libro Cuori chiusi, menti chiuse, chiese chiuse… Cieli aperti!, a pagina 247), come ausilio e affidamento fiducioso per tutti coloro che, specialmente credenti, sono stati in vario modo costretti – con pressioni psicologiche, ricatti morali, o con coercizione fisica, semplicemente – a doversi fare lo "pseudo-vaccino":



O Gesù, mio Signore e mio Dio, sono qui come terra riarsa,

arida, mi hanno reso simile ad un deserto
e l'anima mia geme più di un passero che non può più volare...
Tu sei la mia acqua, Tu solo mi disseti, Tu solo sei la mia vita!

La mia anima è povera e indifesa,

il mio cuore ricorda le Tue sante Parole che mi danno ristoro:
"...Quelli che crederanno, nel mio Nome,
se berranno qualche veleno, non recherà loro danno"

Oh Signore Gesù, oh mia vita, mio Dio, mia unica Salvezza,

il veleno entrerà nel mio sangue ed io imploro la Tua protezione
perché credo fermamente nella Tua Parola eterna
e nel Tuo grande Amore per me:
eccomi qui, Gesù, davanti a Te, come un bimbo/a pieno/a di speranza,
e supplico la potenza del Tuo preziosissimo Sangue affinché mi protegga.

Versa su di me, oh Signore, il Tuo Sangue benedetto,

suggello di nuova ed eterna Alleanza,
e rivestimi così di vita, una vita luminosa che sconfigga la morte!

Gesù mio, Amore dell'anima mia: proteggi, Ti prego, il mio sangue

che unisco al Tuo, fonte di vero lavacro divino;
proteggi, Signore, la mia vita
che offro a Te con tutto l'amore del mio piccolo cuore di bimbo/a,
perché è con questo cuore che ti amo e che supplico la tua celeste protezione,
un cuore semplice che s'incanta al Tuo sguardo,
Fonte di luce per ogni creatura,
che Ti offre una piccola margherita con i riflessi immensi del cielo,
che ti abbraccia con gioia e speranza
e che riposa all'ombra delle ali del Tuo Amore,
ali maestose che mi proteggono e sotto le quali mi rifugio e rimango tranquillo/a...

Oh ali divine che mi riscaldano sempre, mi riparano dal vento gelido del mondo,

ed è sotto di esse che voglio abitare, è là dove desidero per sempre sognare...
È là dove, come bimbo/a sereno/a,
nella lotta o nella quiete, nel dolore o nella gioia, oh mio Gesù,
mi raccogli, mi trattieni, mi accarezzi: io vivo e Tu mi fai con Te riposare...
Amen, Amen.

Sergio Russo e Rosanna Boccacci

(3 – fine)

Ecco infine un video a coronamento del lungo articolo, per far conoscere questi due ardenti autori mediante un'intervista fatta loro. QUI per gli smartphone.


Relazione e cura di Sebirblu.blogspot.it

Fonte: marcotosatti.com


Nessun commento:

Posta un commento